I piani della Lega

Nuovi possibili scenari politici

piani_della_Lega.jpg

Dopo il mancato accoglimento della mozione di sfiducia presentata dal centro destra , da parte del senato, lo scorso 14 agosto, l’impulsività salviniana sembra lasciare spazio alla strategia. Il vicepremier Matteo Salvini avrebbe deciso infatti di cedere sul taglio dei parlamentari, argomento su cui da tempo il M5S mantiene man forte, accettando di procedere al voto circa la riforma per poi dare avvio al processo elettorale. “In tantissimi chiedono che non ci siano giochini di palazzo, governi tecnici. La via maestra, democratica, trasparente, lineare, è quella delle elezioni”, afferma il leader del Carroccio. “Stiamo facendo tutto il possibile - ha aggiunto - perché gli italiani possano votare. No a governi strani, prima si vota, meglio è.” Continuando quindi a premere sull’innesco di una crisi di governo, il ministro dell’Interno, intervenuto a ’Non Stop News’ su Rtl 102.5, conferma che il piano della Lega è quello di sfiduciare il presidente del consiglio Conte il prossimo 20 agosto. La tensione è altissima sul fronte M5S ; sul blog pentastellato si può leggere la critica sollevata nei confronti di Salvini e dei 7 ministri leghisti favorevoli alla sfiducia, i quali per coerenza dovrebbero prima ancora di pensare di sfiduciare un governo di cui fanno parte, per una questione di coerenza, rinunciare al proprio ruolo.

cms_13844/2.jpg

Intanto movimenti paralleli si avvertono sull’asse Pd-Movimento 5 Stelle. Si intensificano infatti i contatti tra le due forze politiche e non è da escludere a prescindere una nuova maggioranza, ma non ci si può sbilanciare in quanto già si delineano posizioni differenziate a riguardo e il solo pensiero di un accordo del genere pare complicato. Si pensi che mentre l’ex ministro Delrio dichiare di non essere « pregiudizialmente contrario » alla possibilità di un governo Pd- M5S, la vice segretaria Paola De Micheli, preferisce non sbilanciarsi, affermando che :“Per ora ci sono normali contatti tra colleghi in Aula”. Piuttosto che fantasticare su ipotesi dai profili talvolta inconciliabili con la realtà dei fatti, si attende con ansia il 20 agosto, giorno in cui sono previste le dichiarazioni riassuntive del presidente del Consiglio Conte, circa l’incontro dei capigruppo.

Federica Scippa

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos


App