Fiera del Levante 2013

Ha un numero fortunato la prima edizione di Ugo Patroni Griffi

fiera-del-levante.jpg

cms_41/fiera1.jpgHa un numero fortunato l’edizione 2013 della Fiera del Levante. È, infatti, la settantasettesima. Secondo la Cabala, a questa cifra si collegano le situazioni e i sogni di spettacoli con molti protagonisti, di sfilate enormi. Sul tavolo l’approvazione ufficiale della nomina a presidente di Ugo Patroni Griffi, designato dal governatore Vendola. L’incarico del docente di diritto commerciale internazionale all’Università di Bari e alla Luiss di Roma nonché dirigente regionale del Pd, è finalizzato alla privatizzazione dell’Ente, unica strada per segnarne il rilancio, e dovrebbe chiudere un periodo di incertezza apertosi con le dimissioni dell’economista Gianfranco Viesti, presentate nell’aprile scorso, a seguito di una contrapposizione insanabile emersa con i rappresentanti degli enti soci (Comune, Provincia e Camera di commercio di Bari) nel Consiglio di amministrazione. L’autorevolezza accademica e professionale di Patroni Griffi dovrebbe aiutare il superamento della difficile fase che vive la Fiera del Levante e completare quel percorso di privatizzazione di cui si è parlato molto negli ultimi anni, ma con pochi risultati.
L’obiettivo di arrivare alla privatizzazione della Fiera fu definito, con legge regionale, nel marzo del 2009, ma solo nel febbraio del 2012 la giunta regionale approvò il regolamento di riordino del sistema fieristico nel quale si fa riferimento alla necessità per gli enti fieristici di ricercare partner privati, stabilendo i criteri di selezione dei soggetti ai quali affidare direttamente l’attività di organizzazione e gestione delle manifestazioni.

cms_41/fiera6.jpgDal 14 al 22 Settembre, dunque, lo spirito della Bari moderna troverà un’incisiva espressione in una delle più importanti esposizioni internazionali d’Europa. Sorta nel 1930, la Fiera vede ogni anno costantemente aumentare il numero delle nazioni ufficialmente partecipanti alla sua grande manifestazione che dà veramente il polso di quanto si produce e si organizza negli stati più importanti del mondo. Sintomatica appare al riguardo la posizione dell’Egitto, impegnato, nel 1967, nella cruenta “Guerra dei sei giorni”. Ad onta della critica situazione di quel Paese, il presidente Nasser si mise in comunicazione con i dirigenti fieristici assicurandoli che, malgrado tutto, l’Egitto sarebbe stato presente all’importante campionaria barese. La Fiera, che ha un suo grandioso e attrezzatissimo habitat, attira ogni anno, nel mese di Settembre, milioni di visitatori, che qui giungono da ogni parte del mondo. La Fiera del Levante è una vera e propria istituzione per Bari, per la Puglia e per l’intero Mezzogiorno. Sorta per esaltare un’antica tradizione di traffici e incontri tra la Puglia, i paesi balcanici e quelli del bacino del Mediterraneo, si è affermata come una delle manifestazioni fieristiche internazionali di maggiore prestigio. L’insegna della Fiera (una caravella a vele spiegate che simboleggia le gloriose tradizioni mercantili pugliesi) esprime dunque la volontà di fare di nuovo della Puglia, e in particolare di Bari, il punto di incontro economico, spirituale e politico fra l’Europa e l’Oriente.

“Il santo di Myra aveva protetto quel mercato che si svolgeva in origine nei pressi della Basilica. A San Nicola si erano appellati i padri fondatori. E San Nicola è la figura che accompagna quella Caravella che, sin dal 1930, sarà il logo emblematico e indiscusso della Fiera. Tappezzerà, i muri di grandi e piccoli centri, segnando i coordinatori pubblicitari, campeggiando sulle tessere, sorta di richiamo collettivo al rito di Settembre.

