L’ultimo decennio in Europa è stato tra i più caldi mai registrati

Temperature record nell’estate 2019

1587921183Copertina.jpg

Negli ultimi due decenni, dal 2000 in poi, le temperature estive hanno subito un costante aumento, raggiungendo il culmine nel 2019, in cui si è registrato un aumento oltre i limiti stabiliti, fino a 4 gradi centigradi. Queste le stime riportate nel Rapporto sullo stato del clima in Europa nel 2019, pubblicato in questi giorni da Copernicus Climate Change Service (C3S),realizzato dal Centro Europeo per le previsioni meteorologiche a medio raggio (CEPMMT), che si occupa di fornire accurate previsioni meteorologiche globali a medio termine e previsioni stagionali fino a 12 mesi. Tali ricerche vengono poi fornite ai servizi nazionali di previsione del tempo.

Il Rapporto ha trattato anche la spinosa questione che riguarda la zona del Mar Glaciale Artico, dove si teme un totale scioglimento dei ghiacciai per il costante aumento delle temperature. Infatti in questa zona, nel 2019, le temperature sono state di 0,9 gradi centigradi al di sotto degli standard registrati negli anni precedenti.

cms_17233/Foto_1.jpg

Le statistiche riportano che a livello globale, nell’ultimo quinquennio, le temperature sono state di 1,1 gradi centigradi al di sopra dei valori registrati durante il periodo della prima Rivoluzione Industriale; l’incremento raggiunge i 2,0 gradi nel caso dell’Europa.

Come dichiarato da Carlo Buontempo, direttore di Climate Change Service, “ora è più importante che mai che tutti abbiano accesso a queste informazioni, per comprendere le implicazioni a lungo termine del cambiamento climatico e ciò che le organizzazioni e gli individui possono fare per ridurne gli effetti. Un anno eccezionalmente caldo non costituisce una tendenza al riscaldamento, ma avere informazioni dettagliate dal nostro servizio operativo, che copre molti aspetti diversi del nostro clima, ci permette di collegare i puntini per saperne di più sull’evoluzione".

cms_17233/Foto_2.jpg

A favorire l’aumento delle temperature è sicuramente l’effetto serra, con la costante crescita, nell’atmosfera, dei valori di biossido di carbonio e metano. Secondo gli esperti, infatti, si potrebbero trovare gli stessi valori registrati nel 2019 solo andando indietro di milioni di anni nella storia dell’uomo.

Infine, il 2019 è stato un anno da record anche per il maggior numero di ore di sole nell’arco di 12 mesi, che ha superato quelle del 2015.

Francesco Ambrosio

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos


App