DEDICA 2019 A GIOCONDA BELLI

LA NARRATIVA INTENSA, PROFONDA E SENSUALE DELLA SCRITTRICE E POETESSA NICARAGUENSE NELLA 25^ EDIZIONE DELLA RASSEGNA

DEDICA_2019_A_GIOCONDA_BELLI.jpg

Dal 9 al 16 marzo, a Pordenone, dodici appuntamenti condurranno il pubblico nei temi dell’universo poetico di Gioconda Belli: dall’emancipazione della donna all’impegno politico, al rapporto tra le suggestioni mistiche dell’America precolombiana e l’attualità di un continente, il suo, che ha visto sfumare nel tempo illusioni e utopie.

Si spazierà piacevolmente fra libri, conversazioni, teatro, cinema, musica, fotografia insieme a tanti ospiti:

Federica Manzon, Isabella Ragonese, Lucilla Giagnoni, Chiara Civello, Loredana Lipperini, Claudio Cojaniz, Inti Ocón, Niccolo’ Locatelli, Alfredo Luis Somoza.

Il 15 marzo si terrà l’anteprima italiana della presentazione del suo nuovo libro, intitolato “Le febbri della memoria”, preceduta dalla prima nazionale del film “La Sandinitas!”, che avverrà il 12 marzo.

I 25 ANNI DI DEDICA. 1995-2019: Dedica compie 25 anni.

Il traguardo è di quelli importanti, di quelli che danno la misura del tempo che passa e che dovrebbero indurre a bilanci e riflessioni. “Ma noi – sottolineano il curatore della rassegna Claudio Cattaruzza e il presidente dell’associazione Thesis Antonino Frusteri - preferiamo esercitare la memoria come stimolo per rallegrarci di questa insperata resistenza, continuando a lavorare sulle idee, immaginando nuove edizioni e nuovi protagonisti per il festival, nuovi confronti e approfondimenti, parole inedite, versi speciali, immagini e suoni inattesi. È con questo spirito che contiamo di continuare a dare il nostro contributo culturale alla comunità, ringraziando chi ci sostiene, con l’augurio che il loro apporto possa continuare anche in futuro. E grazie a quanti, con la loro presenza e il loro affetto, hanno condiviso le proposte di Dedica con un entusiasmo e una partecipazione che allarga il cuore”.

cms_12014/2.jpg

LA PROTAGONISTA DELL’EDIZIONE 2019. GIOCONDA BELLI.

Gioconda Belli è una poetessa, scrittrice e giornalista nicaraguense che vanta ormai numerosi premi e riconoscimenti, prima fra tutti la nomina come Cavaliere delle Arti e delle Lettere da parte del Presidente della Repubblica Francese. “Come scrittrice sento la necessità di generare e far crescere la consapevolezza. Questo è il ruolo che assegno alla scrittura: elaborare pensieri che permettano ad altri individui di capire se stessi e quello che vogliono; un ruolo che è, se vogliamo, di responsabilità sociale” sostiene. Raccogliendo questa suggestione, Dedica condurrà il pubblico nell’universo di una narratrice intensa e delicata, dalla scrittura elegante e profonda, autrice di diverse raccolte di poesie, caratterizzate da una poetica sensuale e femminile. Un’artista che esprime il suo sentire attraverso temi che vanno dall’emancipazione della donna all’impegno politico, al rapporto tra le suggestioni mistiche dell’America precolombiana e l’attualità di un continente, il suo, che ha visto sfumare nel tempo illusioni e utopie.

I dodici appuntamenti costituiranno per il pubblico un’importante occasione di condivisione e riflessione sulla figura dell’ospite, cosicché dal fulcro della sua produzione letteraria si possa spaziare sul pensiero, sui contesti culturali, sulle varie forme artistiche che i più diversi mezzi espressivi - libri, teatro, cinema, musica, fotografia, conversazioni - sanno far emergere dalla sua opera: è da anni la formula seguita dal festival e declinata, per l’edizione 2019, in dodici tappe. Una cifra apprezzata dagli autori e dal pubblico, e che rimane unica nel panorama delle rassegne letterarie italiane. Un’eccellenza della cultura regionale che porta con sé un importante ritorno di immagine per Pordenone e il Friuli Venezia Giulia, sottolineato dagli stessi autori che ogni anno onorano il festival con la loro presenza.

