Asteroide in arrivo

L’esperto: "Lo monitoriamo"

Asteroide_in_arrivo.jpg

cms_14008/GIOVANNI-VALSECCHI.jpgL’asteroide 2000 QW7 ’sfiorerà’ la Terra il 14 settembre, ma non c’è da temere."Questo in realtà è uno degli asteroidi più innocui che esistano, non c’è da perdere il sonno" dice all’Adnkronos Giovanni Valsecchi, associato dell’Istituto Nazionale di Astrofisica. "La sua orbita non solo non incrocia quella del nostra Pianeta, ma passa a una distanza più che ragionevole. Ho visto anche la sua evoluzione secolare ed è tale che per molti millenni ancora non avrà questa possibilità".

2000 QW7’ viene costantemente monitorato come tutti gli altri asteroidi. "Ce ne sono tanti che su scala astronomica passano vicino, ma in realtà sono lontani: lo Spazio è tanto. La Terra è minuscola come bersaglio. Non meraviglia, quindi, che da quando si fanno osservazioni astronomiche l’oggetto più grosso che è caduto sul nostro Pianeta era un asteroide di circa 50 metri. Quelli piccoli non fanno un gran danno, in realtà si consumano quasi tutti in atmosfera".

cms_14008/3.jpg

Una volta che gli asteroidi vengono scoperti, l’unico modo per è aspettare il loro primo ritorno. "Dobbiamo continuare a osservarli perché un giorno ce ne sarà uno da un chilometro o dieci che cadrà sulla Terra. E questo giorno, probabilmente, è lontanissimo nel tempo rispetto alla durata delle nostre vite, ma meglio essere furbi - conclude -. Se li teniamo sotto osservazione e ce ne accorgiamo prima possiamo fare qualcosa per deviarlo. Questo è il senso degli sforzi che facciamo".

(Fonte AdnKronos - Foto dal Web)

Redazione

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su