NELLA VITA OCCORRE AGIRE

NELLA_VITA_OCCORRE_AGIRE.jpg

Se pensate a tutte le persone che, in un modo o nell’altro, rivelano di avere dei rimpianti nella vita, vi accorgete di far parte della cerchia di coloro che rinunciano alla propria felicità. Forse non credete abbastanza in voi stessi o, ipotesi più plausibile, temete il cambiamento che comporta ogni singola azione. Sicuramente in passato avete vissuto una situazione in cui la sofferenza vi ha spaccato il cuore, cibandosi dei vostri sorrisi e ingoiando la vostra possibilità di gioire, eppure ad un tratto l’amor proprio è prevalso sul resto permettendovi di voltare pagina e ritrovare la serenità. Sedetevi con calma e chiedetevi con sincerità se tutto quel dolore era necessario. Insomma, forse poteva evitarsi con un po’ di coraggio, in fondo non c’è sempre la necessità di sbattere dieci volte la testa contro la porta.

cms_12285/2.jpg

L’errore serve a rendere forti ma anche impavidi di fronte alle scelte difficili e consente, inoltre, di seguire l’intuito e la verità interiore. Quando sbagliate, lo fate con una certa preoccupazione e un distinto timore, perciò nella vostra anima siete consapevoli dell’errore. Ci siete già passati una volta, probabilmente anche di più e il timore di caderci di nuovo, rende fragili. Il punto è che il futuro dipende in gran parte da voi, siete gli artefici del vostro destino dal momento in cui poggiate i piedi per terra al mattino. Ciascuno possiede la facoltà di compiere grandi e memorabili azioni, di costruire un impero, di elevare le capacità personali, pochi però hanno il coraggio di superare i loro limiti e di oltrepassare i fallimenti. L’errore, se compreso, arricchisce la persona, permette di ripartire con ulteriori capacità, allarga gli orizzonti. Il fallimento non è annichilimento della personalità al contrario, riempie di vita. E’ il passo utile a costruire la scala che porta al cielo.

cms_12285/3.jpg

Dormire sugli allori è una decisione, non la migliore se si vuol riuscire in qualcosa. Talvolta il pensiero confonde e offusca riempiendo la testa di incomprensibili paranoie che bloccano come catene alle caviglie, così ci si ferma nel mezzo del cammino mentre altri vanno avanti. Invece bisogna sempre pensare di potercela fare, che arrendersi è un peccato mortale, che niente è impossibile perché tutti hanno la possibilità di dimostrare a se stessi di valere. Se il cielo è nero, ci vuole coraggio per aprire la porta.

Alessia Gerletti

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su