ELOGIO ALL’IMPREVEDIBILITA’

ELOGIO_ALL_IMPREVEDIBILITA_.jpg

In un mondo in cui le persone cercano di programmare tutto nei minimi dettagli, non si tiene conto del fatto che le cose più belle accadono inaspettatamente! Noia e consuetudini vanno di pari passo, perciò poco conviene affidarsi alla sistematicità. Il dovere perentorio di far quello che ci viene insegnato come fossimo macchine, uccide la creatività. L’alternativa è di svegliarsi e cominciare ad agire inseguendo le proprie intuizioni. Questo è il segreto della felicità: ascoltare le ispirazioni personali e farsi trasportare dalle sensazioni che abbiamo dentro. Non le emozioni passeggere, bensì il fuoco passionale dell’interiorità. Spesso ci si chiude nel proprio IO fatto di convinzioni assorbite dalla società e, poi, ci si ritrova soli e infelici. Dicono che devi sposarti, far figli, sistemarti, invece dovrebbero solo consigliarti di vivere.

cms_10260/2.jpg

La vita è una sola e va vissuta pienamente e, soprattutto, assecondando il nostro modo di essere. Se ascoltiamo la razionalità, non varchiamo nemmeno la soglia di casa. No, non è vita questa. Scegliere di sopravvivere in virtù della tradizione abbatte le possibilità di realizzarsi e di riuscire nei propri sogni. C’è il rischio di arrivare alla vecchiaia ricchi soltanto di rimpianti e con un passato fatto di dubbi e incertezze. Se volete qualcosa di più della comoda abitudine, dovete osare. Questo vi condurrà fuori dagli schemi o dalle righe, e farà male. Sarà un salto in un vuoto doloroso dove riconoscerete la vostra essenza, quel che conta è che ne uscirete vincitori.

cms_10260/3.jpg

Buttatevi quando vi si presenta l’occasione giusta e siate coraggiosi al momento opportuno. Impazzite di gioia per voi stessi, per l’amore, per l’amicizia, per chi vi circonda. Riempitevi la bocca di belle parole, sprecatevi di entusiasmo, armatevi di coraggio e solcate le onde dell’esistenza, in un modo o nell’altro arriverete al cuore dei vostri sogni.

Alessia Gerletti

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su