NEW YORK FASHION WEEK (GRAN FINALE)

SPRING-SUMMER 2018

NEW_YORK_FASHION_WEEK_(GRAN_FINALE).jpg

La sfilata più attesa di questa fashion week newyorkese è stata di sicuro quella di Jeremi Scott, direttore creativo anche della maison Moschino, che ha festeggiato i suoi primi vent’anni di carriera facendo sfilare in passerella contemporaneamente la collezione primavera-estate 2018 e una capsule collection che è possibile già acquistare online nel segno della filosofia sposata da tempo dello stilista: see-now buy-now. Il designer ha dichiarato: “con questa capsule collection celebro i miei vent’anni, ricordando i momenti più memorabili del mio passato”.

cms_7208/foto_1.jpg

Tra i capi della collezione celebrativa ci sono le immancabili felpe e t-shirt che hanno reso famoso il brand, i colori brillanti, le amate paillettes, stampe cartoon e cappelli sparkling, un tuffo glamour negli anni novanta!

cms_7208/foto_2.jpg

Rispettando il motto: “squadra che vince non si cambia”, la maison Banana Republic e la socialiste Olivia Palermo che in anni passati è stata già testimonial del brand e firmato una capsule collection per il natale 2016, hanno, ancora una volta, collaborato nella creazione di una capsule collection per l’autunno-inverno 2017/2018. Oggi, dopo anni bui di grande crisi, grazie ad Olivia Palermo e sapienti strategie di marketing Banana Republic ha recuperato ampie fasce di mercato. L’unico inconveniente è stata la manifestazione di protesta degli animalisti rivolta alla influencer accusata di indossare troppo spesso le “amate/odiate” pellicce. La capsule collection ricalca in pieno il suo stile easy, ma chic, molti sono stati i capi di ispirazione militare, ma estremamente femminili.

cms_7208/foto_3.jpg

Altro debutto attesissimo è stata la nuova linea di moda firmata dall’attrice Eva Longoria che nel backstage è apparsa molto a suo agio quasi fosse a registrare una nuova puntata del serial tv “Desperate Housewives”. Certamente la sua collezione non ha brillato di originalità, ma le va dato atto di aver realizzato capi basici, sia per taglio che per la palette colori scelta, assolutamente portabili. L’attrice alla fine della sfilata ha dichiararto: “ho voluto creare capi basici, ma con un guizzo impertinente, indossabili da tutte le donne ad un prezzo accessibile”

cms_7208/foto_4.jpg

Se il suo talento stilistico Eva Longoria deve ancora tutto dimostrarlo, la sua migliore amica, l’ex Spice Girls Victoria Beckham non ha più nulla da dimostrare, oggi è una stella affermata nello spietato mondo della moda. Personalmente ho, sin dalla sua prima collezione, amato il suo stile pulito, capi dal taglio maschile stemperati dai colori polverosi e delicati e dalle sue linee fluide e oversize, il maschile e femminile che convivono in perfetta sintonia. Anche questa collezione estate 2018 ripercorre la strada ormai tracciata, infatti è la stessa Victoria Beckham a ribadirlo: “la delicatezza può essere forte, la mia donna ha mille sfumature: morbida, forte, onesta, easy e tantissime altre cose…”.

cms_7208/foto_5.jpg

Altre donne sfilano invece sulla passerella di Philipp Plein che ha intitolato la sua collezione: “Good gone bad”, le sue donne sono delle cattive ragazze che reinterpretano le favole in versione sexy dark. La sensualità è sfacciata e accentuata dall’uso smodato di pelle, borchie, tulle, jeans dall’aria vissuta e reggicalze a vista. Sono donne che usano il total black con accenti di oro, argento e bianco.

