L’industria del mobile in Europa

Tra il 2008 ed il 2016 ha perso 10,2 miliardi di euro

industria_del_mobile_in_Europa.jpg

L’Eurostat calcola il valore della produzione dell’industria del mobile in Europa. I dati espressi in milioni di euro fanno riferimento al 2016. I dati possono essere disposti in forma di ranking. Nel 2016 la Germania era al primo posto per valore della produzione nell’industria del mobile con un valore pari a 22.555,8 milioni di euro, seguita dall’Italia con un valore pari a 22.004,00 milioni di euro e dal Regno Unito con un valore pari a 9.450,60 milioni di euro. A metà classifica sono presenti la repubblica Ceca con un valore pari a 1.554,10 milioni di euro, la Finlandia con un valore pari a 1.034,00 milioni di euro, e la Norvegia con un valore pari a 883,50 milioni di euro. Cipro, l’Islanda e il Lussemburgo chiudono la classifica con un valore rispettivo pari a 44,30 milioni di euro, 43,00 milioni di euro e 15,90 milioni di euro.

cms_14346/2.jpg

Di seguito si prendono in considerazione la Germania, l’Italia ed il Regno Unito.

Germania. Il valore della produzione dell’industria del mobile in Germania è cresciuto nel periodo tra il 2008 ed il 2016. Nel 2008 il valore della produzione dell’industria del mobile è stato ari ad un valore di 22.184,40 milioni di euro. Tra il 2008 ed il 2009 il valore della produzione dell’industria del mobile in Germania è diminuito da un valore pari a 22.184,40 milioni di euro fino ad un valore pari a 17.588,40 milioni di euro ovvero una variazione pari a -4.596,00 milioni di euro ovvero pari ad una riduzione di 20,72%. Nel passaggio tra il 2009 ed il 2010 il valore della produzione dell’industria del mobile in Germania è cresciuto da un valore pari a 17.588,40 milioni di euro fino ad un valore pari a 19.110,20 milioni di euro ovvero pari ad una variazione di 1.512,80 milioni di euro ovvero pari ad una variazione di 8,65%. Nel passaggio tra il 2010 ed il 2011 il valore della produzione dell’industria del mobile in Germania è cresciuto da un valore pari a 19.110,20 milioni di euro fino ad un valore pari a 19.614,10 milioni di euro ovvero pari ad una crescita di 503,90 milioni di euro ovvero pari ad una variazione di 2,64%. Nel passaggio tra il 2011 ed il 2012 il valore della produzione dell’industria del mobile è cresciuto da un valore pari a 19.614,10 milioni di euro fino ad un valore pari a 20.517,50 milioni di euro ovvero apri ad una variazione di ovvero pari ad una variazione di 903,40 milioni di euro pari ad una variazione del 4,61%. Nel passaggio tra il 2012 ed il 2013 il valore della produzione dell’industria del mobile in Germania ha visto ridurre il valore da un valore pari a 20.5147,50 milioni di euro fino ad un valore pari a 19.246,80 milioni di euro ovvero pari ad una variazione di 1.280.70 milioni di euro pari ad una variazione di -6,24%. Nel passaggio tra il 2013 ed il2014 il valore della produzione nell’industria del mobile è passato da un valore pari 19.236,80 milioni di euro fino ad un valore pari a 19.665,90 milioni di euro ovvero pari ad una variazione di 429,10 milioni di euro pari ad una variazione di 2,23%. Nel passaggio tra il 2014 ed il 2015 il valore della produzione nell’industria del mobile è cresciuto da un valore pari a 19.665,90 milioni di euro fino ad un valore pari a 20.662,00 milioni di euro ovvero pari ad una variazione di 996,10 milioni di euro pari ad una variazione di 5,07%. Nel passaggio tra il 2015 ed il 2016 il valore della produzione nell’industria del mobile è cresciuto da un valore pari a 20.662,00 milioni di euro fino ad un valore pari a 22.555,80 milioni di euro pari ad una variazione di 1.893,80 milioni di euro pari ad un valore di 9,17%. Nel passaggio tra il 2008 ed il 2016 il valore della produzione dell’industria del mobile in Germania è cresciuto di 371,40 milioni di euro pari ad un valore di 1,67%.

