Blackout a New York

Scontri sugli Champs Elysées - Precipita aereo in Svezia, 9 morti - "Io, molestata da Epstein", parla modella italiana

15_7_2019_daL_Mondo.jpg

Blackout a New York

cms_13483/ny_blackout_vigili_timesquare_afp.jpg

Più di 70mila persone al buio per il blackout che ha colpito New York nel pomeriggio di sabato e che ha interessato in particolar modo le zone di Midtown e l’Upper West Side. A riferirlo è l’agenzia di stampa Dpa. Spenti anche gli iconici schermi di Time Square, mentre semafori e metro sono risultati fuori uso. Bloccati anche alcuni ascensori all’interno degli edifici della zona interessata. La situazione è tornata alla normalità intorno alla mezzanotte. A darne l’annuncio il sindaco Bill De Blasio su Twitter: "L’elettricità è stato ripristinata. Voglio ringraziare tutti i nostri primi soccorritori, gli uomini e le donne del NYPD, FDNY e @NYCEmergencyMgt per il loro duro lavoro stasera - e ogni newyorkese per aver risposto al black out con quella grinta e tenacia tipica di NYC".

A causare il blackout un malfunzionamento nella stazione elettrica sulla West 49th Street, ha reso noto la società responsabile della rete elettrica. A subire le conseguenze più pesanti è stato il sistema dei trasporti pubblici. La situazione è rientrata dopo circa quattro ore, quando i tecnici della società elettrica hanno risolto il problema. Inoltre il blackout ha interrotto anche alcuni spettacoli a Broadway e il concerto di Jennifer Lopez al Madison Square Garden.

Scontri sugli Champs Elysées

cms_13483/champs_elysees_bastiglia_afp.jpg

Scontri fra polizia e manifestanti dei gilet gialli sono avvenuti a Parigi sugli Champs Elysées, alcune ore dopo la fine della parata del 14 luglio. L’emittente Bfmtv ha mostrato immagini di manifestanti che erigevano barricate e davano fuoco a cestini della spazzatura, prima di essere dispersi dalla polizia con i lacrimogeni.

La prefettura ha poi reso noto su Twitter di "aver evacuato l’area con la forza" di fronte alle "violenze" sugli Champs Elysées. Secondo Le Figaro, la polizia ha creato un cordone di sicurezza attorno a Fouquet’s, la nota brasserie, che ha riaperto ieri dopo essere stata date alle fiamme e devastata dai gilet gialli in marzo.

Precipita aereo in Svezia, 9 morti

cms_13483/polizia_svezia_ipa_rit.jpg

Un piccolo aereo è precipitato nel nord della Svezia, provocando la morte di tutte le nove persone a bordo. Lo hanno confermato le autorità della locale regione di Vasterbotten.

L’incidente, le cui cause sono ancora sconosciute, è avvenuto poco dopo il decollo dall’aeroporto di Umea. L’aereo si è schiantato sull’isola di Storsandskar, due chilometri a sud dello scalo. A quanto riferisce il quotidiano svedese Aftonbladet, a bordo del velivolo vi erano dei paracadutisti.

"Io, molestata da Epstein", parla modella italiana

cms_13483/elisabetta_tai_fb2.jpg

C’è anche una modella italiana, all’epoca 21enne, fra le possibili vittime delle molestie sessuali di Jeoffrey Epstein, il miliardario americano accusato di aver abusato di diverse ragazze, anche minorenni. Si tratta di Elisabetta Tai che racconta al New York Post la sua esperienza risalente al 2004. La donna racconta di essersi vista aprire la porta di casa Epstein, una "magione impressionante" da un maggiordomo, per poi notare la presenza di diverse ragazze.

Dopo le presentazioni e le prime domande sulla sua esperienza di modella in Italia, Tai racconta che Epstein si avvicinò ad un tavolo per massaggi e cominciò a spogliarsi. "Pensavo attendesse un massaggio da qualcuno", racconta, ma lei finì "nel panico" quando l’uomo, nudo, le chiese di avvicinarsi e le allungò un vibratore. "Presi il vibratore, glielo lanciai in testa e scappai".

La donna racconta, quindi, dei tentativi fatti da una donna che sembrava godere della fiducia di Epstein, che tentò di convincerla a non andarsene così su due piedi: "E’ un uomo importante, amico di Clinton", riferisce Elisabetta Tai al New York Post.

Redazione

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su