Hong Kong, divieto di manifestare all’aeroporto

Inizia il viaggio in barca di Greta A bordo della Malizia, in barca a vela a zero emissioni verso la Cop25 - Germania, Pil a - 0,1% nel secondo trimestre - Morte Epstein, guardie avrebbero falsificato i controlli in cella

Notizie_dal_mondo_14_8_2019.jpg

Hong Kong, divieto di manifestare all’aeroporto

cms_13837/HongKong_aeroporto_polizia_Afp.jpg

Le autorità dell’aeroporto di Hong Konghanno reso noto che un tribunale ha imposto un divieto di manifestare all’interno dello scalo dove da giorni sono in corso le proteste degli attivisti pro democrazia che ieri notte si sono di nuovo scontrati con la polizia. Secondo un comunicato l’ordine "vieta alle persone di impedire in modo illegale e volontario o interferire con l’adeguato utilizzo" dell’aeroporto bloccando le strade di accesso o i passeggeri. "Alle persone è anche vietato partecipare ad ogni dimostrazione o protesta" prosegue il comunicato delle autorità dell’aeroporto dove oggi, dopo due giorni di sospensione e cancellazione dei voli, il traffico aereo appare ripreso normalmente.

Durante un’operazione all’aeroporto per liberare un agente in borghese che era stato preso in ostaggio la polizia di Hong Kong ha arrestato cinque manifestanti. Secondo un comunicato della polizia, la notte scorsa gli agenti in tenuta antisommossa sono intervenuti per soccorrere il poliziotto infiltrato dopo che era stato identificato dai manifestanti. Nell’operazione è stato soccorso anche un giornalista del Global Times, giornale di stato cinese, che era stato ammanettato dopo che la sua identità era stata scoperta dai dimostranti.

Inizia il viaggio in barca di Greta A bordo della Malizia, in barca a vela a zero emissioni verso la Cop25

cms_13837/gretathunberg_barca_afp.jpg

Inizia oggi da Plymouth il viaggio in barca a vela di Greta Thunberg, la giovane attivista svedese si dirige verso gli Usa dove parteciperà al vertice sul clima delle Nazioni Unite, la Cop25 in programma a New York il 23 settembre, ma anche alle proteste contro i cambiamenti climatici che si svolgeranno il 20 e il 27 settembre. L’ispiratrice del movimento dei ’Fridays for Future’ ha preferito Malizia, lo yacht da regata capitanato dal marinaio tedesco Boris Herrmann e Pierre Casiraghi di Monaco, a un più rapido e comodo viaggio in aereo. Decisione presa perché, ha fatto sapere la sedicenne, i voli emettono troppa CO2.

L’imbarcazione scelta, invece, è ’zero emissioni’: solo energia da fonti rinnovabili, garantita da pannelli solari e turbine sottomarine. E’ il primo viaggio in barca a vela per l’attivista che non è sembrata preoccupata dalle difficoltà dell’impresa né dalle condizioni spartane di un viaggio di questo genere. Con lei, comunque, a bordo anche suo padre, Svante Thunberg, e il regista Nathan Grossman.

Greta visiterà anche il Canada e il Messico prima di raggiungere la conferenza annuale delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici che si terrà in Cile a dicembre.

Germania, Pil a - 0,1% nel secondo trimestre

cms_13837/merkel_afp_triste.jpg

Il prodotto interno lordo (Pil) tedesco si è contratto dello 0,1 per cento nel secondo trimestre del 2019 rispetto al trimestre precedente. I dati preliminari sono stati diffusi dall’Ufficio federale di statistica Destasis. Rispetto all’anno precedente, il Pil reale è rimasto stagnante. Dopo l’aggiustamento del calendario, il Pil è aumentato dello 0,4% perché il secondo trimestre del 2019 ha avuto un giorno lavorativo in meno rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente. Nel primo trimestre del 2019, il Pil reale è stato superiore dello 0,8% (corretto per il calendario: 0,9%) rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente. I risultati economici del secondo trimestre del 2019 sono stati raggiunti da 45,2 milioni di persone occupate, con un aumento di 435.000 unità, pari all’1,0%, rispetto all’anno precedente.

Morte Epstein, guardie avrebbero falsificato i controlli in cella

cms_13837/Epstein_carcere_afp.jpg

Sono sospettate di aver falsificato i controlli che avrebbero dovuto fare nella cella di Jeffrey Epstein le due guardie carcerarie che ieri sono state sospese dal servizio, in attesa degli esiti dell’inchiesta sulla morte del finanziere in un apparente suicidio. E’ quanto rivelano i media americani dopo che ieri il dipartimento di Giustizia americano ha annunciato la misura, precisando anche che il direttore del Metropolitan correctional center - la prigione federale nel centro di Manhattan dove sabato scorso il miliardario è stato trovato impiccato nella sua cella - è stato trasferito in un’altra sede.

Le guardie che sono state sospese avrebbero dovuto controllare ogni 30 minuti la cella di Epstein per il quale era scattato il "suicide watch", il controllo speciale per evitare tentativi di suicidio da parte dei detenuti, anche se secondo alcune fonti la misura sarebbe stata sospesa nei giorni precedenti alla morte del 66enne. Ora si sospetta che le guardie abbiano falsificato i registri dei controlli, dal momento che i video delle telecamere di sorveglianza non confermano tutti i controlli che sono stati registrati.

L’annuncio del dipartimento di Giustizia è arrivato dopo che Donald Trump ha detto che vuole un’inchiesta completa sulla morte del finanziere che era accusato di abusi, violenze e traffico di minorenni. "Quello che stiamo dicendo è che vogliamo un’inchiesta, voglio un’inchiesta completa ed è quello che sto assolutamente chiedendo", ha detto parlando con i giornalisti il presidente che nei giorni scorsi ha rilanciato un tweet con teorie complottiste sulla morte di Epstein.

Trump ieri ha difeso la sua mossa con i giornalisti definendo l’autore del tweet, l’attore conservatore Terrence K William che suggeriva un coinvolgimento di Bill Clinton, "un commentatore conservatore molto rispettato. "E’ un grande fan di Trump", ha detto ancora Trump - che, come Clinton, in passato è stato amico di Epstein - aggiungendo che quello era comunque il tweet non suo e lui si è limitato a rilanciarlo.

Intanto una delle donne che hanno accusato Epstein di abusi sessuali ha fatto causa agli eredi del finanziere, alla sua ex fidanzata ed inseparabile socia Ghislaine Maxwell ed a tre non nominati membri dello staff che lavorava con il miliardario a New York. Jennifer Araoz ha presentato oggi il suo ricorso al tribunale statale di New York, a Manhattan, riporta il sito del Guardian. In un’intervista il mese scorso alla Nbc, la donna ha detto di essere stata reclutata all’uscita di scuola a New York, quando aveva appena 14 anni, per trascorrere del tempo con Epstein e per fargli dei massaggi. L’ereditiera britannica Maxwell ha più volte negato ogni coinvolgimento con il giro di prostituzione di minorenni che Epstein aveva organizzato per se e per i suoi amici.

Redazione

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su