"Dita e veres": il primo giorno dell’estate albanese

La festa pagana degli Ilir tramandata nei secoli fino ai giorni nostri

il_primo_giorno_dell’estate_albanese.jpg

Sin dall’antichità, questa festa è sempre stata festeggiata a Elbasan, città che sorge al centro del Paese, ma anche in tutta l’Albania, in Kosovo, in Macedonia e da tutti gli albanesi emigrati nel mondo.

cms_8678/2.jpg

"Dita e veres", il primo giorno dell’estate, è la festa di rinascita della natura, dell’anima. La rinascita, nell’antichità, simboleggiava la bontà, il bene e la gioia. La ricorrenza ha radici medioevali e si rifà alla mitologia delle opere di Omero. Si tratta di una festa pagana, nata nel tempo in cui la gente pregava gli Dei e la natura. Seguendo il vecchio calendario, il popolo si orientava verso il sole, la luna e la natura. Secondo il calendario Giuliano, marzo era il primo mese dell’anno e il 14 marzo il primo giorno dell’anno, che segnava la fine dell’inverno selvaggio e l’arrivo della primavera, la fioritura dei fiori, la rinascita della natura. Allora, nostri antenati, gli Ilir, viaggiavano ovunque per pregare e ringraziare Dio e la natura della rigenerazione del cosmo.

Il tempo passa, ma la protagonista di questa festa rimane sempre Elbasan, la città dei fiori e dell’amore. Il dolce tipico è il "ballokumja", cucinato soprattutto ad Elbasan ma presente in tutto il Paese in altre varianti. Si prepara con il mais bollito, le uova sode, e la torta salata con le verdure selvatiche che si raccolgono nei campi. Tutta la gente festeggia e mangia all’aperto. Si fanno visite ai parenti e a i vicini e scambiandosi dolci e frutta secca. In questo giorno, le giovani mettono al polso il "verore", un braccialetto composto da un filo bianco e rosso, che si toglie e si depone in un cespuglio solo quando si vede la prima rondine di primavera. Se la rondine porterà via il filo e con esso costruirà il suo nido, vorrà dire che quella giovane si sposerà entro quell’anno.

cms_8678/3.jpg

Oggi anche a Tirana sono previste varie attività culturali. C’è grande attesa per la sfilata di carnevale, che comincerà in P.zza Skenderbe e terminerà al Parco del Lago Artificiale. Vari dj suoneranno e gli artigiani esporranno i loro prodotti. Non mancherà l’angolo dei pittori, gli attori del circo e il teatro per i bambini. In P.zza Skenderbe sarà esposto il “Tirana air show”, e in varie piazze della città ci saranno dei concerti di cantanti famosi albanesi. Infine, nell’Anfiteatro dell’Accademia delle Arti si potranno ascoltare brani di musica classica.

Auguri a tutti gli albanesi sparsi per il mondo! Come sosteneva Faik Konica, "Celebriamo ovunque ci troviamo le nostre ricorrenze, perché portano avanti generazione dopo generazione le nostre tradizioni".

Per ulteriori informazioni, consultare il link: https://www.facebook.com/events/401545826936828/.

Marsela Koci

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos


App