Malattie e vacanze: 7 italiani su 10 temono gli insetti

Il rischio di Febbre Gialla, Virus Zika e Malattia di Chagas nei Paesi esotici

Malattie_e_vacanze.jpg

Con l’approssimarsi dell’estate, gli italiani cominciano a fantasticare sulle mete delle prossime vacanze, rivolgendo i propri desideri anche verso mete lontane. Sono gettonatissimi infatti i Paesi esotici, pronti a regalare l’esperienza dell’incontro con culture totalmente differenti dalla nostra.

Tutt’oggi, però, noi italiani ci troviamo impreparati dinanzi ai rischi legati alle punture di insetto in queste terre tanto lontane e incontaminate.

Secondo un’indagine condotta da Doxa per Rentokil, leader mondiale in servizi di disinfestazione e derattizzazione, 7 italiani su 10 sono preoccupati di ‘incontri ravvicinati’ con insetti durante le vacanze: il 32% degli intervistati ha dichiarato un livello di preoccupazione molto alto, un dato che si somma al 38% che si dice abbastanza preoccupato. Un dato che forse non sorprende è che le donne sono maggiormente sensibili e ansiose su questo aspetto (72%), ma ciò che stupisce è che anche gli uomini non sono affatto immuni dall’angoscia ‘da insetto’: il 67% infatti teme di imbattersi in insetti dalla specie sconosciuta.

cms_13042/2.jpg

Si tratta solo di paure ingiustificate? In realtà, dipende dalla destinazione scelta. Di certo occorre far attenzione ad alcuni tipi di zanzare o cimici, capaci di trasmettere patologie come la Febbre Gialla, la Febbre Dengue e la Malattia di Chagas, oltre al più noto Virus Zika.

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, si stimano fra i 50 e i 100 milioni di infezioni all’anno per la sola Febbre Dengue; fra questi, la maggior parte dei casi riscontrati ha sofferto di lievi malori, mentre circa il 5% ha sviluppato una malattia grave con febbre improvvisa.

Prima di recarsi nella destinazione scelta è necessario rivolgersi al proprio medico e richiedere le adeguate vaccinazioni da effettuare. La vaccinazione contro la Febbre Gialla è obbligatoria per l’ingresso in alcuni Paesi, mentre alcune vaccinazioni sono raccomandate dall’OMS per una protezione specifica e altre ancora sono consigliate in situazioni particolari o per alcune categorie di viaggiatori.

Il virus della Febbre Gialla viene trasmesso all’uomo dalla puntura di zanzare appartenenti al genere Aedes (lo stesso genere di zanzare che trasmette all’uomo la Dengue). Inoltre, non tutti sanno che le zanzare appartenenti al genere Aedes, a differenza delle Anopheles (che trasmettono la malaria), pungono nelle ore diurne.

cms_13042/3.jpgManca ancora la consapevolezza della pericolosità di alcuni particolari infestanti, mentre è vivo e spesso prevale solo il sentimento di avversione a causa del fastidio che riescono a provocare. Per questa ragione, si tendono a sottovalutare i rischi derivanti dal contatto con gli insetti in particolari luoghi di vacanza” – spiega Ester Papa, Technical Manager di Rentokil Italia. “Alcune specie però sono portatrici di patologie anche gravi, soprattutto le zanzare. È quindi fondamentale valutare comportamenti e soluzioni che possano minimizzare il rischio di punture ad esempio assicurandosi di avere sempre con sé repellenti adatti, vestire adeguatamente con pantaloni lunghi e maglie a maniche lunghe e dormire con una zanzariera a copertura del letto, soprattutto nelle zone calde e umide come il Sud Est Asiatico. Inoltre, quando si viaggia, esiste anche il rischio di ‘importare’ ospiti indesiderati al momento del ritorno in Italia. È importante quindi ricordare sempre di fare attenzione a dove si appoggiano zaini e valigie per evitare, ad esempio, di portare a casa insetti come le cimici dei letti”.

Lucia D’Amore

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos


App