"Candidare Segre a Nobel per la pace"

’Cacciatore di ebrei’ su Fb, indagato per istigazione all’odio razziale - Presidente Valle D’Aosta indagato per voto scambio - Schiavone rivela: "Ho vinto battaglia contro il cancro" - Neve, ecco le città a rischio

ITALIA_14_12_19.jpg

"Candidare Segre a Nobel per la pace"

cms_15278/segre_liliana_stazionemilano_fg.jpg

"Il Parlamento italiano candidi Liliana Segre al premio Nobel per la pace per il 2020". E’ la proposta di Matteo Ricci, presidente Ali-Autonomie Locali Italiane e sindaco di Pesaro, tra i promotori dell’iniziativa dei 600 sindaci a Milano con la Segre. "È ancora forte l’emozione - spiega Ricci a proposito di quell’appuntamento - L’Italia attraverso i sindaci si è ritrovata unita attorno a Liliana Segre e alla sua battaglia culturale e di futuro. Liliana è diventata un simbolo, una rappresentazione autorevole della Repubblica e della Costituzione. La piazza è andata al di là delle aspettative sia per le presenze, che per il senso di comunità che ha trasmesso". "Adesso - esorta Ricci - tocca al Parlamento fare la sua parte. Invierò una lettera, come sindaco di Pesaro e come uno dei promotori di quella piazza, ai presidenti di Camera e Senato e a tutti i gruppi parlamentari, per chiedere che il Parlamento candidi Liliana Segre per il premio Nobel per la pace 2020".

"Accolgo con convinzione e apprezzamento la richiesta del sindaco di Pesaro di sostenere la candidatura della senatrice Liliana Segre al premio Nobel per la Pace - dichiara la presidente del Senato Elisabetta Casellati - Ritengo sia un giusto e doveroso riconoscimento per ciò che la senatrice Segre rappresenta, per la sua storia e per il suo impegno in favore della custodia della memoria dell’Olocausto e contro l’odio, l’intolleranza, l’indifferenza". "Liliana Segre - aggiunge Casellati - è un simbolo per tutti noi, una donna straordinaria che in Senato oggi rappresenta idealmente tutte quelle donne e quegli uomini che nella parte più buia della nostra storia si sono sacrificati, hanno combattuto e sofferto per fare dell’Italia una Nazione, libera e democratica". "La senatrice Segre ha sempre avuto e sempre avrà la mia stima e il mio sostegno. È proprio a lei infatti che, nel marzo dello scorso anno, ho dedicato il mio discorso d’insediamento alla Presidenza del Senato" conclude Casellati.

"Bellissima la proposta di Matteo Ricci di candidare Liliana Segre al Nobel per la Pace - scrive su Twitter Nicola Zingaretti - La risposta più forte a una stagione in cui c’è chi prova a riaprire la porta a odio e intolleranza".

’Cacciatore di ebrei’ su Fb, indagato per istigazione all’odio razziale

cms_15278/polizia_auto_22_fg.jpg

E’ indagato per istigazione all’odio razziale (sui social network si presenta come ’Il cacciatore di ebrei’, impugnando una pistola) ed è stato arrestato per produzione di droga, perché gli agenti di polizia, durante una perquisizione alla ricerca di armi, hanno scoperto nel seminterrato della sua villetta una serra per la coltivazione di marijuana.

Nella mattina di ieri il personale della Digos della questura di Lucca ha eseguito una perquisizione, su ordine della procura, nell’abitazione di un lucchese di 53 anni, in un comune limitrofo a Lucca. L’attività di indagine è scaturita da una denuncia in seguito alla pubblicazione di questo lucchese, sulla sua pagina Facebook, di alcuni post dal contenuto, hanno spiegato gli inquirenti, "inequivocabilmente antisemita, tali da configurare ipotesi di reato come la propaganda o l’istigazione alla violenza per motivi razziali, etnici, nazionali o religiosi". In particolare, a destare preoccupazione in alcuni utenti è stato un post in cui il 53enne è fotografato con in mano una pistola accompagnata dalla dicitura ’Il cacciatore di ebrei’.

