IL NOTEVOLE IMPEGNO DEL MINISTERO DELLA DIFESA IN FAVORE DELLE POPOLAZIONI COLPITE DAL SISMA.

In campo oltre 800 militari dell’Esercito, dell’Aeronautica, dei Carabinieri e specialisti del Policlinico del Celio

TERREMOTO_COPERTINA.jpg

AMATRICE (Rieti) - Da luoghi dell’anima a macerie. È la tristissima realtà che il fato ha designato per le fervide, operose ed ospitali Amatrice, Accumoli e Arquata Del Tronto. Ma la vita continua. E, grazie a Dio, apprendiamo dall’Area Stampa del Ministero della Difesa che, sui luoghi dell’implacabile sisma che dal 24 agosto va squassando il territorio ricompreso tra le regioni Lazio, Umbria e Marche, il Comparto ha messo in campo il personale e gli assetti specialistici meglio addestrati e, quindi, più idonei al soccorso della popolazione. Una boccata di ossigeno per i terremotati; uno scatto imponente di solidarietà per chi soffre ed ha perso anche il tetto sotto cui ricoverarsi. Un sollievo per tutti scattato simultaneamente alla richiesta che la Protezione Civile ha emanato allo scoccare dell’emergenza. Ebbene si? Appena il tempo, quindi, di inquadrarsi ed in qui luoghi di dolore, sono cominciate ad affluire le colonne dell’ E.I. con gli attrezzatissimi contingenti. Ed è stato un continuum di interventi mirati e di operazioni effettuate da autentici specialisti dell’intervento in tutta la zona del cratere costellata, verosimilmente, di estreme criticità.

cms_4459/foto_2.jpg

<< E fin dal primo momento -informa l’Ufficio Stampa della Difesa- i nostri militari sono stati presenti per soccorrere la popolazione di Amatrice, Accumuli ed Arquata e dei tanti borghi contigui, devastati dagli effetti del terremoto, soccorrere i feriti ed i richiedenti aiuto, sostenere gli sfollati con i generi di prima necessità, prestare aiuto alle persone in pericolo, mettere in sicurezza la viabilità e scongiurare fughe di gas ed acqua, ecc. ecc. >> In primis, sono intervenuti i Carabinieri (IV Forza Armata) effettivi delle stazioni locali ai quali si sono successivamente aggregati i soldati dei Reparti di stanza nelle Caserme più vicine alle zone colpite dal sisma tra i quali gli attrezzatissimi contingenti della Scuola Interforze per la difesa NBCr di Rieti e del 235° reggimento addestramento volontari “Piceno” di Ascoli. <> Tutti in fibrillazione. Un fervore in crescendo al servizio del cittadino che obbliga ed ha sollecitato l’ impegno: senza riserva delle migliori risorse delle Forze Armate. Ma non basta. Il 26 agosto, infatti, agli oltre 300 uomini della Difesa già attivi tra le macerie scomposte, in continuo spostamento tra la polvere, sono state aggregate ulteriori 200 unità tratte dagli alpini del 9° reggimento di stanza a l’Aquila, dai Lancieri di Montebello e dai Granatieri di Sardegna che hanno elevato a 500 la consistenza delle risorse ingaggiate dall’Esercito.>>

cms_4459/foto_3.jpgFinché, dopo il consueto sopralluogo che il sensibile Generale di C. d’A. dottor Tullio Del Sette -Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri- e del suo staff, è solito effettuare sul posto dell’emergenza, sono provvidenzialmente giunti in loco altri 300 carabinieri. Ben addestrati ed equipaggiati di tutto punto i CC, dopo essersi stremati nelle operazioni di soccorso, hanno provveduto a garantire la sicurezza degli uomini in particolare e della proprietà in generale… contro gli sciacalli. Purtroppo … sono cose che succedono ! Tutto questo, ovviamente, senza sottacere l’altrettanto lodevole impegno profuso da tutti gli altri uomini e le donne di buona volontà, dai sacerdoti e dalle comunità religiose, dalle varie strutture militari e civili, con o senza stellette, dai volontari e dai tantissimi giovani che si stanno snervando h 24 a vantaggio dell’unico e solo scopo di aiutare e salvare. Senz’altro un maxi organico a 24 karati: eccellente e di raffinata qualità: ben coordinato e funzionale come un orologio svizzero. Certamente una mega squadra motivata e dedita esclusivamente a supportare la popolazione colpita e attonita. Un pool che, per la dimostrata capacità di intervento e la serietà professionale, sta meravigliando il mondo intero. Una flotta a completa disposizione del nostro territorio martoriato dal tremendo cataclisma che merita rispetto, vicinanza e il massimo apprezzamento.

Giancarlo Giulio Martini

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos


App