IL MILAN VINCE A BOLOGNA. L’INTER, IN TESTA, SALE A +2 SULLA JUVE

UNA SUPER LAZIO COSTRINGE SARRI AL PRIMO KO STAGIONALE. PARI, INVECE PER IL NAPOLI

CALCIO_SERIE_A_9_12_2019.jpg

La quindicesima giornata del campionato di serie A si apre con il pareggio a reti inviolate tra Inter e Roma. I nerazzurri, alle prese con i tanti infortuni e alla viglia di un match decisivo in Champions League contro il Barcellona sfiorano il vantaggio in diverse occasioni, ma il risultato resta ancorato sullo 0-0.

cms_15208/2_Inzaghi_Adnkronos.jpg

Non ne approfitta la Juventus che, anzi, allo stadio “Olimpico” di Roma, conosce la prima sconfitta stagionale per mano di una forte Lazio – e di un grande Inzaghi - che vince in rimonta 3-1 grazie alle reti di Luiz Felipe, Milinkovic-Savic e Caicedo. Di Ronaldo, invece, la rete del momentaneo vantaggio bianconero. Da segnalare, inoltre, l’espulsione di Cuadrado sul risultato di parità e l’errore dal dischetto di Immobile quando si era sul 2-1.

Non recupera terreno neppure il Napoli fermato al “Dacia Arena” di Udine sul risultato di 1-1. Al gol di Lasagna nel primo tempo risponde Zielinski per gli ospiti nella ripresa. Nei minuti finali della gara la squadra partenopea resta in dieci per l’espulsione di Maksimovic, ma l’Udinese non ne approfitta. Il Napoli, così, nel resta ancora lontano dalla zona Champions.

cms_15208/3_gasperini_adnkronos.jpg

Si riavvicina all’Europa che conta, invece, l’Atalanta di Gasperini che in casa batte in rimonta un battagliero Verona per 3-2. Le reti sono state realizzate da Di Carmine (doppietta) per i veneti e da Malinovsky, Muriel (c.d.r.) e Djimsiti - quando l’Atalanta era in superiorità numerica per l’espulsione del gialloblù Dawidowicz - per i nerazzurri.

Conquista l’intera posta in palio anche il Torino che in casa batte la Fiorentina 2-1 grazie alle reti, una per tempo, di Zaza e Ansaldi. Tardiva la reazione della Fiorentina che accorcia nei minuti di recupero con Caceres.

Con un gol di Kucka nel primo tempo vince anche il Parma. Ne fa le spese una sfortunata Sampdoria che colpisce una traversa e sbaglia un calcio di rigore con Quagliarella. Con questo successo gli emiliani raggiungono il Napoli al settimo posto in classifica.

Avvincente anche la lotta per non retrocedere dove il Brescia si impone sul campo della Spal per 1-0 grazie alla rete messa a segno nella ripresa da un rigenerato Balotelli. Sul finire di gara la Spal sbaglia un calcio di rigore con Petagna.

Finisce 2-2, invece, l’altra sfida salvezza tra Lecce e Genoa. Al doppio vantaggio rossoblù con Pandev e Criscito (c.d.r.) nel primo tempo risponde la squadra di casa con Falco e Tabanelli nella ripresa. Da segnalare le espulsioni dei genoani Agudelo (sull’1-2) e di Pandev (sul 2-2) che hanno costretto il Genoa a giocare nei minuti finali addirittura in nove.

Stesso risultato anche tra Sassuolo e Cagliari con i sardi che, nella ripresa, rimontano il doppio svantaggio con Joao Pedro e Ragatzu. Nel primo tempo, invece, il Sassuolo era andato in gol con Berardi e Djuricic. I padroni di casa, tuttavia, sul 2-1 sbagliano un calcio di rigore con Berardi.

Nel posticipo serale, infine, il Milan espugna il “Dall’Ara” di Bologna per 3-2 in virtù delle reti di Piatek (c.d.r.), Hernandez e Bonaventura. Di Hernandez (autogol) e Sansone (c.d.r.), invece, le reti della squadra emiliana. Con questo risultato i rossoneri si piazzano al centro della classifica.

(Foto da adnkronos.com - si ringrazia)

Rino Lorusso

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos


App