cms_41/fiera2.jpgSan Nicola si erge dalla poppa del veliero a tre alberi con la prua e le vele gonfiate dal vento, stilizzato in un unico campo rosso su tre onde azzurrine. Firmò il primo bozzetto Araca, al secolo Enzo Forlivesi, un grafico artista che aveva lavorato per altre Fiere e che poi fece perdere le sue tracce in Cile. L’autore dovette vedersela con altre caravelle: scafi salpanti e simboli di mare che compaiono nell’iconografia trionfalistica primo Novecento, e che non potevano mancare certo per l’atto di nascita di una campionaria risoluta a giocare le peculiari vocazioni di città marinara. Una caravella che affronta i mari campeggia nella locandina a colori disegnata, quello stesso anno, il 1930, da Giulio Cisari, e stampata dalle officine G. Ricordi & C. Non fu da meno Gino Boccasile, l’illustratore barese divenuto famoso soprattutto per le tavole della rivista «Le Grandi Firme»: affidò per lo più a navi e a velieri la forza simbolica di un set di cartoline postali celebrative, stampate da Pizzi & Pizio di Milano.

Ancora nel 1930, una prua rostrata, su cui si libra un Mercurio alato, dio dei commerci, avanza nel cartoncino firmato da Pasquale Scarano e stampato dalle Arti Grafiche Gius. Laterza & Figli.

cms_41/fiera6.jpgMa, per quanto ricca sia l’iconografia di battesimo della Campionaria, la caravella di Araca prevale nella sua povera essenzialità. Stilizzata in curve, una sagoma rossa che sa tenere il mare, anche un mare immiserito, ridotto a tre linee corteggianti. Nello stesso 1930, la ritroviamo sui ferma lettere pubblicitari che la Fiera stampa in tre lingue: francese, inglese e tedesco. E poi prende il largo nel 1931, su manifesti e cartoline di propaganda che varcano i confini verso il cuore dell’Europa o i paesi del Mediterraneo, sulle tessere d’ingresso o i documenti che accordano facilitazioni per i viaggi ferroviari.

Il rosso veliero trasmette messaggi di mobilità e di affari: è impresso sui ‘fierini’, monete d’oro e d’argento che l’ente barese conia per la Campionaria e che oggi sono una vera rarità per i collezionisti. Segna i distintivi, le spalline dei fattorini e dei vigili del quartiere.

Uscita dalle secche della guerra, la caravella riprende il largo nel 1947, quando si decide, con il presidente Leonardo Azzarita, che la Fiera deve tornare a vivere, come negli anni Trenta. Dalla nascita dell’Ente alla ripresa postbellica, ai giorni nostri, non l’hanno ancora mandata del tutto in disarmo. La forza è nel disegnato di Araca. «La grafica di una Fiera deve prendere in considerazione non i prodotti, ma il concetto di scambio» cioè il veliero che trasporta, media tra diversi sistemi di rappresentazione”. (Cfr. www.dondialetto.it)

cms_41/fiera_re.jpgLa partecipazione ufficiale di numerosi Paesi di ogni continente, la varietà dei prodotti esposti e il numero dei visitatori e dei compratori qualificati testimoniano, ogni anno, il successo della Campionaria. La Fiera del Levante promuove e ospita anche qualificati incontri e importanti dibattiti sui problemi più attuali del Mezzogiorno e del Paese. Inoltre, ha anche avviato una serie di mostre qualificate, fra cui di particolare rilievo l’Expo-Sport che è fiera generale, a dimensione internazionale, dello sport, del turismo e delle vacanze. Dalla nautica al campeggio, al caravanning, dal ciclo al motociclo e all’automobilismo sportivo, dalla caccia alla pesca, dalle attrezzature per il giardinaggio ai mobili da giardino, dalla cinefoto all’ottica, dagli articoli per lo sport all’abbigliamento sportivo, e infine, dalle attrezzature per il turismo all’informazione, ognuno di questi settori ha autonomia e tutti insieme delineano la struttura unitaria della mostra. La Fiera del Levate è situata sul promontorio di San Cataldo, in fondo al Lungomare della Vittoria.

