DI MAIO ALL’ATTACCO DI SALVINI E RENZI

Il capo politico del M5S interviene con un video su Facebook e, incassata la chiusura di Matteo Renzi, rilancia chiedendo a Salvini di unirsi al suo appello per il ritorno alle urne

politica.jpg

Di Maio è ormai rassegnato sulla possibilità di andare a Palazzo Chigi e gioca la carta elezioni. Lo fa attaccando gli avversari. Il primo bersaglio dei suoi attacchi è il leader leghista: “Salvini ha preferito gli interessi di un condannato incandidabile a quelli degli italiani. Io gli ho parlato in maniera sincera, a cuore aperto, gli ho detto sediamoci e troviamo una quadra e facciamo partire un governo che possa cambiare il paese. Niente, lui ha scelto Berlusconi”. Non poteva mancare l’attacco all’ex segretario del Pd, Matteo Renzi: “Dall’altra parte avevamo il Pd un partito che ha preso una clamorosa batosta alle elezioni ma che qualcosa sembrava stesse cominciando a capire mettendo da parte Renzi, relegandolo a senatore semplice. Ma, ieri sera, lo abbiamo visto riproporre addirittura una riforma costituzionale, dopo che gli italiani gliene hanno già bocciata una. Invece di chiedere scusa agli italiani per i danni fatti con il suo governo, ha attaccato me e il M5S, chiudendo a qualsiasi ipotesi di contratto”.

cms_9097/2.jpg

Di fatto l’ipotesi di un’intesa tra Cinque Stelle e Pd per un nuovo esecutivo all’indomani delle elezioni del 4 marzo e il tentativo di mettere in campo un governo M5S-Lega si sono dissolti nel giro di una domenica, in una serata di fine aprile, che ha visto Massimiliano Fedriga, candidato del centrodestra, vincere le elezioni regionali per la presidenza della Regione Friuli Venezia Giulia e l’ex segretario del Pd, Matteo Renzi, che, in trasmissione da Fabio Fazio, chiude definitivamente a un accordo con i grillini, dopo che poche ore prima il leader politico del Movimento aveva messo in evidenza alcuni punti di convergenza con i Dem.

cms_9097/3.jpgIeri, dunque, dopo le parole a caldo che hanno seguito la chiusura di Matteo Renzi, il leader grillino si rivolge ai partiti chiedendo nuove elezioni. Un vero e proprio appello a Salvinidurante una diretta Facebook. Luigi Di Maiodà pochi, ma chiari messaggi. Innanzitutto la necessità di tornare al voto a giugno. Un punto sul quale arriva un forte invito al leader leghista, non senza aver deplorato il comportamento di Forza Italia.

E ai partiti, il leader Cinquestelle dice di vergognarsi per anteporre sempre gli interessi propri a quelli del Paese. Ammette inoltre che il “contratto di governo con il Pd era l’ultima cosa che avremmo voluto fare. Ma questa legge scritta da loro ci imponeva di trovare una soluzione per gli italiani”. Naturalmente non poteva mancare la critica alla legge elettorale approvata da Pd e centrodestra che dal 4 marzo è al centro delle critiche grilline. Una legge che, secondo il leader M5s, porta “forze che hanno perso le elezioni come Forza Italia di rivendicare una vittoria in nome di una coalizione di comodo”. Di Maio nel suo attacco non dice con quale legge elettorale il M5s o qualsiasi altro partito poteva governare, ma questa è un refrain che si ripete.

cms_9097/4.jpg

Intanto, anche l’ipotesi di un ritorno alle urne, non sembra però favorevole per il Movimento. Il leghista Massimiliano Fedriga è il nuovo presidente della regione Friuli Venezia Giulia: questo il verdetto delle elezioni che si sono svolte domenica 29 aprile. Ma il dato più sorprendente che, in qualche misura, va oltre le peggiori aspettative, è il crollo dello stesso Movimento 5 Stelle. Il candidato Alessandro Fraeloni Morgera ha ottenuto il 13% complessivo dei voti e la lista pentastellata si è fermata all’8%. Una sconfitta che risulta essere impietosa per il Movimento 5 Stelle. Rispetto alle elezioni politiche del 4 marzo, infatti, i pentastellati hanno perso più di dieci punti percentuali. Ma se questa tendenza al ribasso era già stata registrata nelle elezioni regionali in Molise, l’elemento nuovo è che il Movimento 5 Stelle ha perso posizioni anche rispetto alle amministrative di 5 anni fa. Nonostante i risultati, il M5S spinge per le elezioni. La parola tuttavia spetta al Capo dello Stato.

Mary Divella

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su