Disoccupazione stabile, risale tra i giovani

Disoccupazione_stabile__risale_tra_i_giovani_Copertina.jpg

Ad aprile il tasso di disoccupazione è rimasto stabile al 10,2%, mentre è in calo di 0,7 punti percentuali se confrontato con lo stesso dato del 2018. E’ quanto rileva l’Istat nelle sue stime provvisorie.

cms_13057/2.jpg

Guardando alla disoccupazione giovanile (15-24 anni), il dato mostra una crescita rispetto a marzo di 0,8 punti percentuali e si attesta al 31,4%. E’ in calo invece, di 1,6 punti percentuali, se confrontato con quello di aprile 2018.

Dopo il consistente aumento di occupazione registrato a marzo, ad aprile 2019 la stima degli occupati risulta sostanzialmente stabile rispetto al mese precedente; anche il tasso di occupazione rimane invariato al 58,8%, secondo le stime Istat.

cms_13057/3.jpg

Su base annua, invece, l’occupazione mostra una lieve crescita (+0,2%, pari a +56mila unità). Su base mensile, la sostanziale stabilità dell’occupazione è sintesi di un calo tra i 15-34enni (-52mila) e un aumento nelle altre classi di età, concentrato prevalentemente tra gli ultracinquantenni (+46mila). L’Istat registra nelle sue stime di aprile una lieve crescita dei dipendenti sia permanenti sia a termine (+11mila per entrambe le componenti), compensata da una diminuzione degli indipendenti (-24mila).

cms_13057/4.jpg

Su base annua, invece, l’istituto di statistica registra segnali positivi per le donne, i 15-24enni (+39mila) e gli ultracinquantenni (+232mila), compensati da un calo per gli uomini e le fasce di età centrali. Al netto della componente demografica la variazione è positiva per tutte le classi di età. In un anno crescono sia i dipendenti a termine (+50 mila) sia i permanenti (+42mila), mentre risultano in calo gli indipendenti (-36mila).

(Fonte AdnKronos - Foto dal Web)

Redazione

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su