Cenni storici

1930 - La Fiera del Levante

Il 6 settembre 1930 alle ore 10.05, Sua Maestà il Re varca l’ingresso monumentale della mostra e fra l’entusiasmo delirante della folla inaugura la prima Fiera del Levante.
Il sogno barese di avere una Fiera che desse lustro alla città, si perde nella notte dei tempi. E’ probabile che le prime manifestazioni fieristiche d’Italia si ebbero proprio in Puglia. Si ha notizia, infatti, di una Fiera a Bitonto fin dal 1197 e di un’altra a Barletta nel 1258. Successivamente furono istituite le Fiere di Bari, Gravina e Trani, grazie alla discreta prosperità portata dagli Svevi e dagli Angioini. La prima e la più importante Fiera di Bari si svolgeva dal 1 al 15 dicembre nel Capitolo di S. Nicola, in onore del Santo, già oggetto di culto. Naturalmente i monaci, che mettevano a disposizione dei mercanti qualche baracca, esigevano un balzello e questi, proprio perchè mercanti, rifiutavano di pagarlo. Per appianare le dispute, che ogni anno vedevano di fronte monaci e mercanti, intervenne Re Roberto d’Angiò il quale il 24 aprile 1339 sancì, con decreto reale, che la Fiera doveva svolgersi nel Capitolo di S. Nicola. I mercanti che intendevano partecipare dovevano pagare il balzello. Per la Fiera del Capitolo venivano mercanti dalla Campania, Abruzzo, Molise e Basilicata oltre che da tutta la Puglia.
Poi, per centinaia di anni, tutto si perde nell’ombra medioevale. L’arrivo dei francesi e la lungimiranza di Murat, consentono ai cittadini baresi di scavalcare le bimillenarie mura del vecchio Borgo elevando Bari a capoluogo di provincia. È Giovanni Chiaia, Presidente della Società Economica, ad organizzare nel 1841, la prima mostra provinciale. L’intento è promozionale e quindi a coloro che esponevano le migliori mercanzie vengono date medaglie d’oro, d’argento e di bronzo al fine di scuotere altri ingegni. Della Commissione giudicante fanno parte Giulio Petroni e il poeta Francesco Abbrescia. Ma, lo scarso incoraggiamento che dà il Governo, la meschinità dei mezzi di cui dispone la SocietàEconomica e i rivolgimenti politici che turbano il Reame impediscono il prodursi di frutti migliori.


cms_41/fiera4.jpgSoltanto nel 1900 ci si convince dell’utilità di avere una Fiera permanente. L’esposizione provinciale del 1900 viene organizzata da Antonio De Tullio, già Presidente della Camera di Commercio. Si inaugura il 7 maggio e si chiude il 20 Settembre. Sede dell’esposizione è il vecchio mercato in ferro. Questa volta, la mostra ha grande successo tanto che il Corriere propone di non lasciare che questa magnifica iniziativa si esaurisca con la celebrazione del centenario della morte di Nicolò Piccinni. Nel 1913 l’esposizione si fa ma non viene organizzata dalla Camera di Commercio. Il sindaco Sabino Fiorese, che organizza le manifestazioni per il centenario della nascita del Borgo, dà ad alcuni privati l’appalto per fare anche una mostra mercato, ma i fondi non sono sufficienti e la mostra fallisce miseramente. Poi, la crisi economica e la grande guerra, fanno accantonare ogni progetto. I Partiti continuano a curare più i loro interessi che quelli generali dello Stato accorgendosi, troppo tardi, che quel manipolo di politicanti di bassa leva sta per assumere il potere. Le turbolenze politiche e sociali del dopoguerra insomma impediscono che di Fiera si parli seriamente.
Nel 1923 Mussolini, in visita a Napoli, viene avvicinato da una delegazione barese che gli espone una serie di esigenze. Il Duce risponde: “Faremo della Puglia il ponte ideale del commercio verso l’Oriente”. Tutti, politici e non, sono impegnati, e primo fra tutti il senatore De Tullio che stanzia nel bilancio del 1925, trecentomila lire per la realizzazione della Fiera. Il 9 Maggio 1926 si insedia la prima Commissione provvisoria. Ne fanno parte De Tullio, Di Crollalanza, Schirone, D’Addabbo, Ferorelli, Lonero, Viterbo e Raffaele Gorjux. Il 28 Luglio arrivano nuovi fondi. Un milione dal Comune e altrettanti dalla Provincia. Intanto si decide che la Fiera sorgerà fra S. Cataldo e S. Francesco e il 15 ottobre il prof. Viterbo presenta alla Commissione provvisoria la bozza dello statuto che, con l’approvazione unanime, sancisce la nascita dell’Ente Autonomo della Fiera del Levante.
Il Re è arrivato alle 8.58, è partito alle 17.30 e non ha mai detto al popolo delirante una sola parola.

