Musei gratis la prima domenica di ogni mese

L’iniziativa per incentivare la fruizione dei beni culturali

Musei_gratis_la_prima_domenica_di_ogni_mese.jpg

Il nostro Paese, ricco di storia, detiene il primato dei numerosi siti attrattivi quali musei, aree archeologiche, monumenti, gallerie, parchi e giardini monumentali.

Per sensibilizzare la gente alla fruizione di questi innumerevoli beni il ministero ai beni culturali, per iniziativa del ministro Franceschini, renderà possibile, a partire da oggi, l’iniziativa delle domeniche di entrata gratuita presso questi siti, luoghi della cultura statale, quali la Reggia di Caserta, gli Uffizi e la Pinacoteca di Brera.

cms_14442/2.jpg

La conoscenza diretta delle opere d’arte è di grande beneficio perché non soltanto affina la nostra percezione visiva, ma sviluppa in noi quello spirito critico che ci permette di capire i nessi fra le cose e le relazioni fra esse e l’ambiente in cui sono state prodotte. I beni culturali sono strettamente legati al contesto non soltanto umano, ma anche sociale.

Lo stesso articolo 9 della nostra Costituzione ci chiama a promuovere lo sviluppo della cultura tutelando il paesaggio ed il patrimonio artistico e storico costituito da beni archeologici ed artistici in genere.

Salvaguardare l’immenso nostro patrimonio rappresenta una priorità e tanto più è richiesta una maggiore sensibilizzazione a conoscere l’insieme di questi beni che abbelliscono e danno lustro a molti nostri centri cittadini.

cms_14442/3.jpg

Il Governo si fa garante dell’incentivazione dunque e della fruizione gratuita del nostro ingente patrimonio tangibile non soltanto per tutelarlo e gestirlo, ma anche per valorizzarlo attraverso un’azione formativa in termini di spendibilità del nostro tempo libero.

I “non luoghi” di fatto attraggono sempre più intere famiglie, progettati per essere tutti uguali, con gli stessi servizi offerti ogni ora, nell’era della globalizzazione economica e culturale.

La fruizione gratuita dell’arte ci sottrae invece all’impoverimento del tessuto sociale della comunità e ci distoglie dal consumismo.

Ester Lucchese

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su