ITALIA MISTERIOSA

ROMA

ITALIA_MISTERIOSA_ROMA_P_VARESE.jpg

Roma. La capitale d’Italia, la Caput Mundi al tempo degli antichi romani. Tutti la conoscono, nel bene e nel male, ma proviamo a fare un breve riassunto storico di questa città che ha visto di tutto: imperatori, papi, santi, dittatori, rivoluzionari, divi del cinema e politici. Venne fondata, almeno secondo la tradizione, da Romolo, dopo una disputa col fratello Remo, il quale venne ucciso dal consanguineo in un atto che verrà poi visto come un sacrificio necessario. Si tramandano i nomi di 7 re iniziali, più o meno ricordati a stento, come quelli dei 7 nani: ne manca sempre uno! I nomi di questi primordiali regnanti sono Romolo, appunto, e poi Numa Pompilio, Tullio Ostilio, Anco Marzio, Tarquinio Prisco, Servio Tullio e Tarquinio il Superbo, che venne espulso dalla città prima dell’instaurazione di una repubblica oligarchica. Dal III secolo iniziò la conquista dei Paesi affacciati sul Mediterraneo, con le guerre puniche e quelle macedoniche, tanto studiate durante i primi anni di scuola, ma di cui pochi ricordano effettivamente i dettagli.

cms_7676/foto_2.jpg

Di secolo in secolo, il potere della città crebbe sempre di più, e intanto si iniziò a diffondere una nuova religione, il cristianesimo. Il momento decisivo in cui la religione cattolica si impose sulle altre si ebbe con Costantino e il suo editto di Milano, risalente al 1313, in cui si concedeva libertà di culto ai cristiani. Lo stesso Costantino - figlio di quella Elena poi divenuta Santa, portatrice di segreti e reliquie - costruì diverse basiliche, per poi consegnare il potere a Papa Silvestro I, andando a fondare una nuova capitale a Costantinopoli, l’attuale Istanbul.

In seguito ad altre dispute imperiali, Roma rimase la città del Papa, mentre la capitale dell’Impero Romano d’Occidente divenne Ravenna. Questa divisione lasciò Roma sguarnita, esposta alla mercé dei barbari Visigoti, dei Vandali, e poi ancora dai mercenari di Ricimero. Questa distruzione si ebbe nel giro di pochissimi anni, dal 410 al 472, finché, con la deposizione dell’ultimo imperatore fantoccio, Romolo Augustolo, nel 476, si entrò nell’era medievale. Eppure contro i Visigoti venne chiesto l’aiuto di un nobile e potente condottiero romano di stanza in Britannia, tale Riotamo, che molti storici di epoca successiva hanno identificato con Re Artù. Leggende nella storia, come spesso accade parlando di Roma.

Roma, nel frattempo, era sempre più governata dai Papi, perlomeno in senso spirituale, perché in realtà furono i goti e i bizantini a comandare su un territorio sempre più malridotto, fantasma delle glorie passate. Ancora i papi divennero tessitori di trame per riportare la città al centro dell’attenzione, e con l’incoronazione di Carlo Magno, nella Basilica di San Pietro in Vaticano, la notte di Natale dell’800, si ottenne il riconoscimento di centro religioso del Sacro Romano Impero. Una nuova lotta tra il papato e il neo instaurato Comune Consolare segnò una leggera crisi, anche perché i nobili, protettori del papato, erano spesso in contrasto tra loro stessi finché, con una mossa tesa a rivitalizzare le finanze vaticane ma anche per attrarre nuovi cittadini da integrare, Bonifacio VIII proclamò, nel 100, il primo Giubileo. Si considera che la città venne visitata da circa 2.000.000 di pellegrini in quel periodo, e, non fosse stato per l’involuzione dovuta alle lotte nobiliari, che portò il numero degli abitanti a 20.000, Roma avrebbe potuto godere di una rinascita anticipata.

cms_7676/foto_3.jpg

Nel 1527 si registrò l’ennesimo saccheggio della città da parte delle truppe mercenarie dei Lanzinecchi, agli ordini di Carlo V, e l’inizio dell’età barocca, con una nuova impronta sia a livello urbanistico che architettonico. Gli eventi dal 1600 in poi sono storia nota: il Rinascimento, Napoleone e, finalmente, Roma, con gli americani, l’Hollywood sul Tevere e tutto quanto oggi conosciamo e abbiamo sotto gli occhi. Ma Roma è molto altro, è storia segreta, monumenti scomparsi o semplicemente nascosti, cimiteri sconosciuti e culti di Iside e Mitra. Forse la piccola digressione storica sarà apparsa superflua a qualcuno, ma in realtà era necessaria per comprendere alcune realtà che andremo a scoprire nel nostro breve tour della Capitale, in questa Italia Misteriosa.

Paolo Varese

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos


App