La perquisizione, disposta per la ricerca di cose o tracce pertinenti al reato, ha consentito di rinvenire la pistola utilizzata nel post, risultata ad aria compressa e di libera vendita, di un coltello a scatto lungo 34 cm, di cui 15 di lama, e di una bandiera con croce celtica. La perquisizione ha però riservato una sorpresa agli agenti della Digos.

Nel seminterrato della villetta è stato scoperto un vero e proprio laboratorio, finalizzato alla produzione di marijuana. E’ stato sequestrato mezzo chilo di marijuana, pronta ad essere venduta. Il rinvenimento ha determinato l’arresto del 53enne per la produzione di sostanza stupefacente.

Presidente Valle D’Aosta indagato per voto scambio

cms_15278/faldoni_tribunale_repertorio_fg.jpg

Il Presidente della Valle d’Aosta Antonio Fosson figura tra gli indagati per voto di scambio nell’ambito di un’inchiesta della Dda di Torino sui condizionamenti delle regionali 2018 da parte della ’ndrangheta. A condurre l’indagine di carabinieri di Aosta. Insieme a Fosson sarebbero indagati anche alcuni assessori e consiglieri regionali.

Schiavone rivela: "Ho vinto battaglia contro il cancro"

cms_15278/schiavone_francesca_2010_ipa_fg.jpg

"Vi racconto cos’è successo negli ultimi 7 mesi della mia vita". Inizia così il video postato su Instagram dalla campionessa sulla terra parigina del Roland Garros nel 2010, Francesca Schiavone, che ha scelto i social per svelare di avere vinto la battaglia più importante della sua vita, quella contro un cancro.

"Mi hanno diagnosticato un tumore maligno. E’ stata la lotta più dura, in assoluto, che abbia mai affrontato. E la cosa più bella è che sono riuscita a vincere questa battaglia -prosegue Schiavone-. Quando me l’hanno detto qualche giorno fa sono esplosa dalla felicità, e anche oggi vivo di felicità. Sono già pronta ad affrontare nuovi progetti che avevo ma non potevo realizzare. Ci rivedremo presto, felice di quello che sono oggi".

Neve, ecco le città a rischio

cms_15278/meteo-neve-in-arrivo-ecco-dove-e-quando-3bmeteo-88359-650x379-650x379.jpg

Tetti imbiancati a Torino dove, dalle prime ore di ieri mattina, sono cominciati a cadere i primi fiocchi della stagione. Neve in pianura anche nel resto delle province piemontesi, dove si segnalano fenomeni intermittenti e di debole intensità.

Ma in queste ore, come ricordano gli esperti de ’IlMeteo.it’, "un nuovo e più pesante blitz di neve è pronto a colpire il Nord portando i fiocchi fino in pianura" a causa di "una nuova perturbazione in discesa dal Nord Europa, accompagnata da gelide correnti".

Le precipitazioni andranno ad intensificarsi e, sottolineano gli esperti, "viste le temperature particolarmente basse ci aspettiamo neve fino in pianura su Piemonte, Lombardia, Emilia, Veneto occidentale e settentrionale e alte pianure friulane. Fiocchi attesi anche sull’entroterra ligure, specie sul savonese e genovese, a partire dai 300 metri di quota".

DOVE - "Le città a rischio neve - dove si potranno accumulare fino a 5 centimetri - sono: Torino, Novara, Alessandria, Vercelli, Milano, Varese, Bergamo, Brescia, Lodi, Pavia, Piacenza, Parma, Vicenza e Verona. Neve o neve mista a pioggia ancora possibile anche tra Bologna, Modena, Mantova, Rovigo, Padova".

E ancora: "Sulle Alpi centro-occidentali le nevicate saranno ben più copiose e abbondanti, specie su Valle d’Aosta e Piemonte, con accumuli fino a 60 centimetri oltre i 1.500 metri". E "sull’Appennino centrale, a causa del richiamo mite dei venti da Sud, la neve farà la sua comparsa solamente dai 1.,400 metri".

Redazione

Tags:

Lascia un commento



<<Pagina Precedente | Stampa | Torna Su


Meteo


News by ADNkronos


Politica by ADNkronos


Salute by ADNkronos


App