Angela Milella

Visita il sito: www.fieradellevante.it

PROGRAMMA EVENTI

15 Settembre

  • 10:00 - 13:00 “L’ALIMENTAZIONE E L’ACQUA ALCALINA IONIZZATA NELLA FARMACIA DEI SERVIZI” :: Convegni

16 Settembre

  • 08:30 - 19:00 "LA FIERA DELLA “SICUREZZA” :: Convegni
  • 09:00 - 13:30 “MODA: INNOVARE NELLA TRADIZIONE TRA FIBRE NATURALI E QR CODE” :: Convegni
  • 10:00 - 12:00 Workshop organizzato dall’Assessorato al Welfare, Politiche Sociali e Salute :: Convegni
  • 10:00 - 12:00 “SALUTE DELL’UOMO E BIOTECNOLOGIE: SOLUZIONI INNOVATIVE PER IL BENESSERE” :: Convegni
  • 11:00 PUGLIESI NEL MONDO :: Convegni
  • 11:00 Sottoscrizione Protocollo d’Intesa con “FEDERLEGNO” :: Convegni
  • 15:00 - 18:00 “INCONTRO CON GLI AMBITI TERRITORIALI PER IL PIANO DI AZIONE E COESIONE” :: Convegni
  • 16:00 - 18:00 “CURA E BENESSERE DELLA PERSONA..." :: Convegni
  • 16:30 - 18:00 ” MALATTIE RARE: L’ALLEANZA CON LA FAMIGLIA” :: Convegni

17 Settembre

  • 09:00 - 14:00 LA FIERA DELLA “SICUREZZA” :: Convegni
  • 09:00 - 14:00 “RIQUALIFICARE LA SPESA PUBBLICA. RILANCIARE CRESCITA E OCCUPAZIONE” :: Convegni
  • 09:30 - 13:00 GIORNATA DEL CREDITO :: Convegni
  • 10:00 - 13:30 "QUALE FUTURO PER LA FIERA DEL LEVANTE...." :: Convegni
  • 10:00 - 12:00 “OPENDATA SALUTE” :: Convegni
  • 10:00 - 13:30 “SICUREZZA ALIMENTARE E TUTELA DELLA SALUTE: ...” :: Convegni
  • 12:15 - 13:00 “INSEDIAMENTO COMITATO PER LA PROTEZIONE CIVILE” :: Convegni
  • 15:00 - 17:00 VITA INDIPENDENTE E AMBIENT ASSISTED LIVING:... :: Convegni
  • 15:00 - 19:30 “GIOVENTÙ IN AZIONE E LE SUE OPPORTUNITÀ” :: Convegni
  • 15:30 - 18:30 “LA REGIONE PUGLIA VERSO L’ANNO EUROPEO DEL PINGUINO” :: Convegni
  • 15:30 - 19:00 “MEZZOGIORNO-P.M.I.: IL CAPITALE UMANO ...” :: Convegni

18 Settembre

  • 09:00 - 13:30 “ANALISI QUANTITATIVA E QUALITATIVA SULLE P.M.I., L’ARTIGIANATO E IL COMMERCIO LOCALE” :: Convegni
  • 09:00 - 18:00 “PUGLIA: PIATTAFORMA MEDITERRANEA DELLE RINNOVABILI SOSTENIBILI” :: Convegni
  • 10:00 - 13:00 “CAMBIA IL VOLTO DELLA SANITÀ PUGLIESE: INVESTIMENTI SANITARI PER UN NUOVO RAPPORTO OSPEDALE-TERRITORIO” :: Convegni
  • 10:00 - 13:00 “LA REGIONE PUGLIA VERSO L’ANNO EUROPEO DEL PINGUINO” :: Convegni
  • 11:30 - 12:30 “PIANO REGIONALE POLITICHE SOCIALI 2013-2015” :: Convegni
  • 14:00 - 18:00 “Incontro con i rappresentanti territoriali delle Associazioni Disabili per la presentazione del Bando PROVI” :: Convegni
  • 15:00 - 18:00 “INCONTRO CON GLI AMBITI TERRITORIALI PER IL PIANO DI AZIONE E COESIONE” :: Convegni
  • 15:00 - 18:00 “INTEGRAZIONE SALUTE E AMBIENTE: IL CASO TARANTO. LA VALUTAZIONE DEL DANNO SANITARIO E IL CENTRO SALUTE AMBIENTE” :: Convegni

