FINCHE’ LA BARCA VA...GRAZIE MATTEO !

UN INCREDIBILE FESTIVAL DELLE ASSURDITA’

matteo-renzi-lancio-di-uova.jpg

Sono certo che molti di voi troveranno queste due notizie incredibilmente folli. La prima documenta un’ incertezza governativa serva della casta, da far davvero paura. La seconda poi sfiora l’incredibile. E’ saltato infatti l’articolo 28 del ddl concorrenza che dava agli avvocati la possibilità di autenticare gli atti di compravendita di immobili adibiti ad uso non abitativo (quindi non residenziali) dal valore inferiore ai centomila euro.

cms_2588/commissione_riunita.jpg

Le commissioni Finanza e Attività Produttive della Camera hanno infatti approvato 10 emendamenti soppressivi dell’articolo 28 del ddl concorrenza, che viene quindi completamente sostituito da un’altra norma che stabilisce invece che il registro delle successioni sarà tenuto dal Consiglio Nazionale del Notariato e non più dai tribunali.

cms_2588/timbro_NOTAIO.jpg

La classe privilegiata dei notai, con solo diritti e pochi doveri, se sbaglia, non risponde dei loro errori. Quindi perchè pagare un pizzo a loro per trasferire la proprietà di un immobile? Costoro oltre che una casta, sono anche una peso per la società a cui attingono risorse senza dare vantaggi.

cms_2588/contatore_energia_elettrica.jpgMa non finisce mica qui. Da gennaio 2016, tutte le famiglie che oggi consumano meno elettricità, quelle più virtuose e quelle più deboli economicamente, saranno costrette a subire aumenti in bolletta mediamente del 20 %. Un vero e proprio paradosso. L’ autorità per il gas e l’energia elettrica ha così deciso trasmettendo la comunicazione al governo. Chi consuma mediamente meno di 2640 kWh l’anno si troverà a pagare tra i 70 e i 100 euro l’anno in più. Al contrario questa assurda decisione prevede una diminuzione nei confronti di chi di consuma molto di più con un ribasso che va dal 20 al 40 %. Tale scempio rischia di essere approvato molto presto in parlamento grazie al silenzio assenso del nostro governo. Un vero paradosso che oltre a ledere le famiglie virtuose, non giova neppure al nostro pianeta. Insomma per il nostro governo sarebbe questo lo slogan: “cittadini, più inquinerete e meno pagherete”.

cms_2588/mercato-libero-energia.jpg

Non vorrei sbagliarmi ma ricordo perfettamente che sino a ieri si metteva in funzione la lavatrice dopo le ore 20 per risparmiare sul costo in bolletta e per non caricare di lavoro le centrali. Ora scordatevelo pure, Anzi non fatelo mai più. D’ora in poi, più cercherai di risparmiare e far quadrare i conti in casa e più sarai tartassato. (Fonte: http://www.beppegrillo.it/movimento/parlamento/2015/03)

Come riportato dal centro per i diritti del cittadino: “L’Autorità ha esplicitamente affermato che l’obiettivo della riforma è agevolare la transizione verso uno sfruttamento sempre maggiore del vettore elettrico grazie a una riduzione del costo dei consumi e la possibilità per gli utenti di modulare con più libertà la potenza impegnata.” Per l’Autorità la riforma porterà a una maggiore diffusione delle pompe di calore, che già da sole rappresentano un aumento della quota rinnovabile. Addirittura l’autorità preposta, sostiene la tesi che, in uno scenario di produzione da rinnovabili, il contenimento dei consumi non sia più un obiettivo prioritario. Il tutto in evidente contrasto con le direttive europee e l’interesse delle famiglie.”(fonte:http://www.helpconsumatori.it)

cms_2588/Consumi_single_famiglie.jpg

Pertanto la stessa autorità aiuterà chi consuma di più, nella convinzione che ad avere consumi più elevati siano nuclei famigliari numerosi senza tener conto della diseducazione al risparmio energetico da parte dei consumatori benestanti. Incredibile ma vero. Ma, non pensiamoci più....tanto siamo in Italia.

il Grillo Parlante

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos


App