NATALE E DOLCE NOSTALGIA

I sentieri di Psiche

NATALE_E_DOLCE_NOSTALGIA_17_12_2019.jpg

“E’ Natale ogni volta che facciamo nascere l’amore nei nostri cuori”

cms_15320/DSC_2838.jpgCaro Lettore ci ritroviamo su I sentieri di Psiche…è il primo Natale di questa rubrica, è il nostro primo Natale e camminando lungo il nostro percorso ne abbiamo visti di alberi, ma ora è tempo di preparare il nostro albero, l’albero di Psiche…

Certamente ci sono ricorrenze che più ci evocano ricordi, che più ci fanno sentire la mancanza di coloro che non ci sono più e quindi è il tempo della nostalgia, di una dolce nostalgia. Succede che anno dopo anno ci rendiamo conto che il tempo, nel suo fluire così veloce, porta via con sé persone e cose che tanto ci erano care e ci ritroviamo quindi a desiderare di trovare sotto il nostro albero ciò che molto spesso non possiamo più avere e che soprattutto sarebbe inopportuno avere ancora oggi.

E’ inevitabile, nel processo di crescita, che la vita ci cambi e che anno dopo anno ci rendiamo conto che è andato via anche un pezzetto di noi, della nostra identità; è straordinariamente incredibile il fatto che molto spesso è assai più nitido il ricordo di Natali lontani nel tempo, piuttosto che altri più recenti…sono quei ricordi nostalgici in cui riaffiora il desiderio dell’infanzia, quel tempo spensierato in cui era facile e possibile crede a Babbo natale, aspettarlo preparando la tazza di latte. Ritengo che sia importante che i bambini credano a Babbo Natale: spesso questa magica credenza viene smontata sin dalla tenera età anche nel contesto della scuola, già tra i bambini stessi; oggi è di dominio la materialità e il sogno dell’attesa di Babbo Natale può apparire cosa superata.

cms_15320/calza-befana-radio-company-easy.jpg

Ricordo perfettamente l’emozione dell’attesa di quelle notti: il tavolino preparato con qualche frutto, le lucine del magnifico albero, il buio intorno, il silenzio dell’attesa; la magia del giorno dopo quando sotto l’albero comparivano tanti pacchetti colorati…

Cosa vorremmo trovare sotto l’albero di Psiche? Penso e spero che ogni Lettore, nel percorso fatto sin qui, riesca ad immaginare cosa vuole per sé perché capita che crescendo ci dimentichiamo cosa vogliamo dalla nostra vita, da chi vogliamo farci amare, cosa desideriamo per coloro che abbiamo accanto; siamo adulti e potremmo iniziare a preparare noi il nostro albero: luci che illuminano le nostre menti, addobbi colorati che ritraggono in una sola immagine il nostro sogno più bello, fotografie di chi non è più con noi…Questo è l’albero di Psiche: alto, luminoso, il faro natalizio del sentiero.

La nostalgia è un elemento fondamentale della nostra esistenza perché ci da la dimensione del tempo e delle cose trascorse e soprattutto di ciò che proviamo.

La prossima settimana è Natale: apriremo insieme i nostri regali che giacciono sotto l’albero luminoso di Psiche; sosteniamo i nostri bambini nella preparazione del banchetto notturno di Babbo Natale che zitto zitto arriverà nella notte.

Alla prossima settimana

Teresa Fiora Fornaciari

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos


App