Gualtieri: "Dieci miliardi per occupazione e lavoro" (Altre News)

Agenzia Riscossione stop pagamenti cartelle e avvisi - Pagamento pensioni anticipato al 26 marzo - Decreto consente di requisire immobili - Consob vieta vendite allo scoperto per 3 mesi

ECONOMIA_18_3_20.jpg

Coronavirus, "Gualtieri: "Dieci miliardi per occupazione e lavoro"

cms_16608/gualtieri_conf_stamp_def_fi.jpg

"E’ un decreto molto consistente col quale diamo una prima risposta alla crisi coronavirus sul piano economico e non solo". Lo ha detto il ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri, dopo l’approvazione da parte del Consiglio dei ministri del maxi decreto ’Cura Italia’ per fronteggiare l’emergenza Covid-19.

"Abbiamo deciso di utilizzare tutto il limite dell’indebitamento netto che ci è stato autorizzato dal Parlamento" e dunque risorse per "25 miliardi di euro", ha spiegato il ministro, evidenziando che "un capitolo molto corposo che vale più di dieci miliardi è a sostegno dell’occupazione e dei lavoratori affinché nessuno perda il posto di lavoro".

Per quanto riguarda la sanità, Gualtieri ha spiegato che è stato previsto "un finanziamento aggiuntivo per il sistema sanitario nazionale, la protezione civile e i soggetti pubblici con risorse per quasi 3 miliardi e mezzo".

Il dl prevede inoltre un sostegno alla liquidità di imprese e famiglie per un effetto "da 340 miliardi". Il ministro ha inoltre anticipato che "siamo già al lavoro sul dl di aprile".

Agenzia Riscossione stop pagamenti cartelle e avvisi

cms_16608/pc_Agenzia_entrate_FtG_3-4-4282068814_3-5-533398973_3-5-643803680_3-5-936490265_3-5-1038248701.jpg

L’Agenzia delle entrate-Riscossione comunica che il decreto legge approvato dal Consiglio dei Ministri nella giornata di ieri, 16 marzo 2020, "ha disposto la sospensione dei termini di versamento di tutte le entrate tributarie e non tributarie derivanti da cartelle di pagamento, avvisi di accertamento e di addebito, in scadenza nel periodo compreso tra l’8 marzo e il 31 maggio 2020". I pagamenti sospesi, si legge in una nota, "dovranno essere effettuati entro il mese successivo il periodo di sospensione ovvero il 30 giugno 2020. Fino al 31 maggio 2020 sono sospese le attività di notifica di nuove cartelle e degli altri atti di riscossione, sospensione già in atto da alcuni giorni per disposizione del Presidente Ernesto Maria Ruffini".

Il decreto dispone anche il differimento al 31 maggio 2020 della rata del 28 febbraio relativa alla cosiddetta rottamazione-ter e della rata in scadenza il 31 marzo del cosiddetto saldo e stralcio.

In considerazione delle misure contenute nel decreto legge e al fine di tutelare al meglio la salute dei cittadini e del personale addetto, Il Presidente ha dato disposizione per la chiusura dal 18 al 25 marzo degli sportelli di Agenzia delle entrate-Riscossione, presenti su tutto il territorio nazionale, che erogano servizi al pubblico.

Il personale dell’Ente, attraverso attività di back office, garantirà l’operatività e la fruibilità dei servizi online, disponibili h24 sul portale www.agenziaentrateriscossione.gov.it e sull’App Equiclick, fornendo assistenza con i consueti canali di ascolto che, per l’occasione, sono stati potenziati con nuovi indirizzi mail per eventuali richieste di assistenza, urgenti e indifferibili, riferite, ad esempio, a procedure attivate prima del periodo sospensivo.

Per informazioni e assistenza è disponibile anche il contact center di Agenzia delle entrate-Riscossione, attivo tutti i giorni, 24 ore su 24 e, con operatore, dal lunedì al venerdì dalle ore 8 alle 18, al numero unico 06 01 01, sia da telefono fisso che da cellulare, secondo il proprio piano tariffario.

Coronavirus, "pagamento pensioni anticipato al 26 marzo"

cms_16608/inps_pensione_FTG_3-1-2969372455_3-1-3086402792_3-2-65117716.jpg

"Insieme a Poste e ad Inps, stiamo anticipando al 26 marzo il pagamento delle pensioni, scaglionandolo fino al primo aprile". Così a Tagada il ministro del Lavoro, Nunzia Catalfo in merito alle misure per far fronte all’emergenza coronavirus.

Coronavirus, "decreto consente di requisire immobili"

cms_16608/Coronavirus_Milano_FotoAdn.jpg

Il decreto legge per affrontare l’emergenza coronavirus ’’consente di far ricorso in modo rapido alle strutture mediche private e di requisire beni immobili o mobili di qualsiasi genere o ancora presidi medico-chirurgici che dovessero servire’’. Lo scrive il ministro della Funzione pubblica, Fabiana Dadone, su Twitter.

Coronavirus, Consob vieta vendite allo scoperto per 3 mesi

cms_16608/borsa_piazza_affari_milano_fg.jpg

La Consob, a causa delle forti turbolenze innescate negli ultimi giorni dall’emergenza da Covid-19, ha introdotto a partire dalla seduta di domani, 18 marzo, un divieto alle posizioni nette corte, come vendite allo scoperto e altre operazioni ribassiste, su tutte le azioni negoziate sul mercato regolamentato italiano. Il divieto, applicato per la prima volta e della durata di tre mesi, è stato assunto dopo aver ricevuto parere positivo dall’Esma.

In base al divieto, che fa seguito a quelli già adottati per le sedute del 13 e del 17 marzo, è vietata ogni forma di operazione speculativa ribassista, anche effettuata tramite derivati o altri strumenti finanziari. Sono vietate anche le operazioni ribassiste intraday. La decisione di applicare misure restrittive sull’intero listino è stata adottata con l’obiettivo di ripristinare l’integrità del mercato, anche alla luce delle misure eccezionali sulle vendite allo scoperto adottate nei giorni scorsi dall’Esma e dalle autorità di vigilanza di Spagna, Francia e Belgio.

Redazione

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos


App