"The Divine Perfume": The Merchant of Venice meets Venissa

Two Venetian excellences bring to light the ancient splendor of the Serenissima

The_Divine_Perfume.jpg

cms_7076/1.jpg

On Thursday, August 31, while the city is living the 74th Venice Film Festival, in the splendid setting of the The Merchant of Venice boutique in Campo San Fantin, near La Fenice Opera House (San Marco 1895), in an ancient pharmacy of the 19th century, exclusive fragrances, made with the finest raw materials, will meet the magical taste of wines produced by Venissa.

cms_7076/2.jpg

In the Venissa estate on the Island of Mazzorbo, thanks to Gianluca Bisol’s witty audacity, an ancient vine was harvested and produced the "Dorona", a precious wine known as "golden grapes" since the Venetian Doges in which they are enclosed scents that characterize the islands of the Venetian lagoon with its unique and unmistakable habitat.

cms_7076/3.jpg

A unique vineyard, where the vine has found a magic balance between the fertility of the vineyards and the constant threat of salt and water. Venissa joins another Venetian tradition of the golden leaf still produced today by the Berta Battiloro family in Venice. This was the idea of ​​Giovanni Moretti, one of the greatest Murano glass artists, Venissa’s bottle maker. The golden leaf is melted in the glass and each bottle is numbered by hand, engraving the number on the glass.

cms_7076/4.jpg

For the occasion, the Venissa wines have been combined with the unique and refined The Merchant of Venice Murano Art Collection, perfumed extracts that represents the most exclusive collection characterized by an olfactory composition in which precious flowers, spices and citrus scents are carefully selected.

cms_7076/7.jpg

The Murano Art Collection is the perfect blend of perfumed art and Murano masters craftsmanship, combining the highest olfactory ambition with the stylistic elegance of handmade jars in unique pieces by glassmasters, using the techniques and the most sophisticated materials of the millennial production of Murano glass.

cms_7076/8.jpg

The fragrances, exclusive Extrait de Parfum, contained in exclusive 30ml glass fialoids, were made using the finest raw materials, infused with a high concentration of essential oil for exceptional diffusion power and a long lasting persistence on the skin.

cms_7076/9.jpg

The concept of The Merchant of Venice draws inspiration and completion from the first Perfume Museum created through the agreement with the Civic Museum Foundation. In the halls of the sixteenth century Palazzo Mocenigo, wonderfully set up by Pier Luigi Pizzi, a stimulating museum path through multimedia content, sensory experiences and valuable and rare objects will illustrate the multi-century bond between the Serenissima and the history of Perfume.

cms_7076/bandiera_.jpgEventi in occasione del Festival del Cinema di Venezia

“Profumo Divino”: The Merchant of Venice incontra Venissa

Due eccellenze veneziane fanno rivivere gli antichi fasti della Serenissima

Giovedì 31 agosto, mentre in città è stata appena inaugurata la 74° edizione della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, nella splendida cornice della boutique The Merchant of Venice in Campo San Fantin nei pressi del Gran Teatro La Fenice (San Marco 1895), un’antica farmacia dell’Ottocento, fragranze esclusive, realizzate con le materie prime più pregiate, incontreranno il magico gusto dei vini prodotti da Venissa.

Nella tenuta Venissa sull’Isola di Mazzorbo, grazie alla sapiente audacia di Gianluca Bisol, un vitigno antichissimo è stato recuperato e produce la "Dorona" vino pregiato conosciuto come "uva d’oro" fin dai tempi dei dogi veneziani in cui sono racchiusi i sentori e i profumi che caratterizzano le isole della laguna veneziana con il suo habitat unico e inconfondibile. Un vigneto unico, dove la vite ha trovato un equilibro magico tra la fertilità del terreno vocato e la continua minaccia del sale e dell’acqua. Venissa si lega ad un’altra tradizione veneziana della foglia d’oro prodotta ancora oggi a mano dalla famiglia Berta Battiloro a Venezia. Questa è stata l’idea di Giovanni Moretti, uno dei più grandi artisti del vetro a Murano, ideatore della bottiglia di Venissa. La foglia d’oro viene fusa nel vetro e ogni bottiglia viene numerata a mano incidendo il numero sul vetro.

Per l’occasione i vini Venissa sono stati abbinati alle note uniche e raffinate della Murano Art Collection, estratti di profumo della collezione più esclusiva di The Merchant of Venice caratterizzata da una composizione olfattiva in cui prevalgono note fiorite, speziate ed orientali accuratamente selezionate.

La collezione Murano Art Collection rappresenta l’ideale connubio tra l’arte profumiera e l’arte vetraia dei maestri di Murano, combinando la più alta ambizione olfattiva con la stilistica eleganza dei vasi realizzati a mano in pezzi unici dai maestri vetrai, utilizzando le tecniche ed i materiali più sofisticati della millenaria produzione del vetro muranese.
Le fragranze, esclusivi Extrait de Parfum contenuti in esclusivi fialoidi in vetro da 30ml, sono state realizzate utilizzando le materie prime più pregiate, infuse con una altissima concentrazione di olio essenziale per un eccezionale potere di diffusione e per una lunghissima persistenza sulla pelle.

Il concept di The Merchant of Venice trae ispirazione e completamento dal primo Museo del Profumo creato attraverso l’accordo con la Fondazione Musei Civici. Nelle sale del cinquecentesco Palazzo Mocenigo, mirabilmente allestite da Pier Luigi Pizzi, uno stimolante percorso museale attraverso contenuti didattici multimediali, esperienze sensoriali e preziosi e rari oggetti illustrerà il plurisecolare legame tra la Serenissima e la storia del Profumo.

Domenico Moramarco

Tags: The Merchant of Venice Palazzo Mocenigo Venissa

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos


App