L’economia del coronavirus in Italia (11 analisi)

Il tasso di crescita dell’epidemia è al 14,59%. Raddoppia ogni 115 ore circa

1584741085Copertina.jpg

I dati relativi alla diffusione del Coronavirus sono rappresentati di seguito con una analisi di quelle che sono anche le caratteristiche economico-finanziarie del fenomeno. I numeri relativi ai casi, ai morti ed ai guariti sono certi in quanto derivano dalle rilevazioni che vengono predisposte dalla Protezione Civile.

I dati relativi alla dimensione economico-finanziaria del fenomeno sono calcolati come delle stime sulla base di quello che è il valore della vita umana, ovvero lo Human Life Cost-HLC[1]. In modo particolare il valore della vita umana, anche indicato come Life Value varia in base ad un insieme di variabili, ed in senso ampio, per quanto riguarda il mondo occidentale a reddito medio-alto, è stato stimato in un range che va dai 4 milioni di dollari in Nuova Zelanda, fino ai 9 milioni di dollari in USA. Sulla base anche delle indicazioni relative all’attribuzione di valore della vita umana che sono contenute nel libro di Felix Martin intitolato “Denaro” [2], il valore della vita umana in Italia è stato approssimato a circa 5.000.000,00 di euro. Pertanto, ciascun individuo che è risultato portatore della patologia viene ad essere potenzialmente liquidato con un ammontare di 5.000.000,00 di euro. Chiaramente il valore è una misura del danno che si manifesta in caso di eventi gravi ed altamente imprevedibili, come sono appunto le crisi e le pandemie.

cms_16654/Foto_1.jpg

cms_16654/Foto_2.jpg

Figura 1. Variabili sanitarie del modello con predizione dal 20/03/2020 al 22/03/2020.

cms_16654/Foto_3.jpg

Figura 2. L’economia del coronavirus in Italia. Dati: Protezione Civile ed elaborazioni.

Il risultato è tale da manifestare che in data 20/03/2020 è stato perso un valore cumulato pari a 355,2 miliardi di euro ovvero pari al 19,86% del PIL, equivalente ad un valore pro-capite di 5.881,62 euro. Complessivamente, il valore che è stato perduto corrisponde ad un detrimento di reddito per circa 11.997.636 italiani.

Data 20/03/2020. Il tasso di crescita del coronavirus è diminuito nelle ultime 24 ore. Esso è infatti passato dal 14,90% del 19/03/2020 al 14,59% del 20/03/2020 ,con una crescita da 41.035 unità fino a 47.021 unità. Il numero dei morti è pari a 4.032 unità. Il tasso di mortalità è pari all’8,57%, mentre il tasso di guarigione è dell’10,91%.

Predizione in data 20/03/2020. La crescita ha subito una debole accelerazione. Ai tassi seguenti si verifica un raddoppio ogni 115 ore circa.

cms_16654/Foto_4.jpg

cms_16654/Foto_5.jpg

cms_16654/Foto_6.jpg

cms_16654/Foto_7.jpg

cms_16654/Foto_8.jpg

cms_16654/Foto_9.jpg

L’intervento del governo. Il governo ha stanziato circa 25 miliardi di euro. Il valore risulta essere assolutamente insufficiente se paragonato alla perdita in borsa che si è verificata dal 17/02/2020 con riferimento FTSE MIB e con riferimento alla perdita dell’economia reale stimata alla data del 15/03/2020. Ne deriva che l’intervento del governo è pari a circa il 7% della somma delle perdite finanziarie e di economia reale che si sono verificate a seguito della crisi.

cms_16654/Foto_10.jpg

L’andamento dell’indice FTSE MIB. L’indice FTSE MIB ha perso circa 232 miliardi di euro tra il 24/02/2020 ed il 18/03/2020, ovvero cumulativamente circa il 46,17% del valore della capitalizzazione delle imprese quotate nel medesimo indice.

cms_16654/Foto_11.jpg

Figura 3.Andamento dell’indice FTSE MIB.

