2015, la crescita felice dell’online in Italia

crescita_on-line_in_italia.jpg

Il 2015 si è caratterizzato come l’anno della diffusione dell’online in Italia. A certificarlo sono i dati dell’Audiweb, l’organismo che rileva periodicamente l’audience di internet in Italia, pubblicati qualche mese fa. La total digital audience nel 2015 ha registrato un valore medio di 28,8 milioni di utenti unici nel mese e di 21,7 milioni nel giorno medio.

cms_4002/foto_2.jpgNel 2015 l’online nel nostro Paese ha avuto una diffusione nella popolazione dell’86,3% tra gli 11 e i 74 anni con ben 41.5 milioni di italiani che dichiarano di accedere a internet da qualsiasi luogo e attraverso qualsiasi strumento. Solo nel mese di dicembre dello scorso anno sono stati oltre 20 milioni gli italiani che hanno navigato almeno una volta nel giorno medio da PC o con device mobili, il 2% in più rispetto all’anno precedente con un incremento del 7% di accessi da mobile. Emerge dunque una leggera flessione della disponibilità da casa tramite computer (-2,5% negli ultimi due anni), con un trend di crescita costante della diffusione dei device mobili con accesso a internet. Aumentano anche gli italiani che accedono a internet tramite televisore (4.5 milioni, +63,2% in due anni) e da console giochi (6 milioni, +33,7% in due anni). Per quanto riguarda i profili degli utenti online nel giorno medio, oltre 11 milioni sono uomini che hanno effettuato almeno un accesso a internet, 11 milioni le donne e quasi due terzi dei giovani tra i 18 e i 34 anni. Donne e giovani continuano a dedicare più tempo alla navigazione quotidiana: 2 ore online nel giorno medio per le donne, 2 ore e 23 minuti per i 18-24enni e 2 ore e 14 minuti per i 25-34enni.

cms_4002/foto_3.jpg

Per quanto riguarda i dati sulla provenienza geografica, risultano online nel giorno medio il 42,5% degli abitanti dell’area Nord Ovest (5,8 milioni), il 41,6% del Nord Est (3,6 milioni), il 38,5% del Centro (3,4 milioni) e il 35,2% dell’area Sud e Isole (7 milioni). I dati sfornati dall’Audiweb certificano innanzitutto un dato interessante: l’uso abituale dei cosiddetti device mobili. Se l’incremento del tempo complessivo trascorso online è positivo, questo risultato è dovuto proprio all’incremento della navigazione attraverso smartphone e tablet. Gli italiani infatti spendono il loro tempo di navigazione su internet snobbando sempre più il personal computer e preferendo a questo i supporti mobili. Una grossa fetta di pubblico disposto a trascorrere tempo online con i loro mobile device è rappresentato da giovani, i quali si divertono a scaricare e guardare applicazioni e siti di ricerca, portali generalisti e i famigerati social network.

cms_4002/foto_4.jpg

La nostra quotidianità è ormai impensabile senza il rapportarsi ai media digitali. Tempo libero e tempo lavorativo non sembrano discostarsi ormai tanto tra loro per ciò che riguarda gli usi e le creazioni di reti di contatto e di comunicazione. Nella società dell’informazione tout court sono gli adolescenti la fetta più grossa della popolazione a cui è offerta ogni giorno opportunità di sviluppo, apprendimento e partecipazione, tecniche ormai necessarie per affrontare le numerose situazioni della vita professionale e relazionale.

Andrea Alessandrino

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su