FESTA CHAMPIONS PER ATALANTA E INTER MENTRE DE ROSSI SALUTA LA ROMA IN LACRIME

IN EUROPA LEAGUE, INVECE, VANNO MILAN E ROMA, MENTRE L’EMPOLI SCENDE IN “B”

27_5_2019__CALCIO_SERIE_A.jpg

Come da previsione la 38ma ed ultima giornata del campionato di Serie A regala un finale avvincente ed emozionante non solo per l’ultima partita di De Rossi in giallorosso, ma anche per un calendario - non immaginabile alla vigilia del campionato – che ha visto sei partite, giocate in contemporanea, ancora in grado di influenzare le sorti di squadre impegnate nei rispettivi obiettivi. Così, tra le lacrime di alcuni e l’esultanza di altri sono arrivati gli ultimi verdetti.

In Champions League accedono oltre alla Juventus e al Napoli, anche Atalanta - qualificazione storica - e Inter, mentre in Europa League vanno Milan, Roma e Lazio (in quanto detentrice della Coppa Italia). Per quanto riguarda la parte bassa della classifica, invece, insieme al Chievo e al Frosinone retrocede anche l’Empoli.

LE PARTITE

Iniziamo dall’anticipo Chievo–Frosinone. La gara, tra due squadre già retrocesse da tempo, termina 0-0 senza particolari sussulti. Divertente, invece, il match tra Bologna e Napoli vinto dagli emiliani 3-2. Dopo la doppietta dei padroni di casa con Santander e Dzemaili nel primo tempo, arriva il pareggio partenopeo con Ghoulam e Mertens nella ripresa. Nel finale, però, il Bologna sigla la rete del definitivo vantaggio ancora con Santander. Tanti gol anche allo stadio “Olimpico Grande Torino” dove la squadra di casa batte la Lazio 3-1 e blinda il settimo posto. Le reti, tutte nella ripresa, sono state realizzate da Falque (T), Lukic (T), Immobile (L) e De Silvestri (T). Con questo successo il Torino raggiunge quota 63, record assoluto nella lunga storia granata.

Conquista tre punti anche la Sampdoria che, in casa, batte la Juventus - nell’ultima di Allegri - 2-0 grazie alle reti di Defrel e Caprari nei minuti finali della gara.

cms_12947/2_inter-handanovic_lega_serie_A.jpg

Per quanto concerne la lotta Champions, invece, vittorie determinanti per Inter e Atalanta. La squadra milanese raggiunge il quarto posto al termine di una partita thrilling vinta 2-1 contro l’Empoli. Nella ripresa passa in vantaggio l’Inter con un gol di keyta – espulso al 94’ - ma nel finale arriva prima il pareggio empolese con Traore e pochi minuti dopo il raddoppio nerazzurro con Nainggolan. Da segnalare il rigore sbagliato da Icardi (fischiato dai circa 70.000 tifosi presenti) sul risultato di 1-0. Ma la vittoria porta anche la firma di Handanovic autore di interventi prodigiosi. Con questo risultato i toscani retrocedono, anche se a testa alta, in serie B.

Conquista una storica Champions, invece, l’Atalanta, che batte in rimonta il Sassuolo per 3-1. Al gol di Berardi – espulso dalla fine del primo tempo – rispondono i bergamaschi con Zapata, Gomez e Pasalic.

Sempre per la zona Champions il Milan batte la Spal 3-2, ma resta al quinto posto, in Europa League. Le reti sono state firmate da Chalhanoglu e Kessie (doppietta) per i rossoneri e da Vicari e Fares per i biancocelesti.

Vince anche la Roma - già in Europa League - contro il Parma per2-1 grazie alle reti di Pellegrini e Perotti, mentre è di Gervinho la rete del temporaneo pareggio emiliano.

Con lo stesso risultato e in rimonta conquista i tre punti anche l’Udinese a Cagliari. Dopo il gol di Pavoletti, nel primo tempo, arrivano le reti di Hallfredsson e De Maio nella ripresa.

Finisce, invece, 0-0 la sfida salvezza tra Fiorentina e Genoa. Un risultato determinante soprattutto per il Genoa che mantiene la serie A grazie anche alla concomitante sconfitta dell’Empoli sul campo di “San Siro”.

(Foto interna da:Lega di serie A - Si ringrazia)

Rino Lorusso

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su