L’industria conciaria in Europa

Ha prodotto 51,9 miliardi di euro nel 2016

industria_conciaria_in_Europa.jpg

L’industria conciaria è cresciuta nel periodo tra il 2008 ed il 2016 di un valore pari a circa 6 miliardi di euro. Con riferimento al 2016 è possibile disporre i dati in ranking. L’Italia è al primo posto con un valore di 28,2 miliardi di euro, seguita dalla Francia con un valore pari a 5,54 miliardi di euro e dalla Spagna con un valore pari a 4,37 miliardi di euro.

cms_14196/1.jpg

A metà classifica si trovano l’Olanda con un valore pari a 372 milioni di euro, seguita dalla Slovenia con un valore pari a 262,5 milioni di euro e dalla Repubblica Ceca con un valore pari a 214,8 milioni di euro. Chiudono la classifica la Lettonia con un valore pari a 4,2 milioni di euro, l’Islanda con un valore pari a 1,7 milioni di euro e Cipro con un ammontare pari a 1,6 milioni di euro.

cms_14196/2.jpg

Di seguito si analizza l’andamento della produzione di valore nell’industria conciaria in Italia, Francia e Spagna nel periodo tra il 2008 ed il 2016.

Italia. Il valore della produzione nell’industria conciaria in Italia è cresciuto nel periodo tra il 2008 ed il 2016. Nel 2008 il valore della produzione nell’industria conciaria italiana è stato pari ad un ammontare pari a 26.982,4 milioni di euro un valore che è diminuito di un valore pari a -6.554,40 milioni di euro ovvero del 24,29% fino ad arrivare ad un valore del 20.428,00 milioni di euro nel 2009. Nel passaggio tra il 2009 ed il 2010 il valore della produzione nell’industria conciaria italiana è cresciuto da un valore pari a 20.428,00 milioni di euro fino ad un valore pari a 23.785,10 milioni di euro ovvero pari ad una crescita di 3.357,10 milioni di euro pari ad una crescita di 16,43%. Nel passaggio tra il 2010 ed il 2011 il valore della produzione dell’industria conciaria in Italia è cresciuto da un valore paria 23.785,10 milioni di euro fino ad un valore pari a 25.561,60 milioni di euro ovvero una variazione pari ad un ammontare di 1.776,50 milioni di euro pari ad una variazione di 7,47%. Nel passaggio tra il 2011 ed il 2012 il valore della produzione nell’industria conciaria italiana è cresciuto da un valore pari a 25.561,6 milioni di euro fino ad un valore pari a 26.441,40 milioni di euro pari aduna crescita di 879,8 milioni di euro pari ad una crescita di 3,44%. Nel passaggio tra il 2012 ed il 2013 il valore della produzione nell’industria conciaria italiana è cresciuto da un valore paria 26.441,40 milioni di euro fino ad un valore pari a 27.803,40 milioni di euro ovvero pari ad una crescita d 1.632,00 milioni di euro pari ad una crescita di 5,5%. Nel passaggio tra il 2013 ed il 2014 il valore della produzione nell’industria conciaria italiana è cresciuto da un valore pari a 27.803,4 milioni di euro fino ad un valore pari a 29.173,90 milioni di euro ovvero pari ad una crescita di 1.370,50 milioni di euro pari ad una crescita di 4,93%. Nel passaggio tra il 2014 ed il 2015 il valore della produzione nell’industria conciaria è diminuito da un valore pari a 29.173,90 milioni di euro fino ad un valore pari a 28.471,2 milioni di euro ovvero una riduzione pari a 702,7 milioni di euro pari a -2,41%. Nel passaggio tra il 2015 ed il 2016 il valore della produzione nell’industria conciaria è diminuito da un valore pari a 28.471,20 milioni di euro fino ad un valore pari a 28.251,10 milioni di euro ovvero pari ad una riduzione di 220,10 milioni di euro pari ad una variazione di 0,77%. Nel passaggio tra il 2008 ed il 2016 il valore della produzione industriale conciaria in Italia è cresciuto di un valore pari a 1.268,70 milioni di euro pari ad una crescita di 4,70%.

cms_14196/4.jpg

Francia. Il valore della produzione dell’industria conciaria in Francia è cresciuto nel periodo tra il 2008 ed il 2016. Nel 2008 il valore della produzione dell’industria conciaria in Francia è stato pari ad un valore di 3.108,3 milioni di euro. Nel passaggio tra il 2008 ed il 2009 il valore della produzione nell’industria conciaria in Francia è diminuito da un valore pari a 3.108,3 milioni di euro fino ad un valore pari a 2.670,9 milioni di euro ovvero pari ad una riduzione di -437,4 milioni di euro pari ad una variazione di -14,07%. Nel passaggio tra il 2009 ed il 2010 il valore della produzione nell’industria conciaria è cresciuto da un ammontare pari a 2.670,9 milioni di euro fino ad un valore pari a 3.121,1 milioni di euro ovvero pari ad una crescita di 450,20 milioni di euro pari ad una crescita di 16,86%. Nel passaggio tra il 2010 ed il 2011 il valore della produzione nell’industria conciaria francese è cresciuto da un valore pari a 3.121,10 milioni di euro fino ad un valore pari a 3.548,70 milioni di euro ovvero pari ad una crescita di 427,60 milioni di euro pari ad una crescita di 13,70%. Nel passaggio tra il 2011 ed il 2012 il valore della produzione nell’industria conciaria in Francia è cresciuto da un valore pari a 3.548,70 milioni di euro fino ad un valore pari a 3.961,00 milioni di euro pari ad una crescita di 412,30 milioni di euro pari ad un valore di 11,62%. Nel passaggio tra il 2014 ed il 2015 il valore della produzione nell’industria conciaria è cresciuto da un valore pari a 4.771,60 milioni di euro fino ad un valore pari a 4.954,00 milioni di euro pari a 182,40 milioni di euro pari ad un valore di 3,82%. Nel passaggio tra il 2015 ed il 2016 il valore della produzione nel settore dell’industria conciaria è cresciuto da un valore pari a 4.954,00 milioni di euro fino ad un valore pari a 5.544,4 milioni di euro ovvero pari ad una crescita di 590,4 milioni di euro pari ad un valore di 11,92%. Nel passaggio tra il2008 ed il 2016 il valore della produzione nell’industria conciaria francese è cresciuto di un valore pari a 2.436,10 milioni di euro pari ad un valore di 78,37%.

