FASHION NEWS AND TREND ALERT

FASHION_NEWS_AND_TREND_ALERT.jpg

Lo scorso cinque novembre è stata una data nefasta per il fashion system, ma soprattutto per le star che frequentemente calcano i tanti red carpet in giro per il mondo. Il noto designer Zac Poesen, l’enfant prodige del fashion system americano famoso soprattutto per i suoi abiti da sogno ha dovuto arrendersi alla crisi economica e così dopo aver cercato in vano degli acquirenti che potessero aiutare il suo brand “The House of Z” a superare le difficoltà finanziarie ha deciso di gettare definitivamente la spugna chiudendo la maison.

cms_14843/foto_1.jpg

Sarà un vero peccato non poter più ammirare i suoi bellissimi abiti come quello indossato dalla principessa Eugenie al party del suo matrimonio indiscutibilmente più glamour e fashion del suo abito da sposa (nella foto si può ammirare la principessa e il designer Zac Posen)

cms_14843/foto_2.jpg

Il grande talento del designer si impone sulla scena mondiale quando al Met Gala 2016 l’attrice Claire Danes calca il red carpet con un abito da principessa apparentemente dalla linea classica e dal colore candido che però al buio si illuminava grazie a delle fibre ottiche che il designer aveva integrato nel tessuto. Un abito che in modo glamour e chic riuscì a centrare il tema di quel Met Gala che era “Manus x Machina: Fashionin in an Age of Thecnology” dedicato al connubio tra artigianalità ed innovazione tecnologica nel fashion, un abito che è entrato nella storia del Met Gala.

cms_14843/foto_3.jpg

Restando in tema Met Gala è stato appena annunciato dal curatore del Costume Institute e della mostra ad esso collegata, Andrew Bolton il tema per il prossimo Met Gala che si terrà il quattro maggio 2020. Bolton ha confessato di essersi ispirato al film “Orlando” della regista e sceneggiatrice britannica Sally Potter datato 1992 tratto dall’omonimo libro della scrittrice Virginia Woolf e che ha visto una splendida Tilda Swinton come attrice protagonista. Il tema “About Time: Fashion and Duration” sarà sviscerato attraverso l’esposizione di centosessanta abiti che racconteranno la storia della moda, dei suoi trend e del concetto, variato nel tempo, di modernità. Non ci resta che aspettare il red carpet più fashionista e dissacrante per vedere come le celebrity e i designer interpreteranno questo tema.

cms_14843/foto_4.jpg

Per tutte le milanesi o vicine alla città meneghina sino al dieci novembre potrete, con ingresso gratuito, partecipare alla sesta edizione del Fashion Film Festival (dal sette al dieci novembre) presso l’Anteo Palazzo del Cinema dove saranno proiettati circa duecento fashion film arrivati da cinquanta paesi diversi che hanno come focus la sostenibilità ambientale e l’inclusione nel fashion system affiancati da docu-film sulla biografia di alcuni designer. La giuria prevede un presedente d’eccezione come re Giorgio Armani e una giurata come Anna Dello Russo che è diventata un’icona mondiale di riferimento nel fashion system.

cms_14843/foto_5.jpg

Il sette novembre è stata una data attesissima da tutte le fashioniste che in tutto il mondo hanno preso d’assalto gli store del colosso svedese del fast fashion H&M per potersi accaparrare almeno uno dei capi della capsule collection creata dal designer dell’alta moda Giambattista Valli. Le file sono state lunghissime e iniziate già dalle prime luci dell’alba, ma c’è chi ha pensato bene di dormire la notte prima davanti alle porte dello store per essere sicure di entrare per prime come successo nella capitale delle Filippine Manila. Inutile dire che la collezione è andata immediatamente sold out online e che i capi più ambiti sono stati gli iconici abiti in tulle che sono il tratto distintivo del designer.

cms_14843/foto_6.jpg

La maison Valentino ha fatto sfilare la collezione di haute couture Beijing lo scorso sette novembre in Cina nella capitale Pechino nel Summer Palace dove nel quartiere più lussuoso della città Sanlitun la maison ha aperto un suo flagship store. Il designer della maison Pierpaolo Piccioli per l’occasione ha realizzato anche una capsule collection limited edition acquistabile esclusivamente nello store di Pechino oppure online sul sito cinese della maison. La collezione è stata un perfetto connubio tra il gusto italiano dato dalle linee e dall’artigianalità unica nel realizzare un capo e il gusto cinese dato dalle stampe, dai preziosi ricami, dai fiocchi, dai cristalli visti in passerella. Come dichiarato dalla maison “è stato il perfetto incontro del Rinascimento italiano con l’opulenza e lo splendore cinese” che il grande designer ha saputo interpretare alla perfezione dando vita ad abiti da sogno, come riportava l’invito alla sfilata “daydream”, dai volumi inediti, dai ricami straordinari e da una palette colori che ha lasciato tutti senza fiato come da tempo è solito fare Piccioli.

cms_14843/foto_7.jpg

Un trend alert che sicuramente farà felici le più freddolose è il ritorno imperante del dolcevita, perché se quest’inverno un must have è indiscutibilmente la camicia in tutte le sue versioni la buona notizia è che le vere fashioniste la indosseranno con il dolcevita, quelli sottili, caldi e dai filati pregiati come una seconda pelle in qualsiasi nuance. Del resto la stilosa designer Victoria Beckham aveva già cavalcato il trend in tempi non sospetti con una resa innegabilmente super glam.

cms_14843/foto_8.jpg

Se dentro di voi alberga uno spirito punk quest’inverno i bijoux vi daranno una sponda per dare al vostro outfit quel tocco glam-punk., che la vostra scelta cada su accessori più “scontati” come un paio di orecchini, una collana, un bracciale o su qualcosa di più originale e meno inflazionato come una borsa o un cerchietto il trend alert per questa stagione ha un solo diktat, catena meglio se in versione maxi. L’unico consiglio che mi sento di darvi è quello di valutare attentamente l’occasione d’uso, perfetti per completare un outfit informale adatto a contesti lavorativi più easy, meno perfetti per completare un outfit formale in contesti lavorativi più rigidi.

cms_14843/foto_9.jpg

Il trend alert per quanto riguarda i capelli e che può sembrare inusuale per la stagione fredda è il wet look, ma l’effetto bagnato si è imposto su tutte le passerelle delle varie fashion week e su tutte le chiome, corte, medie, lunghe ed ha assunto molteplici aspetti, tiratissimo, chioma libera e spettinata ad arte, morbide onde. Avete campo libero l’importante è che la vostra chioma sia bagnata e scolpita, come nei mitici anni’80-’90 da una dose generosa di gel…una parola che rievoca forti emozioni! In questa foto c’è anche un trend alert fortissimo per quanto riguarda il make up: base nude e shine, labbra che diventano il focus rese sensuali e sofisticate grazie all’intramontabile color rouge da indossare tutto il giorno. Per il giorno si sceglieranno nuance chiare e mat come quella in foto mentre per la sera nuance più dark e viniliche.

T. Velvet

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su