Fauci: "Obiettivo è vaccino entro fine 2020". Ilaria Capua: "Non è più debole, ora curiamo malattia"

33.530 le vittime in Italia dall’inizio dell’emergenza.

CORONAVIRUS_3_6_2020.jpg

cms_17754/fauci_Anthony__afp.jpg

“Siamo cautamente ottimisti e bisogna sempre ricordare che non ci sono garanzie quando si parla di vaccino. Abbiamo questo obiettivo: avere un vaccino a disposizione entro la fine del 2020 o gli inizi del 2021”. Lo ha detto a Sky TG24 Anthony Fauci, immunologo membro della task force della Casa Bianca sul Covid-19, parlando delle ricerche Usa di un vaccino per la cura del Covid-19.

“Abbiamo già iniziato – ha spiegato - la fase due della sperimentazione sull’uomo e in luglio, se tutto va bene la prima settimana di luglio, speriamo di partire con la fase tre che ci permetterà di capire se il vaccino effettivamente funziona e se è sicuro. Se andiamo avanti con questa sperimentazione a luglio, agosto, settembre e ottobre speriamo che per l’autunno sapremo se effettivamente funziona e se così sarà a quel punto sarà disponibile per tutti entro dicembre del 2020, o al più tardi nei primi due mesi del 2021".

cms_17754/virologa_Ilaria_Capua.jpg

"Il professor Zangrillo si è espresso in relazione alla forma clinica. Sono certa che molti altri medici vedono una situazione meno grave, ma questo è dovuto alla loro bravura e alla loro capacità. La clinica dipende in grandissima parte dall’ospite, dalla cura, da quello che si riesce a fare. Abbiamo imparato a curare la malattia". Sono le parole di Ilaria Capua che, a DiMartedì, torna sulle dichiarazioni di Alberto Zangrillo. Secondo il direttore della terapia intensiva dell’ospedale San Raffaele di Milano, il coronavirus "dal punto di vista clinico non esiste più".

"Da quello che vedo nella letteratura scientifica, non vedo modifiche nel genoma virale che facciano pensare ad un’attenuazione. Non credo ci siano questi dati. Anzi, invito i colleghi a pubblicare le sequenze", dice la virologa. "La seconda ondata non arriva dal Padreterno, non arriva dalle fogne. La seconda ondata siamo noi. Vedremo sempre meno casi, ma dobbiamo evitare i comportamenti sconsiderati che ho visto qui negli Stati Uniti ma anche oggi in Italia".

cms_17754/4.jpg

cms_17754/LOGO-PROTEZIONE-CIVILE-NAZIONALE.jpgAltri 55 morti in Italia per coronavirus. Il totale delle vittime dall’inizio dell’emergenza è 33.530, secondo i dati diffusi dalla Protezione Civile. I guariti sono 160.092, con un incremento di 1.737 unità nelle ultime 24 ore. I casi attualmente positivi sono 39.893, vale a dire 1.474 in meno rispetto a ieri. In isolamento domiciliare 33.569 persone, mentre 5.916 sono ricoverate con sintomi (-183). I pazienti in terapia intensiva sono 408: rispetto a ieri, 16 in meno.

cms_17754/bilancio_0206.jpg

International Web Post

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos


App