L’ANGOLO DELLA BELLEZZA

ERITEMA SOLARE: COME CURARLO

ERITEMA_SOLARE.jpg

L’eritema solare è quel fastidioso problema che può presentarsi sulla nostra pelle quando esageriamo nell’esposizione al sole senza utilizzare un’adeguata protezione solare. Di solito si manifesta quando la nostra pelle possiede poca melanina o comunque durante le prime esposizioni, quando l’epidermide è poco abbronzata e quindi più fragile e predisposta ad ustionarsi. L’eritema solare si caratterizza generalmente con pelle arrossata e irritata, con bolle pruriginose estremamente sensibili al tatto che si formano soprattutto sulla zona décolleté, sul collo, sulle braccia o sul contorno occhi. Si tratta di vere e proprie ustioni che possono essere di primo o secondo grado, accompagnate talvolta da episodi di febbre, nausea, vomito e in alcuni casi anche da abbassamento di pressione e perdita di conoscenza. Le cause che determinano questo doloroso inconveniente non sono semplici da individuare: potrebbe essere causato dall’ipersensibilità nei confronti di alcuni farmaci, da fattori legati all’ambiente o addirittura da infezioni come l’Herpes, di cui abbiamo parlato la settimana scorsa.

cms_10014/2.jpg

L’eritema solare scompare abbastanza velocemente, nell’arco di cinque o sei giorni al massimo, anche se le zone colpite rimangono particolarmente sensibili per diversi giorni. Ma la cosa più importante da ricordare è che esso aumenta notevolmente il rischio di melanoma e di invecchiamento precoce della pelle, oltre a favorire la comparsa di antiestetiche macchie solari, tanto temute dalle donne. A tutto questo, comunque, c’è un rimedio: possiamo intervenire con l’utilizzo di prodotti assolutamente naturali utili a lenire rossore, bruciore e prurito, favorendo così una rapida guarigione. A tal scopo, potremo far uso di un ortaggio che tutti abbiamo in casa: la patata, che, applicata sulle zone interessate, aiuta a decongestionare la pelle irritata calmando immediatamente il dolore.

cms_10014/3.jpg

Un altro rimedio molto efficace è costituito dall’amido di riso, da distribuire direttamente sulla parte interessata o con l’aiuto di un panno umido o mescolato con acqua fino a formare una pasta. Altra soluzione potrebbe essere l’utilizzo del burro di karitè, ideale per ammorbidire e curare le scottature. Basta scioglierne la giusta quantità tra le mani, spalmandola sulle zone interessate.

cms_10014/4.jpg

Per prevenire l’eritema è importante mantenere il più possibile la pelle idratata, sia dall’esterno, con l’uso di creme protettive specifiche adatte al vostro fototipo, sia dall’interno, bevendo tanta acqua nell’arco della giornata. Inoltre è consigliabile assumere, almeno un mese prima dell’esposizione solare, antiossidanti utili a proteggere e preparare la nostra pelle, come la vitamina C e la vitamina E.

Anna Di Fonzo

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos


App