Credito di imposta per il sostegno al turismo

1517558088credito_imposta_turismo.jpg

Il credito d’imposta per le strutture ricettive è stato introdotto con il decreto legge n.83 del 2014 e modificato con la Manovra finanziaria 2017.

Il bonus si applica agli investimenti per:

  • Interventi di ristrutturazione edilizia;
  • Interventi di eliminazione delle barriere architettoniche;
  • Interventi di incremento dell’efficienza energetica;
  • Acquisto di mobili e componenti di arredo.

Il credito d’imposta riguarda tutte le spese, strutture alberghiere e agriturismi e strutture termali, sostenute nel periodo 2014-2020 con un’intensità di aiuto pari al 30%, per investimenti effettuati dal 2014 al 2016, e del 65% per gli investimenti successivi.

Il credito potrà essere fruito in 3 quote annuali di pari importo, per le spese sostenute nel periodo 2014-2016, in 2 quote annuali, per i periodi seguenti con utilizzo a decorrere dal periodo di imposta successivo a quello in cui gli interventi sono stati realizzati.

Per tutte le altre imprese (credito di imposta nuovi investimenti SUD), ubicate nelle regioni Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia, Molise, Sardegna e Abruzzo, che effettuano l’acquisizione dei beni strumentali nuovi fino al 31 dicembre 2019, è attribuito un credito d’imposta pari al:

dimensione imprese

acquisti effettuati dal1/1/2016

al 01/03/2017

acquisti effettuati dopo il 1 marzo 2017

grandi aziende

10%

25%

medie aziende

15%

35%

Piccole aziende

20%

45%

Massimo Favia

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos


App