LA BELLEZZA DELLA BONTA’

LA_BELLEZZA_DELLA_BONTA_.jpg

Guardando il telegiornale sembra di vivere nel mondo della disperazione e della cattiveria, in cui i buoni sentimenti fanno parte di un altro pianeta, lontano dal nostro. Sì viaggia con la consapevolezza che, ormai, il dolore schiaccia senza possibilità di risollevamento alcuno. Non è così. C’è di più in ciò che vediamo, esiste la percezione interiore di una bellezza che persiste in maniera scontrosa e acuta. La guerra tra il buono e il cattivo continua sugli schermi e nel cuore umano ma, in fin dei conti, vince sempre il primo. Prima o poi la verità viene fuori, il marcio crepa sotto i colpi di forza della bontà e nessuno può opporsi a questa vittoria, nemmeno il diavolo. Conviene, a parer mio, dare una mano alla dignità umana aiutando il prossimo con piccoli gesti quotidiani. Certo, in primis urge sistemare le proprie problematiche, tuttavia non dobbiamo mai dimenticarci di chi abbiamo davanti. Un cuore ce l’abbiamo tutti, non siamo gli unici a sentire la sofferenza, il dolore e la povertà. Bisogna distaccarsi dall’ego, che ci rende vittime anziché creatori della realtà circostante, che vede nell’altro un nemico al posto del riflesso di un tratto della nostra personalità. Insomma, spesso siamo noi a creare una situazione spiacevole senza accorgercene e, invece di metterci in dubbio e fare pace, diamo vita ad uno scontro inutile. Serve coraggio per fare un passo indietro quando l’orgoglio tende a prevaricare con ostinazione, eppure è possibile cedere all’egoismo personale, dando così una mano anche a se stessi. Spesso ignorare significa aiutarsi a vivere meglio!

cms_10966/2g.jpg

L’indifferenza verso chi ci porge uno schiaffo, tante volte, è la maniera giusta per affrontare la situazione. Ovviamente non quando l’ingiustizia diviene incontenibile: in quel caso l’azione, quella giusta, rappresenta l’atto di salvezza. La bellezza nasce inevitabilmente dal caos, da quella sofferenza acuta e insostenibile che regala l’opportunità del cambiamento. Da lì nascono i fiori migliori, quelli con colori sgargianti che illuminano il mondo da ogni prospettiva. Ecco perché occorre credere nella bellezza della bontà.

Alessia Gerletti

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su