E SE IL SILICIO FOSSE IL FUTURO?

SECONDO UNO STUDIO LE SUE PROPRIETA’ PROTEGGEREBBERO IL CERVELLO

E_SE_IL_SILICIO_FOSSE_IL_FUTURO.jpg

La tavola periodica lo indica con un anonimo numero 14 e con la sigla “Si”, eppure questo elemento nasconde più segreti di quanti se ne possano immaginare. Impensabile sino a qualche anno fa, quando si credeva che questo semimetallo non avesse nulla in più rispetto agli altri elementi chimici.

Secondo per abbondanza nella crosta terrestre, il silicio osserva un ruolo biologico non indifferente: reperibile in forma composta, soprattutto in silice, tra le sue proprietà si annovera quella di formare strutture di protezione per i microrganismi e per alcuni tessuti del corpo umano.

Ed è proprio la parola “protezione” la base dello studio condotto da Francisco Sanchez Muñiz e riportato dall’ANSA: secondo il docente e ricercatore, questo semiconduttore potrebbe avere un effetto di neuro-protezione. Ebbene sì, ci sarebbe un modo per tenere quanto più al sicuro i neuroni del cervello da malattie neurodegenerative come l’Alzheimer. Totalmente naturale, per giunta: uno degli alimenti contenti silicio è niente di meno che la birra, presente nell’alimentazione nonché uno dei più ricchi di questo elemento.

cms_14654/2.jpg

Dall’Università di Alcalà, e pubblicati sul Journal of Alzheimer Disease, arrivano i primi risultati di vari esperimenti condotti su cavie: esponendo gli animaletti all’alluminio, gli studiosi hanno potuto notare come questa somministrazione abbia provocato loro squilibrio, infiammazione e compromissione dello stato degli antiossidanti presenti nel cervello; tutti questi effetti sono stati bloccati dalla somministrazione di acido silicico e di, appunto, birra.

Un gran passo in avanti per la scienza, non c’è che dire. Ciò nonostante l’altra scienza, la fantascienza, aveva già intuito le insospettabili proprietà del silicio. In molte opere di finzione si ipotizza l’esistenza di intelligenze artificiali (per altro già comparse in minima parte nella realtà) composte proprio dal numero quattordici; esse andrebbero a contrapporsi alle forme di vita fatte di carbonio (ovvero l’elemento ad esso più affine).

cms_14654/3.jpg

E chissà che questo, assieme alle nuove armi per lottare contro malattie difficili, non possa essere un nuovo salto verso il futuro.

Francesco Bulzis

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos


App