L’AMORE VINCE SEMPRE LAMENTO, DISONESTA’, FALSITA’ E INETTITUDINE

L_AMORE_VINCE_SEMPRE.jpg

C’è nell’aria un lamento penetrante che, purtroppo, diventa un mostro sempre più grosso e difficile da sconfiggere. S’alza con l’idea di passare la giornata a sbuffare e rincorrere le difficoltà con impegno. La mattina cade dal letto senza ritegno, pur avendo tutto ciò di cui ha bisogno. E’ decisamente noioso e faticoso da sopportare. Si prende la libertà di massacrare gli altri a causa della sua incapacità di rialzarsi ad ogni caduta e di tirarsi su le maniche per farcela. Non è un singolo mostro ma una totalità di persone passive e svogliate, pronte a schiacciare il prossimo con furbizia malriposta ed egoismo estremo.

cms_13345/2.jpg

Insomma, un calcio nel sedere a chi desidera ardentemente riuscire e, comunque, nonostante i contraccolpi, arriva alla meta. Che poi, a dir la verità, da un lato vive l’Italia che s’è arresa, quella dei lamenti quotidiani, dall’altro combatte il Paese che crede nella forza di volontà e nel cambiamento positivo. Per quanto si dica, le persone capaci e in gamba raggiungono il punto d’arrivo prefissato, sconfiggendo lo svogliato di turno. Sono forti perché trascorrono il tempo in attività costruttive e intelligenti piuttosto che scontrarsi con gli altri, preferiscono darci dentro, dedicarsi con rispetto al proprio IO senza cadere nella trappola della vendetta o dell’invidia. In primis, credono ciecamente in se stesse e questo è il motivo per il quale investono energie nella costruzione personale con l’obiettivo di sfruttare un’unica esistenza in maniera ottimale e utile.

cms_13345/3.jpg

Diciamocelo, abbattere un altro per raggiungere i proprio scopi, è un modus operandi che denota una incapacità di fondo. Nessuno escluso. Coloro che decidono di prendere delle scorciatoie a scapito di un altro essere umano sono semplicemente privi di capacità, sicurezza e autostima. Si tratta di erba nociva che inquina il pianeta con cattiveria e irresponsabilità e che, prima o poi, fallisce ritrovandosi in compagnia della sua sporca coscienza. Una brutta fine, forse la peggiore. Così è spiegata la ragione della vittoria del bene che, anche dopo anni, premia colui che resiste con tenacia. Ecco perché al momento della scelta conviene stare coscienziosamente dalla parte del bene e non dell’apparente vincitore momentaneo. L’amore vince su tutto.

Alessia Gerletti

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su