LA MERCEDES È INARRESTABILE!

Tanta noia e solo un po’ di emozione nel finale grazie alle Ferrari. Vince Hamilton, seguito da Bottas e Leclerc; Vettel quinto

1561340249MOTORI_Gran_Premio_di_Francia_24_6_19.jpg

Ancora una doppietta Mercedes in questo ottavo gran premio stagionale. Ha vinto Lewis Hamilton, seguito dal compagno di squadra, Bottas; terzo Leclerc e solo quinto, Sebastian Vettel. Ma in Francia, la noia ha contraddistinto la gara. Per fortuna i due ferraristi, negli ultimi tre giri, si sono ricordati di avere tra le mani una macchina che ha fatto la storia dei motori, altrimenti avremmo avuto ben poco da commentare dal punto di vista della spettacolarità. Entrambi, sul finale, hanno iniziato a girare a ritmi elevati (anche se la maggior parte dei giri veloci li ha fatti registrare Hamilton), arrivando moltissimo vicini Bottas e Verstappen (Red Bull); addirittura il francese non è riuscito per una manciata di centesimi di secondo a tagliare il traguardo al secondo posto; mentre Vettel, a 1 giro dal termine e troppo distante dal quarto posto, va nei box per il cambio gomme, rientra e fa segnare il giro più veloce che gli vale 1 punto di bonus. Le tedesche sono più veloci, e su questo non si può obiettare, soprattutto se consideriamo la dinamica delle monoposto della scuderia di Stoccarda, studiate per economizzare e trarre maggior vantaggio dalle gomme. Cosa che, evidentemente, non riesce alla casa di Maranello che inizia, sempre più, a vedere insediata anche la terza posizione nelle classifiche piloti e costruttori. Dopo Lecastellet, Hamilton è leader con 187 punti, seguono Bottas 151 pt, Vettel 111, Verstappen 100, Leclerc 87. Appuntamento a domenica prossima per il GP d’Austria di Spielberg.

cms_13256/Foto_1.jpg

LA GARA

Circuito Paul Ricard di Le Castellet, 16 curve per 5.842 metri. Si corre per 53 giri. Pole di Hamilton, seguito da Bottas, Leclerc, Verstappen e le McLaren di Norris e Sainz; solo settima posizione per Sebastian Vettel, dopo le qualifiche molto deludenti. La Ferrari è arrivata in Francia dopo il ricorso e la conferma dei 5 secondi di penalità rimediati nel GP del Canada. Nella passata edizione ha vinto Hamilton; la scuderia di Maranello sul terzo gradino del podio con Raikkonen.

CRONACA

Finito il warm up, macchine in griglia, semaforo verde, via al gran premio

Ottima partenza per le Mercedes che tengono le prime due posizioni, nulla di invariato per le Ferrari

Al 5° giro Vettel passa la McLaren di Norris

Al 7° giro Vettel passa anche la McLaren di Sainz, adesso è quinto

Al 10° Perez viene penalizzato con 5’’ per aver tagliato una chicane

Al 13° Vettel fa registrare il giro più veloce

A 36 giri dal termine, Hamilton guida in testa con quasi 5’’ di vantaggio su Bottas

Al 21° giro pit stop per Verstappen, Vettel passa al quarto posto

Al 22°pit stop per Leclerc, adesso Vettel è terzo

Hamilton continua a girare a ritmi impressionanti

Al 24° Bottas al pit stop; il tedesco della Ferrari è al secondo posto, ma con il pit stop ancora da effettuare

A 29 dal termine, anche Hamilton effettua il pit stop

Al 25° rientra Vettel per il cambio ruote

Con le soste effettuate, la situazione ritorna come prima: Hamilton in testa, seguito da Bottas, Leclerc, Verstappen, Vettel e Raikkonen

A 14 giri dal termine, lo svantaggio di Vettel dalla quarta posizione di Verstappen è tra i 7/8 secondi

Al 41° giro veloce di Leclerc, ma è molto lontano da Bottas

A 3 giri dalla fine la Ferrari di Leclerc si porta a 3’’ da Bottas, mentre quella di Vettel a 4’’ da Verstappen

Al 50° giro virtual safety car: Albon ha preso un cono segnalatore

Intanto Vettel rientra ai box per cambiare le gomme e provare a fare il giro veloce

Finale di gara con la lotta per la seconda posizione tra Bottas e Leclerc e giro più veloce di Vettel;

Vince Hamilton, seguito da Bottas, Leclerc, Verstappen, Vettel, Sainz, Ricciardo, Raikkonen, Hulkenberg, Norris

cms_13256/Foto_2.jpg

I PROTAGONISTI

HAMILTON –È una sfida continua cercare di trovare una sintonia migliore con questa macchina, e padroneggiarla pienamente. Non è facile guidare su questa pista perché ci sono dei settori molto tecnici. È stato un grande weekend, stiamo facendo la storia con questa macchina.

BOTTAS - La partenza poteva essere l’occasione migliore, ma Lewis era più veloce di me. Devo guardare avanti e alla prossima gara. Pero non è imbattibile (ndr, Hamilton), devo solo lavorare di più.

LECLERC - Mi sentivo bene e ho dato tutto, ma le Mercedes andavano più veloci. Verso la fine vedevo che stavo riprendendo Valtteri (ndr, Bottas), e negli ultimi due giri ho creduto fino agli ultimi metri di superarlo.

(Photo courtesy - Formula1.com)

Umberto De Giosa

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su