cms_14346/3.jpg

Italia. Il valore della produzione dell’industria del mobile in Italia è cresciuto nel periodo tra il 2008 ed il 2016. Nel 2008 il valore della produzione dell’industria del mobile in Italia è stato pari ad un valore di 25.362,20 milioni di euro. Tra il 2008 ed il 2009 il valore della produzione dell’industria del mobile in Italia è diminuito da un valore pari a 25.362,20 milioni di euro fino ad un valore pari a 21.131,10 milioni di euro ovvero pari ad una variazione di 4.231,10 milioni di euro pari ad una variazione di 16,68%. Nel passaggio tra il 2009 ed il 2010 il valore della produzione dell’industria del mobile in Italia è cresciuto da un valore pari a 21.131,10 milioni di euro fino ad un valore pari a 21.255,40 milioni di euro ovvero pari ad una variazione di 124,30 milioni di euro pari ad un valore di 0,59%. Nel passaggio tra il 2010 ed il 2011 il valore della produzione dell’industria del mobile è diminuito da un valore di 21.255,40 milioni di euro fino ad un valore di 20.161,40 milioni di euro ovvero pari ad una riduzione di 1.094,00 milioni di euro pari ad un valore di 5,15%. Nel passaggio tra il 2011 ed il 2012 il valore della produzione dell’industria del mobile in Italia è diminuito da un valore pari a 20.161,40 milioni di euro fino ad un valore pari a 19.539,50 milioni di euro ovvero pari ad una variazione di 621,90 milioni di euro pari ad un valore di 3,08%. Nel passaggio tra il 2012 ed il 2013 il valore della produzione dell’industria del mobile è cresciuto da un valore pari a19.539,50 milioni di euro fino ad un valore pari a 19.456,00 milioni di euro ovvero pari ad una variazione di 83,50 milioni di euro pari ad una variazione dello 0,43%. Nel passaggio tra il 2013 ed il 2014 il valore della produzione dell’industria del mobile in Italia è cresciuto da un valore pari a 19.456,00 milioni di euro fino ad un valore pari a 20.100,50 milioni di euro ovvero pari a 644,50 milioni di euro pari ad una variazione di 3,31%. Nel passaggio tra il 2014 ed il 2015 il valore della produzione dell’industria del mobile è cresciuto da un valore pari a 20.100,50 milioni di euro fino ad un valore pari a 20.998,90 milioni di euro ovvero pari ad una crescita di 888,40 milioni di euro pari ad una variazione di 4,42%. Nel passaggio tra il 2015 ed il 2016 il valore della produzione dell’industria del mobile in Italia è cresciuto da un valore pari a 20.988,90 milioni di euro fino ad un valore pari a 22.004,00 milioni di euro ovvero pari ad una variazione di 1.015,10 milioni di euro pari ad una crescita di 4,84%. Nel complesso del periodo considerato il valore della produzione dell’industria del monile è diminuito di un valore pari a 3.358,20 milioni di euro ovvero di un valore pari a 13,24%.

Regno Unito. Il valore dell’andamento della produzione dell’industria del mobile nel Regno Unito è diminuito nel periodo tra il 2008 ed il 2016. Nel 2008 il valore della produzione dell’industria del mobile nel Regno Unito è diminuito da un valore pari a 10.734,50 milioni di euro fino ad un valore pari a 7.174,20 milioni di euro ovvero pari ad una riduzione del 3.560,30 milioni di euro pari ad una variazione di 33,17%. Nel passaggio tra il 2009 ed il 2010 il valore della produzione nell’industria del mobile nel Regno Unito tra il 2009 ed il 2010 è cresciuto da un valore pari a 7.174,20 milioni di euro fino ad un valore pari a 7.982,50 milioni di euro ovvero pari ad una variazione di 808,30 milioni di euro pari ad una variazione di 11,27%. Nel passaggio tra il 2010 ed il 2011 il valore della produzione dell’industria del mobile nel Regno Unito è diminuito da un valore pari a 7.021,60 milioni di euro fino ad un valore pari a 7.697,20 milioni di euro ovvero pari ad una crescita di 675,60 milioni di euro pari ad una variazione di 9,62%. Nel passaggio tra il 2011 ed il 2012 il valore della produzione dell’industria del mobile nel Regno Unito è cresciuto da un valore pari a 7.021,60 milioni di euro fino ad un valore pari a 7.697,20 milioni di euro pari ad una variazione di 675,60 milioni di euro ovvero pari ad una crescita di 9,62%. Nel passaggio tra il 2012 ed il 2013 il valore della produzione dell’industria del mobile nel Regno Unito è diminuito da un valore pari a 7.697,20 milioni di euro fino ad un valore di 7.681,40 milioni di euro ovvero pari ad una riduzione di 15,80 milioni di euro pari ad una variazione di 0,21%. Nel passaggio tra il 2013 ed il 2014 il valore della produzione dell’industria del mobile nel Regno Unito è cresciuto tra il 7.681,40 milioni di euro fino ad un valore pari a 8.925,30 milioni di euro ovvero pari ad una variazione di 1.243,90 milioni di euro pari ad un valore di 16,19%. Nel passaggio tra il 2014 ed il 2015 il valore della produzione dell’industria del mobile nel Regno Unito è cresciuto da un valore pari a 8.925,30 milioni di euro fino ad un valore pari a 10.440,30 milioni di euro ovvero pari a 1.515,00 milioni di euro pari ad una variazione di 16,97%. Nel passaggio tra il 2015 ed il 2016 il valore della produzione dell’industria del mobile è diminuito da un valore pari a 10.440,30 milioni di euro fino ad un valore pari a 9.450,60 milioni di euro ovvero pari ad una variazione di 989,70 milioni di euro pari ad una variazione di 9,48%. Nel passaggio tra il 2008 ed il 2016 il valore della produzione dell’industria del mobile è diminuito di un valore pari a 1.283,90 milioni di euro pari ad una variazione di 11,96%.

cms_14346/4.jpg

Conclusioni. Il valore della produzione dell’industria del mobile in euro è diminuito di quasi 10 miliardi di euro nel periodo tra il 2008 ed il 2016. Tuttavia alcuni paesi hanno visto crescere il valore della produzione nel settore del mobile come per esempio Polonia con un valore pari a 1.884,20 milioni di euro, Lituania con un valore pari a 605 milioni di euro, Germania con un valore pari a 371,40 milioni di euro, Romania con un valore pari a 272 milioni di euro, Estonia con un valore pari a 150,50 milioni di euro, Slovacchia con un valore pari a 114,30 milioni di euro, Portogallo 74,60 milioni di euro, Bulgaria pari a 41,50 milioni di euro, Lettonia con un valore pari a 39,10 milioni di euro. Tuttavia tra i maggiori losers vi sono Regno Unito che ha visto ridurre il valore della produzione di ammontare pari a -1.283,90 milioni di euro, Francia con un valore pari a -1.376,00 milioni di euro, Italia con un valore pari a -3.358,20 milioni di euro e la Spagna con un valore pari a 4.454,40 milioni di euro. Nel complesso il settore in Europa ha perso circa 10,2 miliardi di euro.

Angelo Leogrande

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su