L’ITALIA VINCE ANCORA!

Allo “Juventus Stadium” entra Chiesa nel secondo tempo e gli Azzurri si impongono 2-1 sulla Bosnia di Dzeko e Pjanic

EURO_200_Italia_vince_ancora_12_6_19.jpg

L’Italia vince in rimonta contro la Bosnia e porta a 12 i punti nel Gruppo J di qualificazione a Euro-2020. Non è stato facile battere i bosniaci, venuti a Torino con l’intento di rovinare la festa ai tifosi italiani. Gli Azzurri vanno in svantaggio nel primo tempo, facendo molta fatica a contenere le ripartenze di Dzeko; ma nella ripresa, grazie anche all’inserimento di Chiesa al posto di uno spento Quagliarella, cambia il ritmo e il registro di gioco della squadra allenata da Roberto Mancini che dichiara ai microfoni di Rai Sport: “Le partite sono tutte difficili quando giochi a fine campionato. Sapevamo che sarebbe stata abbastanza difficile. Nel primo tempo siamo stati troppo larghi, ma poi siamo andati migliorando. Abbiamo rischiato qualche contropiede, ma nel secondo tempo abbiamo dominato”. Migliore in campo, Lorenzo Insigne autore della rete del pareggio e dell’Assist per il gol di Verratti. La classifica vede la nostra nazionale ben salda in testa a punteggio pieno, seguita dalla Finlandia 9pt, vittoriosa 2-0 nel Liechtenstein 0pt, dall’Armenia 6pt, andata a vincere ad Atene per 3-2, Grecia e Bosnia 4pt.

cms_13125/Foto_1.jpg

LA GARA

l’Italia non perde in casa da 49 partite consecutive. Solo un precedente con la Bosnia: un’amichevole persa 1-2 dagli Azzurri a Sarajevo nel novembre 1996. Formazioni entrambe con il 4-3-3. Quagliarella, Bernardeschi e Gianluca Mancini sono le novità di Roberto Mancini, mentre Robert Prosinecki, oltre a ritrovare Pjanic dopo la squalifica, mette Gojak sulla trequarti al posto di Duljevic. Arbitra lo spagnolo Javier Estrada Fernandez

cms_13125/Foto_2.jpg

PRIMO TEMPO - Al 2’ sinistro rasoterra di Barella da fuori area, palla a 1 metro dal palo. Al 7’ Chiellini serve Emerson che mette in mezzo per Barella che non riesce ad arrivare. Al 19’ la Bosnia in contropiede sfiora il gol con Visca, Bonucci ci mette il piede e devia la palla in angolo. Al 31’ Bosnia in vantaggio con Dzeko dopo un bello scambio tra Besic e Visca. Al 40’ Occasione per l’Italia: destro di Quagliarella dal limite, palla deviata in angolo da Sehic. Ammoniti Jorginho, Besic e Bonucci per proteste. Si va all’intervallo con il vantaggio della Bosnia per 1-0.

SECONDO TEMPO

Chiesa in campo al posto di Quagliarella. Al 48’ l’Italia riparte subito con il pareggio grazie al gran destro al volo a fil di palo di Lorenzo Insigne su assist dal corner di Bernardeschi. Al 56’ grande parata di Sirigu che alza sulla traversa il destro ravvicinato di Visca. Al 58’ splendida azione di Dzeko che dribbla Chiesa e Mancini, ma il suo tiro viene ribattuto. Al 69’ occasione Italia con Insigne di testa su cross di Barella, Sehic devia in angolo. Al 71’ ancora Italia vicina al gol: angolo di Bernardeschi, si inserisce Chiellini, ma il suo potente colpo di testa viene respinto da Sehic. All’85’ rete di Verratti con gran bel colpo da biliardo, dopo l’assist di Insigne. Al 90+4’ contropiede di Chiesa che serve Insigne che calcia di poco a lato. Finisce 2-1. Ammoniti Saric e Dzeko.

cms_13125/Foto_3.jpg

ANALISI DELLA PARTITA

Nei primi 45 minuti, dura poco il pressing alto degli Azzurri. Il centrocampo italiano fa molta fatica a costruire per il tridente di attacco. Solo una conclusione per Fabio Quagliarella. La Bosnia dopo 15 minuti di gioco prende confidenza chiudendo bene gli spazi e rendendosi molto pericolosa nelle ripartenze con Dzeko che torna alla rete con la propria nazionale dopo 5 partite. Si riprende con l’ingresso in campo di Chiesa che tiene alti i ritmi in fase di attacco; anche se si continua a faticare a difendersi sulle ripartenze bosniache. Dopo 10 minuti dall’inizio della seconda frazione di gioco, la Bosnia inizia a subire maggiormente la pressione sulle fasce con Emerson e Chiesa. Intanto Verratti, così come nel primo tempo, continua a non trovare lucidità nello sviluppare il gioco. A 15’ dal termine i bosniaci tirano i remi in barca, puntando al pareggio, e l’Italia ne approfitta iniziando a manovrare nella metà campo trovando spazi per gli inserimenti di insigne e Chiesa.

(Photo courtesy - uefa.com)

Umberto De Giosa

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su