AMICI SI, AMANTI MAI

AMICI_SI,_AMANTI_MAI.jpg

Confucio ha il merito di aver annesso tutte le fondamentali antiche leggi della morale in una dottrina, che convogliano in un’unica virtù: la benevolenza umana, invitando gli uomini a vigilare sull’anima, e ad amarsi. Trattando semplicemente queste tematiche, ha trasmesso un messaggio di cultura e valori mai tramontati e invita a coltivare l’amicizia quale tema sociale di grande rilevanza, per la sana convivenza degli uomini di ogni epoca.

Nei rapporti di amicizia secondo il Maestro, gli uomini possono amare o odiare, pur praticando sempre la cordialità che implica la capacità di sapersi dominare e d’amare gli altri, e l’agire con lealtà. Paragonando il concetto confuciano a quello biblico, è l’equivalente di “ama il prossimo tuo come te stesso”.

L’amicizia e l’amore presi in esame da qualunque dottrina filosofica o religione, fondano le loro basi sulla stessa valenza emozionale. Possiamo affermare intanto con certezza che l’amicizia sia un sentimento che esula dall’attrazione intellettiva (se guardiamo per esempio al cane che viene considerato il migliore amico dell’uomo) ed è sostanzialmente diversa dall’amore, in quanto esula dalla sofferenza. L’innamoramento è passione, e porta spesso alla tribolazione quando non è corrisposto. In amicizia è possibile patire tremendamente per esempio, quando un amico si allontana.

L’amicizia implica il desiderio di avere la compagnia di una persona e desiderare il suo bene, ed è per questo motivo che è possibile che questo sentimento si possa accostare all’idea dell’amore. Può succedere che trasfonda nell’ amore quindi, ma se non nasce da una passione e non scaturisce da un colpo di fulmine, non accende certamente fuochi d’artificio. Più che parlare d’ amore, due amici che si fidanzano troverebbero semmai alternative forme di adattamento. Poiché l’amore è istinto, è odore, è cibo che nutre l’anima non certo uno snack fugace. L’amore che scaturisce all’impronta, non implica la consapevolezza del pensiero, ma è l’implosione di una bomba, sapendo che da questa commistione di emozioni non se ne esce illesi. Fino a togliere il respiro.

cms_11585/2.jpg

Si può essere una coppia affiata solo se si vive l’attrazione fisica che consiste nella linfa vitale di ogni rapporto d’amore, che può durare nel tempo.

Le coppie che fanno partire una relazione dopo il primo incontro, tendono a mantenere l’attrazione fisica reciproca in maniera più potente e più a lungo, rispetto alla coppia già legata dall’amicizia. Nel fondamento dell’amore vi sono componenti importanti legate alla gelosia per esempio, diversamente dall’amicizia perché un amico non è mai geloso di un amico. E questa è una regola importante.

Può accadere anche che una amicizia si trasformi in una relazione amorosa quando ci si confonde, con il rischio di non poter più tornare indietro, laddove la storia dovesse finire. L’attrazione fisica nella coppia di amici che si conosceva anche prima è minore e va scemando rapidamente, rispetto a chi viene colpito al cuore dalla freccia di Cupido al primo incrocio di sguardi.

Ma non è forse vero che tra le coppie mature, se non c’è più sesso si parla di essere come amici e di volersi bene? Quando si attraversa una crisi di coppia, può succedere che il desiderio tra i due cali e ci si senta come fratello e sorella. Ed è indubbiamente il coinvolgimento sessuale e fisico che distingue una relazione di amicizia da una sentimentale; il partner può diventare il miglior amico, ma dopo essere stati innamorati.

In una relazione di carattere amoroso, chiediamo qualcosa di più che è amore fisico e se finisce, tutto crolla. E si resta amici nei più fortunati dei casi.

Confucio nel suo insegnamento indica che non tutti sono in grado di coltivare la vera amicizia, che si basa sull’essere solidali e sulla reciprocità.

In amore queste bellissime virtù non bastano perché l’amore comporta il coinvolgimento dell’anima di due individui che accettano il rischio di perdere l’elemento razionale, desiderando di coinvolgersi in maniera totale e senza riserve.

Susy Tolomeo

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su