NASCE LA FONDAZIONE LUCIO DALLA

Nel giorno del sessantunesimo compleanno, dell’indimenticabile cantautore bolognese.

download.jpg

Nel giorno in cui Lucio Dalla avrebbe compiuto settantuno anni è stata costituita la fondazione a suo nome, al fine di "dare continuità e preservare la genialità dell’opera artistico-musicale del cantante e per valorizzare le sue qualità di compositore, musicista, cantante, e il suo amore per l’arte e la bellezza". Bisognerà tuttavia aspettare qualche mese per poter avviare la sua attività e aprire i battenti. L’ente, fortemente voluto dagli eredi del cantautore che ne comporranno il consiglio direttivo, sarà presieduto da Donatella Grazia, seguita dai vice presidenti Andrea Faccani e Simone Baroncini e avrà come presidente onorario Umberto Tobia Righi. Il comitato tecnico, costituito da personalità artistiche, è ancora in fase definizione. Gli uomini dello staff storico di Dalla potranno avere un loro ruolo nelle manifestazioni e nei numerosi eventi che verranno organizzati e tra loro gli amici e collaboratori di sempre, come Bruno Sconocchia, Michele Mondella e Marco Alemanno. Non è previsto il coinvolgimento del compagno di Dalla, Marco Alemanno, molto vicino al cantautore negli ultimi anni della sua vita.

cms_445/1180572-luciodalla.jpg

Qualche giorno fa, alla presentazione dell’apertura straordinaria al pubblico della casa di Dalla a sostegno dei terremotati di Finale Emilia, il compagno del cantautore non era presente. "Questo è il Fai con i familiari di Lucio e poi Marco oggi sta lavorando in Puglia", ha spiegato Dea Melotti, cugina ed erede di Dalla, ai cronisti. "Se nei nostri eventi avremo bisogno dell’artista Marco Alemanno sarà certamente coinvolto perché non si deve dimenticare l’affetto che c’era tra di loro e la collaborazione forte che c’è stata, - ha chiarito - ma noi privilegeremo le persone adatte a quel dato evento, lui è un grande poeta, scrittore e attore, se avremo occasione di chiedere la sua collaborazione lo faremo, però i nostri rapporti non sono stretti". Quanto ai tempi per la creazione della Fondazione, Melotti ha detto: "Stiamo facendo i primi passi organizzando, con i suoi collaboratori, i primi eventi", precisando di voler far tutto con calma per non commettere errori e impiegare tutto l’impegno necessario.

cms_445/CASA_MUSEO_.jpgLa prima attività in agenda riguarda l’apertura al pubblico della Casa Museo di Lucio Dalla, alla quale seguiranno l’istituzione di borse di studio, la realizzazione di pubblicazioni editoriali, patrocinio di iniziative ed eventi celebrati in nome dell’artista. Grazie alla stessa fondazione, la Pressingline, etichetta discografica fondata da Lucio Dalla nel 1984, continuerà a svolgere il suo lavoro di scouting e di valorizzazione e promozione dei nuovi artisti.

Giacomo Giuseppe Marcario

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su