MILANO SI RIALZA, VENEZIA NON MOLLA

LUCCA SOLA AL COMANDO, BRUTTA BATOSTA PER FAMILA SCHIO

MILANO_SI_RIALZA,_VENEZIA_NON_MOLLA.jpg

cms_5158/2.jpgDopo due sconfitte consecutive, tra campionato e Eurolega, l’Olimpia Milano torna a vincere, grazie soprattutto a Simon, trascinatore con i suoi 19 punti. Batte 99-86 un tiglioso Brindisi che lotta fino alla fine, cedendo un po’ negli ultimi 7 minuti. Pesaro vince in casa di Caserta con il risultato di 82-87, rovinando la festa nel giorno del ritorno di Oscar Daniel Bezerra Schmidt, dopo tredici anni. Il brasiliano, ex cestista e leggenda del basket mondiale, aveva giocato con Caserta dal 1982 al 1990. Grande festa per lui prima del match. Poi, nell’intervallo della gara, gli viene consegnato il premio della Hall of Fame italiana dal presidente di Lega Egidio Bianchi. Ottima, la prova di Edgar Sosa che, nonostante i suoi 30 punti, non è riuscito a far vincere Caserta, in una partita combattuta e piena di errori. Jones e Thornton, invece, i leader per Pesaro, realizzano 43 punti complessivi, rispettivamente 24 e 19. Dando uno sguardo nella parte alta della classifica, sorprende la marcia inarrestabile della Reyer Venezia. Con la sesta vittoria consecutiva, aggancia il secondo posto, dietro all’Olimpia Milano. Il match termina 78-70 ai danni della Germani Brescia che, nel precedente turno, aveva nettamente vinto contro Cremona. Partita molto tattica ed equilibrata, chiusa, nell’ultimo quarto, grazie a Landry, 19 punti per lui. Bene Sidigas Avellino che, dopo due sconfitte, ritrova la strada della vittoria vincendo in casa di Cremona, fanalino di coda, per 73-86. Avellino chiude, a meno di tre minuti dalla fine, con il canestro del +13 (65-78) di Ragland (24 punti per lui). Pesante vittoria per Trento che vincendo in casa 84-68 con Varese, si allontana dall’ultimo posto. Lighty totalizza la bellezza di 34 punti. La forza di Trento è stata la grande difesa, facendo perdere 23 palle alla squadra avversaria.

cms_5158/3.jpg

L’ultima giornata del girone di andata del campionato di Basket femminile si chiude con due risultati importanti che cominciano a delineare la classifica. Lucca vince in casa con il San Martino per 76 - 61, mentre Famila Schio perde al PalaTalierico di Venezia contro l’Umana per 57 - 87. Con questa vittoria Lucca si porta a 20 punti, da sola in vetta alla classifica con un ottimo sistema di gioco che applica già da diverse partite e con una performance più che ottima della Harmon (23 p.) con valutazione 32, giocando tutta la partita ed uscendo solo al 39’ per ricevere una standing-ovation. Buona la prestazione anche di Martina Crippa (12 p.) e Dotto F. (11 p.). Mentre San Martino ha sofferto per la mancanza di giocatrici di peso come Mahoney e Filippi. Pesante, invece, la sconfitta per Famila Schio (distacco di 30 punti), ad opera di una incontenibile Umana Venezia che si riscatta dalla precedente sconfitta contro Dike Napoli e aggancia, al 2° posto in classifica, proprio la squadra vicentina. La squadra di casa batte le campionesse d’Italia della Famila Schio presentando un pericoloso attacco ed una buona difesa. Ottime le prestazioni di Lauren Fortenette con 19 punti, con 8 assist e 6 palle recuperate, chiudendo con una valutazione di 35. A seguire, Walker Janee (14), Ruzickova (17) e la capitana Debora Carangelo con 13 punti. Importante vittoria in trasferta, per 77 a 58, della Dike Napoli sul campo della Fixi Piramis Torino nell’anticipo di sabato. La Dike si porta al 4° posto in classifica, con 14 punti insieme alla Passalacqua Ragusa che vince contro la Teofan Battipaglia (al penultimo posto). Importante vittoria anche di Broni su Vigarano per 77 a 74 dopo un’over-time. Grazie a questi due punti, Techedge Broni raggiunge, a 6 punti in classifica, proprio il Vigarano e Fixi Torino. Nulla da fare, invece, per le spezzine (Carispezia La Spezia) che perdono anche con la Pall. Umbertide per 56 a 79 e restano all’ultimo posto in classifica (2 punti), mentre, Umbertide, sorride con 8 punti, in una posizione di metà classifica.

(Collaborazione di Carmela Aniello)

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su