LOCUS FESTIVAL 2019

Lauryn Hill per la prima volta in Italia, il 7 agosto

LOCUS_FESTIVAL_2019.jpg

La 15° edizione del Locus Festival aprirà i battenti il 27 luglio. La conferenza stampa, svoltasi nella giornata di ieri presso il Teatro Margherita di Bari, ha saputo da un lato ufficializzare i dettagli del programma 2019 e dall’altro suscitare una certa curiosità per questa stagione, il cui tema centrale sarà la passione; com’è deducibile dal nuovo logo che vede aggiungersi alla simbologia del cerchio, quella del fuoco, accompagnata dal sottotitolo “Bright passion”. Le aspettative sono alte e il programma infuocato. Si parte il 27 con Mecna, rapper foggiano naturalizzato milanese, dall’orientamento musicale verso il soul, che aprirà per FKJ, produttore e polistrumentista francese in ascesa sul piano internazionale e ancora tanti prestigiosi headliner ad ingresso libero in piazza come Josè James, esponente della black music newyorkese, Colin Stetson, il trio londinese sul jazz contemporaneo dei Mammal Hands, Lee Fields, cantante soul americano con almeno 50 anni di illustre carriera alle spalle e tanto altro ancora. Non mancheranno i dj set sulle strepitose spiagge di Torre Canne, ospitati da uno dei siti ormai fidelizzati al festival, il LullaBay; il tutto accompagnato dai meravigliosi tramonti pugliesi e perché no, da un buon calice di vino fornito dall’official partner Tormaresca, fornitore di vini doc pugliesi. Un connubio perfetto che ci porterà a riscoprire una Valle d’Itria come forse non l’abbiamo mai vista, alla ricerca dei sani piaceri della vita.

cms_12447/Foto_1.jpg

A facilitare la confluenza verso Locorotondo, borgo protagonista del festival, ci pensa Trenitalia che per l’occasione ha pensato di incrementare i collegamenti sul territorio e fornire pullman appositi per i vari eventi. Quattro straordinari eventi sono già in prevendita con Ms. Lauryn Hill, artista strepitosa, vincitrice di 5 premi awards, per la prima volta in Italia, French Kiwi Juice, Four Tet, Ben Ufo e l’attesissimo Calcutta, che dopo il sold out nei palazzetti di tutta Italia, torna per l’occasione come unica data regionale. Ai concerti si aggiungono poi i contenuti extra del festival, previsti dal Locus focus e movie; si tratta di momenti di approfondimento, dove poter trattare di musica a tutto tondo. Mentre lo scorso anno ci si era focalizzati sui possibili legami tra la musica e la letteratura, quest’anno l’altro termine di paragone sarà il cinema; sono previste infatti diverse proiezioni come “Sakamoto: Coda”, un film documentario in programma l’8 agosto, che narra la storia del grande pianista giapponese, mostrando anche aspetti interessanti della sua vita privata, come la lotta al nucleare. La sovrintendenza è quanto mai orgogliosa di questo progetto portato avanti da 15 anni a questa parte, che stimola il turismo culturale, poiché mette in risalto luoghi spesso trascurati come il complesso sconsacrato di S. Anna, la cantina sociale, o la stessa Piazza Moro di Locorotondo, e anche il turismo esperienziale, in un’ottica di sostenibilità e valorizzazione del territorio. Basti pensare che questo progetto rispecchia tutti i punti auspicati dal piano strategico della cultura regionale. Ci si augura quindi che anche per quest’anno l’affluenza non deluda le aspettative. Per i dettagli dell’evento: https://www.locusfestival.it/site/ e https://www.facebook.com/locusfestival/.

Federica Scippa

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos


App