I dati internazionali.

cms_16654/Foto_12_.jpg

Figura 4. La diffusione internazionale del virus. Fonte: https://www.worldometers.info/coronavirus/

I dati a livello internazionale mostrano la crescita del fenomeno e la diffusione nei vari contintenti. Allo stato attuale sono più di 150 i paesi nel mondo che hanno avuto almeno 1 caso di contagio.

La classifica totale dei contagi vede la Cina al primo posto con un valore pari a 80.967 casi, seguita dall’Italia con 47.021 casi e dalla Spagna con 20.412 casi. A metà classifica si trovano la Svizzera con un valore pari a 5.369 unità, il Regno Unito con un valore pari a 3.983 unità e l’Olanda con un valore pari a 2.994. Agli ultimi posti si trovano Canada, Australia e Repubblica Ceca con un valore pari a 924 unità, 876 unità e 833 unità.

Deceduti. Nella classifica internazionale dei deceduti al primo posto vi è l’Italia con un valore pari a 4.032 unità, seguita dalla Cina con un valore pari a 3.248 unità e dall’Iran con un valore pari a 1.433. unità. A metà classifica si trova il Regno Unito con un valore pari a 177 unità, seguito dall’Olanda con un valore pari a 106 unità e dalla Corea del Sud con un valore pari a 94 unità.

Guariti. La classifica del numero dei guariti vede al primo posto la Cina con un valore pari a 71.150 unità, seguita dall’Iran con un valore pari a 6.475 unità e dall’Italia con un valore pari a 5.129 unità. Agli ultimi posti si trova la Malaysia con un valore pari a 87 unità, seguita dallo UK con 65 unità e dall’Iraq con 49 unità.

Perdita economica. La perdita economica valutata, sulla base del valore della vita umana, è pari a circa di 1200 miliardi di euro in data attuale (20/03/2020).

____________________________

1https://www.worldometers.info/coronavirus/#countries

________________________________

[1] https://www.theglobalist.com/the-cost-of-a-human-life-statistically-speaking/

[1] https://www.amazon.it/Denaro-storia-quello-capitalismo-capito-ebook/dp/B00IEOFYZU

______________________________

Pubblicazioni precedenti

L’economia del coronavirus in Italia (1 analisi)

http://www.internationalwebpost.org/contents/L%E2%80%99economia_del_coronavirus_in_Italia_16491.html#.Xmh7QnJKiUk

L’economia del coronavirus in Italia (2 analisi)

http://www.internationalwebpost.org/contents/L%E2%80%99economia_del_coronavirus_in_Italia_(2_analisi)_16505.html#.XmnRvHJKiUk

L’economia del coronavirus in Italia (3 analisi)

http://www.internationalwebpost.org/contents/L%E2%80%99economia_del_coronavirus_in_Italia_(3_analisi)_16522.html

L’economia del coronavirus in Italia (4 analisi)

http://www.internationalwebpost.org/contents/L%E2%80%99economia_del_coronavirus_in_Italia_(4_analisi)_16538.html

L’economia del coronavirus in Italia (5 analisi)

http://www.internationalwebpost.org/contents/L%E2%80%99economia_del_coronavirus_in_Italia_(5_analisi)_16554.html

L’economia del coronavirus in Italia (6 analisi)

http://internationalwebpost.org/contents/L%E2%80%99economia_del_coronavirus_in_Italia_(6_analisi)_16573.html

L’economia del coronavirus in Italia (7 analisi)

http://www.internationalwebpost.org/contents/L%E2%80%99economia_del_coronavirus_in_Italia_(7_analisi)_16578.html

L’economia del coronavirus in Italia (8 analisi)

http://www.internationalwebpost.org/contents/L%E2%80%99economia_del_coronavirus_in_Italia_(8_analisi)_16601.html

L’economia del coronavirus in Italia (9 analisi)

http://www.internationalwebpost.org/contents/L%E2%80%99economia_del_coronavirus_in_Italia_(9_analisi)_16610.html

L’economia del coronavirus in Italia (10 analisi)

http://www.internationalwebpost.org/contents/L%E2%80%99economia_del_coronavirus_in_Italia_(10_analisi)_16632.html

Angelo Leogrande

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos


App