LE SPIGOLATURE ECONOMICHE DELLA SETTIMANA

Il punto sulla manovra e i voucher

Il_punto_sulla_manovra_e_i_voucher.jpg

Entro il 2018 circa 140mila slot machine saranno eliminate e 15mila docenti stabilizzati. Si procederà con la liberalizzazione delle edicole e nuovi paletti saranno posti alla costruzione degli stadi. La manovra di correzione dei conti assume nuova forma con l’introduzione di alcune modifiche approvate nelle ultime ore in Commissione Bilancio.Resta però tutto da sciogliere il nodo dei voucher, perché se la ministra Anna Finocchiaro ha detto che “sono stati cancellati con un decreto e non torneranno”, Mdp , con Francesco Laforgia ribadisce: “Vogliono andare avanti, prendendo in giro milioni di italiani che hanno firmato per i referendum Cgil annullati dopo che i voucher sono stati cancellati con un tratto di penna? Bene, andremo avanti anche noi e usciremo dalla maggioranza”.

“Ci sarà una norma in manovra sul lavoro occasionale. Varrà per le famiglie e per le imprese - ha asserito il capogruppo dem alla Camera, Ettore Rosato: “Chi non vuole questo intervento evidentemente preferisce il lavoro in nero. Si tratta di un vero e proprio contratto di lavoro, con i vecchi voucher non ha nulla a che vedere”.In manovra sono state infatti introdotte misure – al vaglio di Camera e Senato - sul lavoro occasionale a cui potranno ricorrere aziende e famiglie, che saranno dotate di un libretto.

cms_6375/2.jpgPer prestazione occasionale si intende una prestazione lavorativa acquisibile da soggetti con i quali il datore di lavoro non abbia in corso un rapporto professionale di tipo subordinato o coordinato e continuativo. Se cessato, deve esserlo da almeno sei mesi. Possono accedervi anche le amministrazioni pubbliche, ma solo per esigenze temporanee o eccezionali. Ogni azienda avrà a disposizione un tetto di 5.000 euro l’anno, mentre il lavoratore potrà ricevere fino a 2.500 euro – sempre all’anno – dallo stesso datore, lavorando per un massimo di 4 ore continuative al giorno per prestazione e di 280 ore l’anno, alla retribuzione minima di 9 euro. I titolari di pensione, anche di invalidità, i giovani al di sotto dei 25 anni, iscritti all’università o i disoccupati che percepiscono l’indennità, riceveranno il compenso, nella misura del 75%.Non potranno aderire alla misura le imprese con più di 5 lavoratori a tempo indeterminato, “le imprese dell’edilizia e di settori affini, come anche quelle che svolgono attività di escavazione e lavorazione di materiale lapideo e quelle del settore miniere, cave e torbiere, e quelle che eseguono appalti di opere o servizi. Per quanto riguarda le imprese agricole, invece, esse possono utilizzare i contratti di lavoro occasionale solo per pensionati, studenti e disoccupati”, ha precisato Anna Finocchiaro.

cms_6375/3.jpg

Il libretto di famiglia è un nuovo strumento che servirà a pagare prestazioni occasionali per i piccoli lavori domestici, quali ripetizioni, baby sitting. Ogni buono in esso contenuto varrà 10 euro e sarà utilizzabile per prestazioni che non superino l’ora.All’Inps andrà trasmessa una comunicazione con i dati del lavoratore, le informazioni sull’attività da svolgere e il compenso, almeno un’ora prima della prestazione con conferma entro il terzo giorno del mese successivo. Se questa non avvenisse per sopravvenuti impedimenti, dovrà essere comunicata la revoca entro i tre giorni successivi.“Il testo presentato in commissione Bilancio dal relatore Mauro Guerra – ha detto ancora la Finocchiaro - fissa paletti ben precisi in merito alla regolamentazione del lavoro occasionale, che impediranno le forme di abuso prodotte dal sistema dei voucher. In particolare, è introdotta per la prima volta una definizione di lavoro occasionale basata su identici limiti economici applicabili a tutti i prestatori e a tutti gli utilizzatori occasionali individuati dalla nuova disciplina – per l’appunto - : famiglie, microimprese fino a 5 dipendenti e pubbliche amministrazioni in presenza di esigenze temporanee ed eccezionali […] Le famiglie – ha spiegato la ministra - potranno utilizzare a questo scopo il ’Libretto Famiglia’, un libretto nominativo prefinanziato, acquistabile attraverso il portale Inps o presso gli uffici postali, per il pagamento di prestazioni occasionali nell’ambito di piccoli lavori domestici. Mentre gli altri soggetti potranno accedere al contratto di prestazione occasionale, un istituto contrattuale radicalmente diverso dal voucher, attivato e gestito esclusivamente in via telematica, senza passaggio di contanti e con modalità semplificate di regolarizzazione della posizione contributiva e assicurativa del lavoratore […] Soprattutto - sottolinea la ministra a proposito delle novità previste dall’emendamento - a tutti i lavoratori occasionali è riconosciuto il diritto a un compenso orario minimo, al riposo giornaliero, alle pause e ai riposi settimanali, alla tutela della salute e alla sicurezza, nonché il diritto alla contribuzione previdenziale alla gestione separata INPS (33%) e a quella assicurativa INAIL (3,5%)”.

cms_6375/4.jpg

Per le slot machine, al via una riduzione da oltre 400mila a 265mila apparecchi, con un primo taglio del 15% entro il 31 dicembre 2017 e un altro del 19% entro il 30 aprile 2018.Mentre per gli insegnanti lo stanziamento dei fondo destinato alla stabilizzazione ammonterà a 140 milioni per il 2017 e 400 milioni per il 2018. Destinatari: 15mila docenti.In manovra anche alcuni paletti per la costruzione dei nuovi stadi. Un emendamento depositato, ma non ancora approvato, riguarda le strutture funzionali o complementari, costruibili in aree contigue a quelle dell’impianto ed esclusivamente nel territorio comunale già urbanizzato. Ciò al fine di stroncare intenti edilizi speculativi in aree più appetibili sul piano commerciale.Avanti anche con la liberalizzazione della vendita dei giornali. Per aprire un’edicola, stando alla proposta di modifica presentata dall’esecutivo, basterà la Scia, la segnalazione certificata di inizio attività.Novità anche sul fronte delle cartelle esattoriali.Il governo punta infatti ad estendere al 2017, per professionisti ed imprese titolari di crediti esigibili dalla Pubblica Amministrazione, la possibilità di compensazione delle cartelle esattoriali.Dal 1 gennaio 2018 inoltre stop al conio di monete da 1 e 2 centesimi. La commissione Bilancio della Camera ha dato infatti il via libera all’emendamento Boccadutri, presentato dal Pd.

Silvia Girotti

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos


App