ANTEPRIMA DEDICA. Nel frattempo, il 15 febbraio ha preso il via il ricco calendario di anteprime che fino al 6 marzo accompagneranno il pubblico all’appuntamento con la rassegna: 13 appuntamenti, curati da Andrea Visentin, realizzati in collaborazione con diversi soggetti che si occupano di cultura in Friuli Venezia Giulia.

ORGANIZZATORI, SPECIAL PARTNER, SOSTENITORI

Ideato e curato dall’associazione Thesis, il progetto Dedica è sostenuto da istituzioni ed enti pubblici, in particolare dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, dal Comune di Pordenone,da PromoTurismoFvg, e dalla Fondazione Friuli, che contribuisce al successo del festival nel solco di un impegno pluriennale per la valorizzazione e lo sviluppo della cultura.

L’INAUGURAZIONE, LA MONOGRAFIA, GLI INEDITI. Sabato 9 marzo, alle 16.30, nel Teatro Verdi di Pordenone, introdurrà il pubblico alla conoscenza di Gioconda Belli e del suo universo culturale un dialogo fra la protagonista del festival e la scrittrice Federica Manzon, autrice della lunga intervista che è “cuore” della monografia “Dedica a Gioconda Belli”, arricchita da contributi di Andrea Semplici, Mara Donat, Marco Fazzini, da alcune poesie inedite e un racconto di Gioconda Belli, in esclusiva per Dedica, “La donna sandwich”.

IL NICARAGUA IN MOSTRA. Domenica 10 marzo, alle 11, nella biblioteca di Pordenone, Gioconda Belli inaugurerà insieme all’autore la mostra, curata da Angelo Bertani, ¡Yo estoy con vos, mi Nicaragua!” con gli scatti di Inti Ocón, fotografo nicaraguense indipendente, collaboratore per diverse agenzie fra le quali France Presse (AFP). Le proteste popolari e studentesche contro il governo autoritario del Nicaragua e alcune feste tradizionali o aspetti della vita quotidiana del Paese formano due nuclei di immagini convergenti nel dare la rappresentazione di una nazione che, orgogliosamente, vuole difendere la propria identità culturale anche attraverso un difficile e travagliato processo di democratizzazione. In collaborazione con Biblioteca di Pordenone, Graphistudio, Le donne del Vino, Naturasì.

ISABELLA RAGONESE E LUCILLA GIAGNONI PER DEDICA TEATRO. Sono molti gli ospiti in arrivo per festeggiare Gioconda Belli. Fra i tanti le attrici Lucilla Giagnoni e Isabella Ragonese. La prima sarà impegnata lunedì 11 marzo, alle 20.45, nel Convento San Francesco (in collaborazione con Carta di Pordenone, che consegnerà a Gioconda Belli L’Airone di Carta, e Altromercato), con la lettura scenica “La donna abitata”, tratta dal libro omonimo dell’autrice: la seconda venerdì 15 marzo, alle 20.45, sempre nel convento San Francesco, con “I sogni si continuano a sognare”, recital di poesie di Gioconda Belli, con l’accompagnamento al pianoforte di Claudio Cojaniz (in collaborazione con Sexto associazione culturale, Le donne del Vino, NaturaSì).

cms_12014/3.jpg

DEDICA A CA’ FOSCARI E ALL’ UNIVERSITÀ DI KLAGENFURT. Si ampliano le collaborazioni fra il festival e gli atenei italiani ed europei. E se martedì 12 marzo, alle 11, si rinnova il prestigioso appuntamento che porta l’ospite di Dedica a Venezia, all’Università Ca’ Foscari (con la conversazione dal titolo “La responsabilità dello scrittore”, in collaborazione con Incroci di civiltà nell’ambito del cartellone Verso Incroci), mercoledì 13 marzo, alle 14.30, all’Alpen-Adria-Universität di Klagenfurt, Gioconda Belli parlerà di “Donne e politica tra società e scrittura” (in collaborazione con il Dipartimento di Romanistica della facoltà di Scienze culturali).

DEDICA CINEMA, UNA PRIMA NAZIONALE. Martedì 12 marzo alle 20.45, a Cinemazero “¡Las sandinistas!”, proiezione in prima nazionale del film-documentario di Jenny Murray. Racconta la storia “dimenticata” di un gruppo di donne coraggiose che hanno lottato in nome delle riforme sociali durante la rivoluzione sandinista del 1979 in Nicaragua e la successiva guerriglia dei Contras sostenuta dagli Stati Uniti. A distanza di anni, queste stesse donne continuano la loro battaglia per l’uguaglianza e la giustizia seriamente limitate dall’attuale governo del Paese. Con Gioconda Belli interverranno Riccardo Costantini, responsabile degli eventi di Cinemazero e del festival Le voci dell’Inchiesta e Giorgio Tinelli, politologo ed esperto di Centro e Sud America. In collaborazione con Le Voci dell’inchiesta e Cinemazero.

