AUSTRIA: INSEDIATO IL GOVERNO TECNICO

Resterà in carica fino al voto di settembre

AUSTRIA__INSEDIATO_IL_GOVERNO_TECNICO.jpg

Dopo l’ormai celebre video-scandalo “Ibiza-Gate” in cui si è trovato coinvolto l’ex-vicecancelliere Strache, e che ha dimostrato la tendenza di una parte dell’estrema destra austriaca a non fare poi realmente gli interessi nazionali, si era creato un effetto domino per il quale prima il cancelliere Kurz aveva deposto il Ministro degli Interni Kickl e richiesto elezioni anticipate a settembre, e subito dopo tutti i ministri del partito di estrema destra Fpoe si erano dimessi (leggi anche: http://www.internationalwebpost.org/contents/SCANDALO_AUSTRIA:_CADE_IL_GOVERNO_12898.html#.XPVHYo_OO70).

Era poi stata annunciata una mozione di sfiducia da parte dell’opposizione subito dopo le elezioni europee, e con il voto dell’Fpoe (che nel frattempo aveva dimostrato di aver retto il colpo, superando il 18% alle urne), Sebastian Kurz si è ritrovato a non essere più il Capo del Governo. Quindi, se nelle previsioni di Kurz c’era il fatto di nominare dei ministri tecnici al posto di quelli dell’Fpoe aspettando settembre, il Presidente della Repubblica austriaca Alexander Van der Bellen si è invece ritrovato a nominare un intero esecutivo di tecnici.

cms_13046/2.jpg

La cancelliera ad interim è l’avvocatessa Brigitte Bierlein, prima donna a ricoprire questo incarico, precedentemente Presidente della Corte Costituzionale austriaca. “In questa fase l’obiettivo più importante è di contribuire alla massima calma ed a costruire la fiducia tra tutte le parti politiche in Austria, in Europa e nel mondo intero”, ha dichiarato. Suo vice è stato nominato il ministro della giustizia Clemens Jabloner, già presidente della Corte dei conti. L’ambasciatore Alexander Schallenberg, attualmente capo della sezione Affari europei della Cancelleria e considerato vicino a Kurz, sarà il ministro degli Esteri. Dei dodici ministri nominati e che avranno il compito di mantenere la stabilità del Paese nei prossimi 3 mesi, la metà sono donne. Adesso, dopo aver messo ordine nelle istituzioni, l’Austria si avvia verso una nuova fase di campagna elettorale, che porterà poi agli attesi ed imprevedibili risultati di settembre. Infatti, il Partito Popolare di Kurz è quasi sicuro di ottenere la maggioranza relativa, ma anche di non avere i numeri per governare autonomamente. Ora che i rapporti con il Partito della Libertà sono consumati, non è improbabile la formazione di un instabile governo di minoranza, o addirittura una situazione di ingovernabilità.

Giulio Negri

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos


App