cms_7208/foto_6.jpg

Tornando alle star che si concedono alla moda c’è anche la pop star Rihanna che per Fenty x Puma disegna una collezione di sportwears dove convivono benissimo diverse discipline, si fondono le infradito care al mondo del surf, con le giacche multitasking del mondo velico e le super aderenti tute da motociclista. Sfilano tessuti tecnici e ultra performanti, colori accesi, una donna che difficilmente passa inosservata.

cms_7208/foto_7.jpg

Molto più rilassata la vita della donna griffata Michael Kors, abolita la rigidità dei tessuti, le costrizioni stilistiche, è un tripudio di tessuti fluidi e linee morbide. Una collezione chic e sofisticata fatta da tailleur pigiama style, abiti delicati con stampe floreali o tie-dye, una donna dal sapore bohemian.

cms_7208/foto_8.jpg

Ralph Lauren fa sfilare, per la prima volta in contemporanea, le collezioni uomo/donna nel suo personale garage tra auto lussuose e da sogno nella piccola cittadina di Bedford. Tra i rombi dei motori amplificati dalle potenti casse sfilano i tailleur in tessuto principe di Galles, pied de poule dai colori evocativi come il blu Bugatti e il rosso Ferrari che danno vita anche a tuxedo e abiti da sera strepitosi.

cms_7208/foto_9.jpg

L’after party si è tenuto tra gli splendidi bolidi dove i selezionatissimi ospiti venivano serviti da camerieri vestiti con tute da garagista chic e griffate, dove hanno degustato i piatti tipici americani rivisitati in chiave moderna come il burger gourmet e il lobster salad.

cms_7208/foto_10.jpg

Una novità assoluta di quest’anno è stata la grande risonanza che hanno avuto le collezioni dedicate alle plus size. Torrid Fashion (brand molto conosciuto in America per la moda plus size) è stato il primo brand per taglie forti a sfilare a New York in una fashion week. Ha portato in passerella una collezione trendy, ma a prezzi accessibili, una moda democratica che accontenta ogni tipo di donna. Dimenticatevi i vestiti informi e dai colori tristanzuoli, oggi le donne curvy sono fiere delle proprie forme e non vogliono più nasconderle! Le maison europee hanno tutto da imparare dagli americani per quanto riguarda la moda over, spesso snobbata e maltrattata dalla maggior parte delle maison italiane e francesi.

cms_7208/foto_11.jpg

La collezione di Torrid Fashion ha l’intento di mostrare una donna sexy e lo fa proponendo jeans skinny, bustier in pelle, tante camice in organza e abiti dalle scollature abissali.

cms_7208/foto_12.jpg

La sfilata dello stilista Marc Jacobs che ha chiuso la settimana della moda newyorkese è stata quella a cui nessuno voleva rinunciarvi nemmeno la temutissima Anna Wintour direttrice di Vogue America che per arrivare puntuale all’appuntamento è stata avvistata correre con i tacchi a spillo a rischio della propria incolumità. Come sempre lo stilista ha colpito gli invitati per il suo estro creativo portando in scena una collezione coloratissima, eccentrica, è una donna che non può fare a meno del turbante, accessorio must have anche per la prossima estate come del resto anche per quest’inverno. Bellissimi gli abiti in raso dalle stampe etniche e i capispalla oversize.

Giunti al termine di questa settimana della moda ci sono già piccole avvisaglie di alcune tendenze che popoleranno la nostra prossima estate, una su tutte gli accessori che saranno voluminosi e dal sapore etnico, non potremo fare a meno del turbante, delle fantasie coloratissime, dei volumi oversize, del rosso e del principe di Galles. Che dire donne, facciamoci furbe e già da quest’inverno puntiamo la nostra attenzione su capi red, sul principe di Galles, certe che continueremo ancora ad indossarli per tutta la prossima primavera-estate senza perdere un briciolo di fashion! La lista dei must have è solo all’inizio, non ci resta che attendere le prossime fashion week di Londra, Milano e Parigi…stay tuned fashion addicted!

T. Velvet

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos


App