IL SIGILLO DELLA CITTÀ. Mercoledì 13 marzo, alle 11, nella sala consiliare del municipio, la cerimonia ufficiale per la consegna a Gioconda Belli del prestigioso riconoscimento – il Sigillo della città - assegnato dal Comune di Pordenone a persone che onorano l’alto senso del sociale, della cultura e della politica. Saranno inoltre premiati i lavori realizzati nell’ambito del progetto Parole e immagini per Gioconda Belli, rivolto agli studenti delle scuole superiori di Pordenone e provincia

CONVERSAZIONE SULL’AMERICA LATINA. Mercoledì 13 marzo, alle 20.45, nel Convento San Francesco, in collaborazione con l’associazione Aladura, “America latina: utopie, delusioni e attualità di un continente”, conversazione con Niccolò Locatelli, coordinatore di Limesonline, sito della rivista di geopolitica Limes, e Alfredo Luis Somoza, giornalista e scrittore italo-argentino. Conduce Cristiano Riva.

“LE FEBBRI DELLA MEMORIA”: A DEDICA IL LANCIO DEL NUOVO LIBRO DI GIOCONDA BELLI. Ancora una volta Dedica è stata scelta per il lancio in Italia del nuovo libro dell’autore protagonista del festival: giovedì 14 marzo, alle 20.45, nel Convento San Francesco, Gioconda Belli presenterà in anteprima nazionale, con la giornalista e scrittrice Loredana Lipperini, “Le febbri della memoria”, un romanzo di amore, mistero e avventura, uno sguardo intimo alla sfida di reinventare un’identità e accettare una seconda possibilità, in uscita per Feltrinelli il 7 marzo 2019.

IL JAZZ RAFFINATO DI CHIARA CIVELLO PER DEDICA. Sabato 16 marzo, alle 20.45, il festival chiuderà come sempre in musica, nella sala Capitol di Pordenone, e ancora con un’artista donna. Salirà sul palco, con “Eclipse”, in trio, Chiara Civello, voce comunicativa e seducente, una delle più straordinarie interpreti del jazz italiano. Con il sostegno di Bcc Pordenonese e in collaborazione con Circolo Controtempo e sala Capitol-Associazione Il Deposito.

INIZIATIVE CON E PER LE SCUOLE E LE GIOVANI GENERAZIONI

Nell’articolato iter del progetto Dedica Scuola, curato da Annamaria Manfredelli e Daniela Gasparotto, si rinnova “La scena della parola”: destinato agli studenti delle secondarie, è un percorso di approfondimento della personalità di Gioconda Belli che sfocerà in un incontro esclusivo con l’autrice giovedì 14 marzo, alle 15.

Dal 31 gennaio al 15 marzo, nelle scuole primarie e secondarie di primo grado di Pordenone, si susseguono inoltre laboratori di letture animate a cura dell’Associazione culturale 0432: proposta di educazione alla lettura su contenuti che fanno riferimento al Nicaragua, patria di Gioconda Belli.

cms_12014/4.jpg

DEDICA SUL BOOKBLOG DEL SALONE DEL LIBRO DI TORINO

Ancora una volta Dedica collabora con il Salone Internazionale del Libro di Torino. Gli incontri vengono documentati nello spazio del Salone riservato al BookBlog, giornale online realizzato dagli studenti per dare conto di personaggi, idee ed eventi relativi ai più importanti festival letterari d’Italia. Per Dedica è al lavoro un gruppo di blogger del Liceo Grigoletti di Pordenone. Info: bookblog.salonelibro.it

INFORMAZIONI, BIGLIETTI E PREVENDITE

Da quest’anno Dedica ha uno suo INFOPOINT, ospitato nella sede dell’Informagiovani di Pordenone, in piazza della Motta, 2, attivo dal 1° marzo per la prevendita dei biglietti degli spettacoli e per la sottoscrizione della Dedica Card - tel. 366 9505094 - www.cinemazero.it

Federica Marocchino

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su