A Bari con RestartItaly

Una ricetta per il rilancio del Mezzogiorno

neve-bari-14.jpg

I 128 giovani talenti riuniti a Bari da Microsoft e Fondazione Cariplo hanno proposto soluzioni e idee per semplificare la vita nelle città, favorire l’evoluzione della didattica con il digitale ed offrire nuove opportunità di lavoro e di crescita professionale grazie alla tecnologia. La Puglia si conferma una realtà votata all’innovazione e aperta al digitale.

cms_1584/aulamagna.jpg

Nei giorni scorsi al Politecnico di Bari si è tenuta #RestartItaly, lagiornata organizzata da Microsoft in partnership con Fondazione Cariplo per permettere a 128 giovani talenti del territorio di confrontarsi ed identificare gli elementi necessari per rilanciare l’economia del Sud Italia. L’iniziativa #RestartItaly nasce sulla scia del successo di #RestartEurope, il progetto che ha riunito oltre 150 giovani talenti provenienti da tutta Europa a Venezia lo scorso Luglio in occasione dell’inaugurazione del semestre di presidenza italiano del Consiglio europeo. L’iniziativa, alla quale hanno partecipato 128 giovani, provenienti da Puglia, Calabria, Sicilia, Basilicata e Abruzzo mirava a proporre soluzioni e idee attorno a 5 temi: il futuro della didattica nell’era del digitale, l’evoluzione del mercato del lavoro, lo sviluppo delle nuove imprese innovative nel Mezzogiorno, la diffusione delle Smart City nelle regioni del Sud, l’accesso alle professioni digitali da parte delle donne. Al termine dei lavori sono state elaborate 25 proposte programmatiche, condivise poi di fronte ad una platea di politici e rappresentanti delle istituzioni in un momento di confronto.

cms_1584/Interna-380x300.jpg

La scelta di partire da Bari per #RestartItaly conferma l’apertura del capoluogo pugliese, che già nel 2013 è stato una delle prime città coinvolte nel progetto di Microsoft “Digitali per crescere” per la digitalizzazione del Paese.

A #RestartItaly sono intervenuti Carlo Purassanta, Amministratore Delegato di Microsoft Italia, Eugenio Di Sciascio, Rettore del Politecnico di Bari, Manuela Lavezzari, Marketing Manager ASUSTeK, Giusy Ottonelli Digital Champion di Bari, l’Assessore per le Attività Produttive della Regione Puglia Loredana Capone, l’Assessore alle Politiche Giovanili della Regione Puglia Guglielmo Minervini ed il Presidente dei Giovani di Confindustria di Catania, il Digital Champion Antonio Perdichizzi.

cms_1584/download.jpg

In Microsoft Italia lavoriamo da sempre per avvicinare la tecnologia a tutti: in particolare vogliamo favorire la crescita del nostro Paese attraverso la promozione di una didattica innovativa, il sostegno alle startup innovative, la modernizzazione del settore pubblico e delle piccole e medie imprese grazie alla potenza del digitale” – spiega Carlo Purassanta, Amministratore Delegato di Microsoft Italia. “Vogliamo favorire in Italia la creazione di un ecosistema in cui i ragazzi e le ragazze siano protagonisti di un nuovo Rinascimento digitale e siamo orgogliosi di aver mobilitato qui a Bari 128 ragazzi da 5 regioni del Sud in un confronto aperto ” - ha concluso Purassanta.

cms_1584/capone-smau1.jpg

“RestartItaly a Bari conferma la Puglia come hub digitale del Mezzogiorno. Siamo orgogliosi di avere importanti risorse del nostro territorio che stanno crescendo e diventando esempi per il nostro Paese, quei campioni digitali che ci invidiano non solo in Italia e che hanno deciso di competere nel mondo mantenendo il loro valore nella nostra regione. E’ grazie al loro contributo che tutta la Puglia si sta innovando, e la nostra amministrazione è intenzionata ad aiutarli a creare un ecosistema che consenta loro di realizzare i propri progetti e di crescere nel territorio” – spiegal’Assessore allo Sviluppo Economico Loredana Capone.

cms_1584/l43-teresa-bellanova-lavoro-140916171048_medium.jpg

"E’ giusto che la politica e la Pubblica Amministrazione facciano i conti fino in fondo con l’esigenza di impegnare più risorse e più energie per i giovani imprenditori. Ben vengano le iniziative come ’RestartItaly’, che vanno in questo senso" - così il sottosegretario al Lavoro, Teresa Bellanova. "Ho fiducia nei nostri ragazzi - aggiunge Bellanova - In questi anni li abbiamo messi in cantina e li abbiamo considerati non all’altezza della sfida. Invece hanno dimostrato voglia di fare e di rischiare. Quanto vogliamo rischiare noi? E finora abbiamo impiegato quelle risorse verso progetti capaci di generare nuove risorse di lavoro? Questa è una sfida - conclude Bellanova - che compete alla politica".

cms_1584/resizer.jpg

In un contesto economico e lavorativo sempre più difficile, soprattutto al Sud, dove la disoccupazione giovanile a Novembre ha superato il 50%, l’imprenditoria giovanile sembra essere la chiave per permettere al nostro Paese, e in particolare al Sud Italia, di ripartire. Un’osservazione che si conferma in linea con quanto dichiarato recentemente dall’Osservatorio Startup del Politecnico di Milano, che registra un incremento delle startup del 120% nel 2014, che raggiungono quota 2716, di cui 131 in Puglia. Perché questo accada, è fondamentale che i giovani abbiano la possibilità di accedere a concrete opportunità di formazione tecnica e di business per avvicinarsi al mondo del lavoro ed essere messi in condizione di scegliere di intraprendere un percorso di imprenditoria.

cms_1584/srev.jpg

Grazie a Startup Revolutionary Road, il programma di Fondazione Cariplo e Microsoft YouthSpark, coordinato da Fondazione Filarete, 1.500 ragazzi nell’ultimo anno hanno trovato lavoro o fondato una nuova impresa e 27.000 ragazzi di tutta Italia hanno potuto approfondire le opportunità del digitale. Di questi 2.750 sono stati seguiti poi individualmente affinché potessero ampliare le proprie competenze tecniche e manageriali così da esser pronti a diventare futuri imprenditori.

Redazione

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su