cms_14196/4.jpg

Spagna. Il valore della produzione nell’industria conciaria in Spagna è rimasto sostanzialmente costante nel periodo considerato con una variazione marginale. Nel passaggio tra il 2008 ed il 2009 il valore della produzione industriale conciaria spagnola è diminuito da un valore pari a 4.380,50 milioni di euro fino ad un valore pari a 3.473,70 milioni di euro ovvero una variazione pari ad un valore di -906,8 milioni di euro ovvero pari ad un valore di 20,70%. Nel passaggio tra il 2009 ed i 2010 il valore della produzione industriale in Spagna è cresciuto da un ammontare pari a 3.473,7 milioni di euro fino ad un valore pari a 3.887,20 milioni di euro ovvero pari ad una crescita di 413,50 milioni di euro pari ad una crescita di 11,90%. Nel passaggio tra il 2010 ed il 2011 il valore della produzione nell’industria conciaria spagnola è cresciuto da un valore pari a 3.887,20 milioni di euro fino ad un valore pari a 4.142,90 milioni di euro ovvero pari ad una crescita di 255,70 milioni di euro pari ad una crescita di 6,58%. Nel passaggio tra il 2011 ed il 2012 il valore della produzione industriale conciaria spagnola è diminuita di un valore pari a 536,4 milioni di euro ovvero di un valore pari a 12,95% passando da un valore pari a 4.412,90 milioni di euro fino ad un valore pari a 3.606,50 milioni di euro ovvero pari ad una riduzione di 536,40 milioni di euro pari ad una riduzione di 12,95%. Nel passaggio tra il 2012 ed il 2013 il valore della produzione industriale conciaria spagnola è cresciuta da un valore pari 3.606,50 milioni di euro fino ad un valore pari a 3.877,90 milioni di euro ovvero pari ad una crescita di 271,40 milioni di euro pari ad una crescita di 7,53%. Nel passaggio tra il2013 ed il 2014 il valore della produzione dell’industria conciaria spagnola è cresciuto da un valore pari a 3.877,90 milioni di euro fino ad un valore pari a 4.322,20 milioni di euro ovvero pari ad una crescita di 444,30 milioni di euro pari ad una crescita di 11,46%. Nel passaggio tra il 2014 ed il 2015 il valore della produzione dell’industria conciaria spagnola è cresciuto da un valore pari a pari a 4.332,20 milioni di euro fino ad un valore pari a 4.555,50 milioni di euro ovvero pari ad una crescita di 233,30 milioni di euro pari ad una variazione di 5,40%. Nel passaggio tra il 2015 ed il 2016 il valore della produzione nell’industria conciaria è diminuito da un valore pari a 4.555,5 milioni di euro fino ad un valore pari a 4.374,0 milioni di euro ovvero pari ad una riduzione di 181,50 milioni di euro pari ad un valore di -3,98%. Nel complesso del periodo considerato il valore della produzione nell’industria conciaria è diminuito di un valore pari a 6,5 milioni di euro pari ad un valore di -0,15%.

cms_14196/5.jpg

Conclusioni. Il valore della produzione dell’industria conciaria in Europa è cresciuto nel periodo tra il 2008 ed il 2016. Tuttavia vi sono alcuni paesi winners e dei paesi losers. Tra i winners certamente possiamo considerare la Francia con un valore pari a 2.436,10 milioni di euro nel periodo tra il 2008 ed il 2016, seguita dall’Italia con un valore pari a 1,2 miliardi di euro e dal Portogallo con un valore pari a 0,8 miliardi di euro. Tuttavia vi sono anche dei losers come per esempio la Grecia che ha fatto segnare un valore pari a -124,8 milioni di euro, la Norvegia con un valore pari a 39,9 milioni di euro e la Repubblica Ceca pari a un valore di -7,1 milioni di euro.

cms_14196/6.jpg

Tuttavia occorre considerare che la crescita dell’industria conciaria è in controtendenza rispetto alla contrazione sia del settore del tessile che del settore della produzione di prodotti di abbigliamento in Europa. Il nesso tra l’allevamento degli animali da concia e l’industria conciaria è certamente una chiave che può spiegare questo particolare successo commerciale del settore in Europa. Pertanto è molto probabile che i sussidi all’allevamento degli animali da concia si traduca di fatto anche in un sussidio generalizzato nei confronti delle aziende conciarie facendone incrementare il valore della produzione.

Angelo Leogrande

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su