BARI CHIAMA TOKYO: L’ITALVOLLEY AD UN PASS DALLE OLIMPIADI 2020

L’ITALROSA, INVECE, GIA’ QUALIFICATA ATTENDE LA NAZIONALE MASCHILE

Federvolley_.jpg

L’Italvolley maschile riparte dal PalaFlorio di Bari. Nel prossimo weekend (9-11 agosto), infatti, la nazionale di pallavolo si confronterà con Camerun, Australia e Serbia in un torneo valido per la qualificazione olimpica Tokyo 2020. Un’impresa non facile per i ragazzi di Gianlorenzo Blengini che per staccare il pass olimpico dovranno arrivare primi in un girone che, presumibilmente, si deciderà nell’ultima giornata quando si troveranno di fronte Italia e Serbia, le nazionali di certo più accreditate. Ma a sostenere gli azzurri del volley ci penserà il pubblico di Bari (come ha ribadito recentemente lo stesso tecnico azzurro) che già ai mondiali di pallavolo maschile 2018 aveva dimostrato di tenere a questa nazionale rispondendo con grande calore e affetto. E quasi certamente, per l’occasione, ogni angolo del palazzetto dello sport barese sarà tinto d’azzurro. Le partite dell’Italia, trasmesse tutte su Rai2, si giocheranno alle 21.15.

cms_13739/Olanda-Italia-volley-femminile-streaming.jpg

Sorridono, invece, le ragazze della pallavolo che grazie alla vittoria schiacciante sull’Olanda per 3-0 hanno già staccato il biglietto per Tokyo 2020 e accedono per la sesta volta consecutiva alle Olimpiadi. Una vittoria importante che cancella, almeno in parte, l’eliminazione dagli ultimi europei 2017 disputati in Azerbaigian e in Georgia proprio per mano della nazionale olandese. Insomma, una sorta di rivincita. Ma si tratta pur sempre di un successo non improvvisato, ma in linea con gli ultimi mondiali Giappone 2018 quando le azzurre furono fermate solo in finale da una forte Serbia al termine di una gara tiratissima ed emozionante finita 3-2. Certo, il cammino dell’Italia non termina con il pass olimpico, ma questo risultato dimostra la conferma e la crescita di tutto il movimento pallavolistico italiano.

(Foto da federvolley.it e adnkronos.com - Si ringrazia)

Rino Lorusso

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su