GOLEADA PER L’ITALROSA CHE VOLA AGLI OTTAVI

CARTA (EX NAZIONALE): “UNA PARTITA NON BELLISSIMA, MA A SENSO UNICO”

15_6_2019_Mondiale_femminile_Calcio_Francia_2019.jpg

Dopo l’emozionante vittoria maturata nei secondi finali contro la forte Australia, l’avventura mondiale della nazionale femminile di calcio prosegue nel migliore dei modi. Allo stadio “Auguste Delaune” di Reims, infatti, le azzurre superano la Giamaica 5-0 e si portano solitarie in testa alla classifica del Girone C con il pass per gli ottavi. Una partita senza storia con l’Italia che ha avuto il merito di capitalizzare le occasioni importanti create rischiando solo in un paio di occasioni a risultato ormai acquisito.

La partita

Con il 4-4-2 l’allenatore della Giamaica, Hue Menzie, manda in campo: Schneider; Campbell, Plummer, A. Swaby, Blackwood; Adamolekun, Solaun, C. Swaby, Asher; Shaw, Grey.

cms_13155/2_Figc_squadra.jpg

Con il 4-3-3, invece, Milena Bertolini schiera per l’Italia: Giuliani; Guagni, Gama, Linari, Bartoli; Bergamaschi, Giugliano, Cernoia; Sabatino, Girelli, Bonansea.

L’Italia parte subito forte e passa in vantaggio con Girelli (12’) su calcio di rigore assegnato dall’arbitro Keighley, ma suggerito dal Var, per un fallo di A. Swaby ai danni di Bonansea. Sbloccato il risultato le azzurre giocano con maggiore scioltezza. Così passa qualche minuto e sugli sviluppi di un calcio d’angolo arriva il raddoppio ancora con Girelli (25’) abile a deviare la sfera sotto porta. Ma la Giamaica, stordita, rischia il colpo del ko. Tre minuti dopo, infatti, Sabatino (28’), da ottima posizione dentro l’area, colpisce incredibilmente la traversa. Sarà l’ultima occasione prima dell’intervallo. Nella ripresa il copione non cambia e Girelli (46’), ancora lei, realizza la sua tripletta personale con un perfetto colpo di testa ad anticipare Schneider. La Giamaica dopo il terzo gol prova a reagire, ma Giuliani riesce a deviare sulla linea di porta il tiro-cross di Adamolenkun (66’). L’Italia, però, superato il momento di sbandamento si riprende e realizza ancora altre due reti con Galli (71’ e 81’), subentrata a Bergamaschi, per una serata da incorniciare. La prima con un gran tiro dalla distanza e la seconda, a conclusione di una bella azione in tandem con la Giugliano. Negli ultimi secondi della partita, infine, c’è ancora spazio per un ottimo intervento di Giuliani su Solaun.

Analisi e commenti

L’Italia, dunque, travolge la Giamaica e passa, con un turno di anticipo, agli ottavi di finale.

Un successo e un grande traguardo per la nazionale femminile che riscuote ampi consensi anche dall’ex capitano di quella nazionale che giocò l’ultimo mondiale, esattamente vent’anni prima, negli Stati Uniti: Antonella Carta.

In effetti, si tratta di una partita che ha ben poco da aggiungere al risultato. Cinque gol e solo un paio di parate importanti per Giuliani - nella ripresa - che testimoniano lo splendido stato di forma delle ragazze di Bertolini. L’avversario non era certamente irresistibile e la partita non è stata esteticamente bellissima, ma il risultato non fa una piega. L’Italia ha giocato comunque meglio e ha tenuto bene il campo mostrando determinazione e personalità. La Giamaica, invece, ha confermato i limiti già evidenziati nella precedente gara contro il Brasile soprattutto nella fase difensiva. Non a caso la squadra giamaicana ha subìto sempre gol in otto delle ultime nove gare disputate.

Ma per essere primi nel girone all’Italia basterà pareggiare proprio contro il Brasile nell’ultima gara del girone. Un risultato certamente alla portata delle azzurre che sembrano essere sempre più convinte della propria forza.

(Si ringrazia Carta Antonella per commento e Figc.it per foto)

Rino Lorusso

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su