A LEO MESSI VA IL PALLONE D’ORO 2019, IL SESTO IN CARRIERA

PREMIATI ANCHE DE LIGT, ALLISON E LA STATUNITENSE MEGAN RAPINOE

A_LEO_MESSI_VA_IL_PALLONE_D_ORO_2019.jpg

Si stende un lungo tappeto rosso a Parigi. Sfilano i protagonisti della serata, pronti aricevere i loro premi e a godersi una serata mondana all’insegna del calcio. Si accendono, così, le luci sulla sessantaquattresima edizione del Pallone d’Oro.

L’evento, organizzato sin dal 1956 e pregno di una tradizione inimitabile, si accompagna a tre nuove categorie, istituite più di recente: Trofeo Kopa (al miglior giovane), Trofeo Yashin (al miglior portiere) e Pallone d’Oro femminile (alla miglior calciatrice).

Il primo è intitolato a Raymond Kopa, ex attaccante francese e primo transalpino ad aggiudicarsi il Pallone d’Oro (1958). L’edizione 2019 del premio a lui dedicato è andata a Matthjis de Ligt, difensore della Juventus (la passata stagione all’Ajax, di cui era anche capitano).

Il secondo, invece, è stato istituito quest’anno alla memoria di Lev Yashin. Ex portiere sovietico, è l’unico estremo difensore ad esser stato nominato miglior calciatore al mondo (nel 1963) ed è da molti considerato il miglior interprete di sempre nel suo ruolo.

cms_15137/2_Alisson_adnkronos.jpg

La prima edizione del nuovo trofeo se l’è aggiudicata Alisson Ramses Becker, numero uno del Liverpool Campione d’Europa in carica.

Megan Rapinoe, invece, è la miglior calciatrice al mondo per questo anno solare. A dimostrazione di un movimento, quello del calcio femminile, in costante crescita e di un Mondiale vinto dagli Stati Uniti con ampio merito. La statunitense precede sul podio colleghe illustri quali Lucy Bronze e Alex Morgan.

cms_15137/3_messi__Barcellona_adnkronos.jpg

Il trofeo più importante della serata, però, va a Leo Messi. Il fuoriclasse argentino e capitano del Barcellona si aggiudica il premio per la sesta volta in carriera, succedendo a Luka Modric e precedendo Sadio Mané, Virgil Van Dijk e soprattutto Cristiano Ronaldo (che rimane fermo a quota 5).

La stagione 2018-19 e l’anno solare si chiudono ufficialmente. Ed è già tempo di aggiornare le statistiche.

(Foto da adnkronos.com - si ringrazia)

Francesco Bulzis

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su