Credito di Imposta nuovi investimenti SUD

sud.jpg

La legge di Stabilità 2016 ha introdotto un credito di imposta per gli investimenti in beni strumentali nuovi destinanti a strutture produttive nelle regioni del Mezzogiorno ed effettuati a decorrere dal 1° gennaio 2016 e fino al 31 dicembre 2019.

Il credito di imposta è riservato agli investimenti in beni strumentali nuovi per:

  • la realizzazione di un nuovo stabilimento;
  • l’ampliamento di uno stabilimento esistente;
  • la diversificazione della produzione;
  • la trasformazione radicale del processo produttivo;
  • la riattivazione di uno stabilimento chiuso.

Il credito di imposta è escluso per i soggetti operanti nei settori:

  • industria siderurgica;
  • industria carbonifera;
  • industria della costruzione navale;
  • industria delle fibre sintetiche;
  • industria dei trasporti e delle relative infrastrutture;
  • industria della produzione e distribuzione di energia;
  • creditizio, finanziario ed assicurativo.

Il credito di imposta è determinato applicando, alla quota di costo dei beni acquistati, la seguente percentuale:

grandi aziende

25%

medie imprese

35%

piccole imprese

45%

Il credito di imposta è cumulabile con gli aiuti di stato e gli “aiuti de minimis” che abbiano ad oggetto i medesimi costi ammessi al beneficio.

Il credito di imposta è utilizzabile mediante compensazione diretta con modello F24, previa presentazione di apposita comunicazione all’Agenzia delle Entrate.

Per ulteriori approfondimenti clicca qui

Massimo Favia

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos


App