LA NUOVA SVOLTA DEL CARDINAL RUINI

"LA CHIESA DIALOGHI CON SALVINI"

LA_CHIESA_DIALOGHI_CON_SALVINI.jpg

"Non è questo il tempo per dar vita a un partito dei cattolici". Con questa incisiva dichiarazione, il cardinal Ruini, ex presidente della Cei, rilancia le sue proposte in un’ampia intervista al Corriere della Sera.

Solo qualche giorno fa, veniva lanciata l’idea di un nuovo partito cattolico con l’aiuto dei popolari e di varie associazioni vicine al panorama cattolico. Come ben sappiamo, il manifesto programmatico, anche se non dichiarato pubblicamente, vedeva l’appoggio indiretto della Santa Sede, che in un certo senso desidera porre fine allo strapotere di Salvini.

cms_14791/2.jpg

E’ stato proprio il cardinale ultraottantenne, che nel suo episcopato ha sempre parteggiato per il centro destra, a frenare gli entusiasmi. Egli stesso, con grande lucidità, non rinnega le scelte passate e dichiara: "La strada con il centrodestra ha portato dei frutti ma anche con il centrosinistra si sono attenuti dei risultati".

La crisi politica che attraversa il mondo cattolico è oggi sotto gli occhi di tutti, lasciando emergere la grande mancanza di pluralità che imperversa all’interno della Chiesa. Stando alle parole del cardinale, i cattolici non riusciranno ad aprire un nuovo partito indipendente dalle forze politiche, ma possono dialogare tra loro per giungere a decisioni concrete per il futuro. Sicuramente, fanno scalpore le dichiarazioni su un possibile dialogo con Salvini, certamente non visto di buon occhio da una grossa fetta della curia romana. Il cardinale, non usa giri di parole sulla visione del Leghista e osserva: "Non condivido l’immagine tutta negativa di Salvini, penso che abbia notevoli prospettive davanti a sé, e che però abbia la necessità di maturare sotto vari aspetti".

cms_14791/3.jpg

Come si può ben notare, il tutto sembra porsi in una direzione totalmente opposta rispetto a quella intrapresa dal Santo Padre. Com’è ormai noto, la politica salviniana è prettamente incentrata sul tema dell’immigrazione, ed è proprio quest’ultima a non trovare l’approvazione del Santo Padre.
La struttura della Chiesa in quanto istituzione sta attraversando uno dei suoi momenti più bui, brancolando senza una meta ben precisa in un vicolo cieco. Tutto questo è sicuramente frutto di una politica non ben delineata, in cerca ancora di un vero e proprio leader. Il partito dei cattolici, come veniva definito, è scomparso con il declino della DC lasciando un grande vuoto negli ideali dei fedeli.
Ad oggi, nella stessa chiesa serpeggia grande sfiducia e confusione. Per questo, la nascita di un nuovo partito potrebbe risvegliare vecchi valori, magari riportando alla luce gli insegnamenti di De Gasperi, La Pira e Moro.

Giuseppe Capano

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su