19 Settembre

  • 09:00 - 18:00 “AGROALIMENTARE & TURISMO” FILIERA PER UN NUOVO SVILUPPO DEL MEZZOGIORNO PROTAGONISTA NEL MEDITERRANEO :: Convegni
  • 09:00 - 13:00 “SEMPLIFICAZIONE – STANDARDIZZAZIONE- FORMAZIONE - ABILITAZIONE: novità e aggiornamento in materia di salute e sicurezza sul lavoro” :: Convegni
  • 09:00 - 13:30 “UN APPROCCIO MULTIDIMENSIONALE PER LO SVILUPPO DI UN TURISMO SOSTENIBILE” :: Convegni
  • 10:00 - 13:00 “CONTRASTO ALL’OBESITÀ” :: Convegni
  • 10:00 - 13:00 “NUOVA PROGRAMMAZIONE SOCIALE REGIONALE E OBIETTIVI DI SERVIZIO NAZIONALE PER ANZIANI E BAMBINI" :: Convegni
  • 10:30 “I BORGHI PIÙ BELLI DEL MEDITERRANEO” :: Convegni
  • 10:30 “PROGETTO DI COOPERAZIONE TRANSNAZIONALE GAL - PUGLIESI NEL MONDO” :: Convegni
  • 11:00 “PROTOCOLLO D’INTESA CON UNICREDIT” :: Convegni
  • 12:00 - 13:30 “Business Convention Advanced Materials “Innomat” 2014" :: Convegni
  • 14:00 - 15:30 “SERVIZI DI INTEGRAZIONE SOCIO SANITARIA” :: Convegni
  • 15:00 - 17:30 “LE PROCEDURE DI ACQUISTO DEI SERVIZI PER LE ASL: BUONE PRATICHE E CANTIERE DI INNOVAZIONE” :: Convegni
  • 15:00 - 17:30 “PIANI DI INTERVENTO PAC PER I COMUNI (assistenza tecnica FORMEZ)” :: Convegni
  • 15:30 - 18:00 “SPORT E SALUTE NELLE CITTÀ ATTIVE. UNA NUOVA DIMENSIONE PER PROGETTARE LE CITTÀ A MISURA DI BAMBINI E DI SPORTIVI” :: Convegni
  • 18:00 - 19:30 “FORME DI IMPOSIZIONE FISCALE A TUTELA DELLA SALUTE E DEGLI STILI DI VITA” :: Convegni

20 Settembre

  • Visita ufficiale alla Fiera del Levante della Presidente della Camera Laura BOLDRINI :: Convegni
  • “DISTRETTI ENERGIA, DRIVER DI SVILUPPO SUL TERRITORIO” :: Convegni
  • 09:00 - 13:30 ADRISTORICAL LANDS "LE OPPORTUNITÀ NON HANNO CONFINI” :: Convegni
  • 09:00 - 13:00 Convegno organizzato dal Distretto Produttivo dell’Informatica :: Convegni
  • 09:00 - 19:00 “CONSIGLIO GENERALE” :: Convegni
  • 09:00 - 13:30 “Progetto BIO OLEA” :: Convegni
  • 10:00 - 12:00 “HORIZON 2020” :: Convegni
  • 10:00 - 14:00 “PIANI DI INTERVENTO PAC” :: Convegni
  • 15:00 - 19:00 “LOCPRO II: SOSTEGNO & PROMOZIONE DEI PRODOTTI LOCALI” :: Convegni

21 Settembre

  • 09:00 - 14:00 “GIORNATA DELL’AGENTE DI COMMERCIO” :: Convegni
  • 09:30 - 13:00 “LA VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO AZIENDALE PER L’OCCUPAZIONE, IL BENESSERE E LA PRODUTTIVITÀ” :: Convegni
  • 10:00 - 11:00 “PRINCIPI ATTIVI CAMP” :: Convegni
  • 11:00 - 13:00 “LA TUTELA DELLA SALUTE E DEL BENESSERE DEL CITTADINO CONSUMATORE” :: Convegni
  • 17:00 “Conferenza stampa Presidente Vendola” :: Convegni

Redazione

Tags: azzurro italia, movimento, territorio, fiera, bari

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su