In cammino:speranze di nuova Umanità

L’uomo “pellegrino/viandante” sulle strade del mondo

1577334465In_cammino_verso_Umanità.jpg

L’umanità è in cammino !Tutta la Terra è attraversata dal fenomeno planetario delle migrazioni dei popoli,ormai trasversale a tutte le società senza distinzione alcuna. Dai luoghi più lontani dei continenti,a margine delle economie più industrializzate,in Africa e America Latina, in cui imperano povertà,carestie con tanti esseri che muoiono di fame; ai luoghi in cui si assiste al graduale impoverimento delle famiglie che intravedono per loro e per i figli il pericolo di una vita incerta e lavorativa precaria.

cms_1633/fuga_cervelli.jpg

Alcuni scelgono di lasciarsi alle spalle il passato con la speranza di costruire altrove un futuro migliore. Altri fuggono costretti da sanguinose guerre,da dittature con lo spettro e la paura dell’ignoto per nuove terre,rimpiangendo il passato delle loro radici,il tranquillo scorrere nei luoghi dove la vita poteva essere “diversa”.

cms_1633/fuga-di-cervelli.jpg

L’umanità in cammino nel pianeta,l’uomo “pellegrino/viandante” sulle strade del mondo:uomini con le proprie identità e caratteristiche diverse ma accomunati da un medesimo destino. Nell’attraversare le terre lasciano la propria impronta e ci ricordano, nel loro presente, un passato che forse anche a noi è appartenuto per nuove e vecchie persecuzioni dell’umanità!Essi si prodigano a “cercare di costruire il futuro per restituirlo alle generazioni salvaguardato e non depauperato da nessuno diritto riconosciuto all’uguaglianza, non spoglio di ogni possibilità di sviluppo economico, senza discriminazioni!

cms_1633/images.jpg

Non è solo un percorso fisico,di integrazione ,è anche un percorso interiore: se un uomo si allontana dalle sue origini è perché cerca di raggiungere la propria dignità perduta, per causa di governi dittatoriali che cercano di assoggettare menti e corpi al loro potere! In quegli occhi l’ attesa,lo sfinimento,la rabbia e la fierezza e la speranza di una vita diversa da quella già vissuta. E nella costrizione ,in quello spezzare le radici dal proprio paese che ,essi le ritrovano in altri occhi: quelli dei loro figli,dei tanti bambini!Nei loro visi, nei loro occhi così dolcemente ingenui carichi di aspettative.

Angelina Bibba

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos


App